5×1#139
*MASSIMILIANO AURELIO

by Redazione DATE*HUB

5 gif raccontate

139esimo appuntamento con 5×1 – 5 opere x 1 artista, la rubrica dedicata ad artisti, illustratori e creativi talentuosi che, di volta in volta, si presentano ai nostri lettori con cinque illustrazioni raccontandocene la storia, le tecnica e tutte quelle curiosità “dietro il foglio… o lo schermo”.
Oggi conosciamo di Massimiliano Aurelio!

Ecco cosa ci racconta: «Dopo il diploma in Illustrazione allo IED di Roma, una breve esperienza lavorativa in Puglia (terra natìa), il trasferimento a Milano e 7 anni come Art Director nel “digital design”, dal 2011 lavoro come illustratore a tempo pieno.  Negli ultimi 8 anni ho avuto il piacere di collaborare con tante case editrici, magazine, newspapers, agenzie pubblicitarie, agenzie social e (fortunatamente) sono riuscito anche a trovare il tempo di sposarmi e avere un figlio.»

La storia inizia con il titolo “L’insolito e folle periodo del puntinismo”.
Mollato il mondo pubblicitario mi ero reso conto di avere un book da illustratore che non veniva aggiornato dal Mesozoico. Inizia così un momento di ricerca di stile tra tavole di prova e lavori fatti solo a mano. Amavo cimentarmi su quelle illustrazioni ma, dopo aver capito che i ritmi e le scadenze di lavoro dovevano essere molto rapide, ho deciso di cambiare mood e di velocizzare le illustrazioni senza perder troppo l’”identità di stile”.

Prima di dare l’addio al “puntinismo” ho avuto la fortuna di collaborare con Rolling Stone Magazine e di riuscire a creare tre cover speciali per le uscite dell’ultimo trimestre del 2014. E questo è un lavoro che, nonostante siano passati già quattro anni, resta tra i miei preferiti. La somma “lavoro” + “ mostri sacri della musica” non capita sottomano tutti i giorni (e nemmeno tutti gli anni).

Arriviamo ad un passato più recente. Queste sono alcune illustrazioni che, circa un anno fa, ho realizzato per un libro dal titolo “storie di carta”. La realizzazione è stata fatta anche grazie ad una delle piccole ma super agenzie pubblicitarie di Milano (the 6th).

Queste invece sono alcune delle cards sul tema: “Figliolo qui un tempo era tutta bella musica” che ho realizzato per il mega evento di “Paw Chew Go”. Una grande mostra mercato sull’illustrazione che si tiene ad ottobre qui a Milano e alla quale quest’anno ho avuto l’onore di partecipare.

L’ultima gif fa parte di un progetto personale che si chiama “italian windows”.
Tutto è nato durante una gita a Roma dove, non mettendoci piede da un decennio, ero rimasto affascinato da alcuni particolari architettonici (in questo caso le finestre) che mi hanno portato a fotografarle per poi crearci una “situazione illustrata”.Il progetto è continuato per tutta l’estate e, visto i tanti apprezzamenti che ha ricevuto, conto di riprenderlo entro la prossima primavera.

WEB* BehanceInstagram