ART FESTIVAL
*BEU-BEU 2018

by Rossana Calbi

Arte in Valdambra!

Le associazioni Eureka! e Strange Opera
presentano
BEU-BEU ART FESTIVAL
dal 18 al 19 agosto 2018
inaugurazione sabato 18 agosto 2018, ore 14.00

L’abbazia di San Pietro di Badia a Ruoti ospita la seconda edizione del Beu-Beu Art Festival.

Dal 18 al 19 agosto, la           diventa un centro artistico grazie al festival con la direzione artistica di Rossana Calbi e Luca Zampi: nell’edizione 2018 avremo l’onore di ospitare 140 artisti italiani e stranieri.

Dopo l’edizione dello scorso anno, Eureka!, l’associazione che ha sede ad Ambra, in provincia di Arezzo, e Strange Opera che si muove dalla Capitale, il festival di Badia a Ruoti, Bucine, Arezzo, conferma la sua presenza nell’estate turistica della Valdambra.

In quest’edizione le mostre non si svolgeranno solo nell’antica abbazia dell’XI sec., l’arte entrerà a far parte del tessuto connettivo di tutta la valle lungo il torrente dell’Ambra. Il bar della piazza di Ambra e la Locanda dei Grulli di Pietraviva ospiteranno due progetti espositivi, Welcome to the Jungle, una mostra di Francesca Toscano e Inferno, un omaggio alla prima cantica dantesca.

E nel cuore di Ambra, il secondo intervento urbano firmato Beu-Beu, sulle pareti del cinema filarmonica di Ambra: Diamond rende omaggio alla figlia di Zeus, Euterpe, la musa della musica.


All’interno dell’abbazia tredici progetti espositivi che coinvolgeranno più di cento artisti.
In collaborazione con la galleria romana Parione9, le due collettive EXIT VOTO e Yoga on My Skin.
EXIT VOTO, la prima mostra dedicata ai santini e all’agiografia, reinterpretata da più di settanta artisti italiani contemporanei, è alla sua terza tappa. Sempre su carta, la mostraYoga on My Skin giunge alla sua quarta tappa in una ricerca dedicata allo yoga e alla tattoo art con il supporto della studiosa Giulia Piccioni.
Con la curatela di Martina Ronca, per la prima volta nel programma del festival, MILZA, un progetto fotografico di Jacopo Paglione intimo e da scoprire nelle cantine dell’abbazia, che si riapre alla luce con la mostra inedita di Linda De Zen, Corredo Singolo.
Le mostre inedite per quest’edizione sono diverse: Lost People, una collettiva che coinvolge ventidue artisti italiani e internazionali su vinile, con la curatela di Costanza Tagliaferri e la personale di Giada Wood, che coinvolgerà il pubblico anche con una performance pensata per il pubblico del festival, dopo averlo fatto raggiungere l’estasi con il suo progetto esclusivamente sul legno.

Le installazioni di Stella Tasca, Amalia Caratozzolo e Shone coloreranno uno spazio antico e le opere di Emiliano Alfonsi e Alexandros Mars renderanno omaggio a una sacralità che diventa laica e si riempie di bellezza nei simboli destrutturati e resi contemporanei.

Giovanni Palmieri si concentra sulla scoperta di nuove ipnotiche figure che nello studio del colore ci incantano quanto il circo di Blink Circus e le ceramiche di Cinzia Bardelli che induriscono un’arte in movimento e la fermano per affascinare anche i più piccoli.
Per loro il workshop di Stella Tasca, a cui è dedicato anche il libro autoprodotto Il club della balena che l’autrice racconterà domenica 19 agosto.
Due dei libri, presentati tra sabato e domenica, vedranno come protagonisti due nomi conosciuti al pubblico del festival: Francesco Ciaponi e The Sando.  Mentre la quarta presentazione della raccolta di Andrea Alessio Cavarretta diventa una vera e propria pièce teatrale in cui il pubblico sarà coinvolto come nella performance Voco Sidera che attraverserà tutta l’abbazia dal lavoro site-specific di Lulù Nuti fino all’incastro musicale di Claudia Acciarino e Massimiliano Di Santo reso armonico e drammatico da Stefania Visconti con gli impedimenti di Valentina Chiarolla e Gioele Meoli.

La musica, quella in cui perdersi e divertirsi, con i Bee Bee Sea e gli IDONT, si accenderà dopo lo spettacolo di fuoco del duo Silk Ribbon Cabaret Team, che si occuperà anche delle signore con un workshop interamente dedicato al burlesque.
Ma sarà la carta la protagonista degli altri workshop, quella con i timbri dell’illustratrice Amalia Caratozzolo e quella lieve del Giappone di Ayami, che si svolgeranno anche di domenica, l’ultima serata del festival che chiuderà con i Mood e Nana Disagio acustico, e ovviamente con un buon aperitivo.


BEU-BEU Art Festival
Abbazia di San Pietro di Badia a Ruoti, Bucine, Arezzo
sab. ― dom. 18 e 19 agosto 2018
beubeuartfestival@gmail.com