5×1#136
*ROBERTA BORDONE

by Redazione DATE*HUB

5 illustrazioni raccontate

136esimo appuntamento con 5×1 – 5 opere x 1 artista, la rubrica dedicata ad artisti, illustratori e creativi talentuosi che, di volta in volta, si presentano ai nostri lettori con cinque illustrazioni raccontandocene la storia, le tecnica e tutte quelle curiosità “dietro il foglio… o lo schermo”.
Oggi conosciamo di Roberta Bordone!

Ecco cosa ci racconta:«Mi chiamo Roberta e sono nata nel 1990 a San Giorgio a Cremano.
Fin da piccola vengo incoraggiata da mamma, nonna, nonno ed il resto della famiglia a disegnare. Scarabocchio fogli, tavoli e pareti.
Ho frequentato il Liceo Artistico e dopo il diploma, mi sono iscritta all’ILAS dove ho seguito un corso di fotografia pubblicitaria e alla Scuola Italiana di Comix, illustrazione. Quest’ultima ha vinto sulla fotografia che però continuo ad apprezzare e praticare per divertimento!
Poco dopo gli studi ho collaborato con piccoli Editori campani; ho illustrato il Piccolo Principe per il mercato editoriale cinese e di seguito ho lavorato per Eli Edizioni, Newton Compton Editori, Edizioni Piemme ed attualmente per Gruppo Editoriale Raffaello.
Amo l’animazione, i fumetti, Il Giappone, Beyoncè, il mio cane Febo e mangiare!»

Yo Gimme Chip
Per una prova lavorativa, mi fu chiesto di illustrare una scena che rappresentasse l’amicizia e la solidarietà; allora ho pensato subito alle patatine.
Io adoro le patatine in busta, al reparto snack del supermercato, i miei occhi brillano. Quindi se condivido le mie patatine con qualcuno, vuol dire che gli voglio davvero tanto bene.

CMYK Ladies
Era una domenica quando ho sentito il bisogno di dover disegnare per me.
Quindi ho iniziato a pensare a tutte quelle belle immagini che trovi su Pinterest quando vuoi imparare a farti una treccia francese, a mettere l’eyeliner, acconciarti i capelli messy bun o vuoi farti la tinta di un colore assurdo ma poi alla fine non la fai mai. Ho preso questo ammasso di cose da femminucce che adoro e di cultura pop che mi ronzavano nella testa e l’ho tirato fuori disegnando queste quattro donnine dai capelli CMYK.

Holes-Buchi nel deserto
Momento sentimento.
Questa illustrazione ha un significato molto importante per me; fa parte di una serie di 4 (questa è la copertina) con le quali ho partecipato al Premio Battello a Vapore 2017.
Dovevano essere tratte da Holes di Louis Sachar; conoscevo bene il film prodotto dalla Disney ma poi ho letto anche il libro, che mi è piaciuto ancora di più.
Tutto questo per dire che anche se mi ci volle un mese intero per prendere coraggio a disegnare, fui selezionata al concorso e finii tra i primi 5 classificati. Il momento della premiazione fu molto emozionante.
La collana del Battello a Vapore la porterò per sempre nel mio cuore di bambina.

Born in 90s
Altra partecipazione a concorso; questa volta si tratta di “Let’s Dance” indetto dalle Vanvere lo scorso Febbraio.
Io non sono molto brava a ballare ma lo faccio lo stesso, se passano la dance anni ‘90 poi, chi ci pensa più che non sono brava a ballare! Lo faccio come viene e canto pure.
Questa immagine è ispirata ad un momento immaginato. Discoteca, 1995, Corona che canta Baby Baby e le luci che colorano la pelle.

Just a girl can see a Beauty in a Beast
In realtà la si può nominare anche “Hype”. Si, l’hype che ho provato alla notizia dell’uscita del live action de “La bella e la bestia” che è tipo il mio film preferito in assoluto. Mi ha sempre fatto credere nell’amore e nei sogni.
Dopo averlo visto al cinema, ero così felice che una volta a casa ho disegnato fino alle 3 di notte.

WEB* BehanceInstagram