5×1#125
*MARTINA FILIPPELLA

by Redazione DATE*HUB

5 illustrazioni raccontate

125esimo appuntamento con 5×1 – 5 opere x 1 artista, la rubrica dedicata ad artisti, illustratori e creativi talentuosi che, di volta in volta, si presentano ai nostri lettori con cinque illustrazioni raccontandocene la storia, le tecnica e tutte quelle curiosità “dietro il foglio… o lo schermo”.
Oggi vi presentiamo Martina Filippella!

Che si racconta così: «Sono nata a Monza il 26/02/1993. Nel 2015 ho conseguito la laurea triennale in Architettura presso il Politecnico di Milano. In seguito alla scoperta di essere probabilmente il peggior architetto del mondo, ho poi deciso di seguire la mia vocazione per la creatività e da lì non mi sono più fermata. Ho frequentato un master in illustrazione editoriale presso il Mimaster di Milano e ora attendo di laurearmi in Design della Comunicazione alla NABA di Milano. Al momento mi occupo di illustrazione e grafica come freelancer.»

 

STUPID
Illustrazione per It’s Nice That.
La stupidità per me ha un’accezione assolutamente positiva ed è uno degli ingredienti segreti del mio lavoro. Credo che, paradossalmente, ci voglia una certa intelligenza e ricercatezza nell’essere stupidi. Ho sempre paura di scadere nella banalità. Vorrei che tutti, guardando una mia illustrazione, dicessero: “Non avevo mai pensato a questa cosa”! Se succede, vuol dire che ho colto nel segno.

HOLY POP ART
Grafica su t-shirt per Teeser.
Se mi dicono disegna la prima cosa che ti passa per la testa non ho dubbi: combino la cultura pop con l’arte sacra. Sono sempre stata affascinata dalle icone religiose e mi diverte molto l’idea di dar loro una veste contemporanea. Nei miei deliri di onnipotenza c’è il sogno, un giorno, di inventare una chiesa dove si veneri il pop.

LAVONA
Illustrazione per la festa della mamma.
Durante la festa delle mamma si vedono sempre biglietti super sdolcinati e messaggi da provocare il diabete. Io stavolta ho voluto omaggiare una delle peggiori mamme on-screen di sempre: LaVona Golden del film I, Tonya, interpretata da Allison Janney. Una stronza ineguagliabile che però mi è rimasta impressa.

THE YOUNG POPE
Progetto personale.
Sempre tornando in tema pop, una delle serie tv a mio avviso più spettacolari degli ultimi anni è The Young Pope di Paolo Sorrentino. Vederla mi ha cambiato la vita. Inoltre penso che se nella realtà il papa fosse Jude Law tornerei ad essere cattolica in un istante.

NINO
Illustrazione per la mostra Italianisimm’ alla Reggia di Portici di Napoli.
Mi è stato chiesto di realizzare un ritratto di Nino D’Angelo e non ho avuto esitazioni. Dovevano esserci tanti biondissimi Nino con maglioni dai colori improbabili. Perché di trash non ne ho mai abbastanza.

WEB* BehanceDribbleIG