FESTIVAL
*LAGO FILM FEST 2018

by Redazione DATE*HUB

Lago Oggi. Lago Right Now.

Sempre più cinema da tutto il mondo, ma anche danza, musica, performance ed incursioni gastronomiche. Molti gli ospiti internazionali ma anche tanto cinema e musica italiana.
Torna, dal 20 al 28 luglio, per il quattordicesimo anno consecutivo Lago Film Fest – festival di cinema indipendente e creatività espansa, manifestazione culturale che si propone di conciliare arte, ambiente, musica e cultura in un unico festival nel suggestivo borgo di Lago – comune di Revine Lago, in provincia di Treviso – che lo contraddistingue e lo rende un modello di riferimento in Europa.
Al ricco palinsesto di film in concorso , selezionati tra i più di tremila cortometraggi provenienti da ottantasei paesi del mondo, si aggiungono le consolidate performance di danza del Lago Dance Fest , le proiezioni speciali e i focus tematici; e inoltre le esibizioni musicali di vari artisti al Lago Live Music , i laboratori per adulti e bambini , gli incontri e le degustazioni .

Nove giorni di attività intense e stimolanti distribuite durante l’arco di ciascuna giornata, che vi permetteranno di immergervi completamente nel festival e nella sua magica atmosfera. Commenta Viviana Carlet , direttrice artistica e fondatrice del festival: “Quattordici anni e ci sentiamo poco più che teenager, con una voglia e una curiosità di scoprire e capire sempre nuove cose, conoscere e comprendere mondi e persone diverse, perchè crediamo che “la conoscenza sia un antidoto contro la paura” (R. W. Emerson).  E abbiamo bisogno di crescere non da soli, ma con la comunità tutta, per creare un reale luogo di incontro, dedicato alla formazione e alla fruizione culturale, con un’attenzione alla produzione artistica legata all’arte site specific e alla partecipazione attiva.”
Continua Carlo Migotto , direttore del festival con Viviana: “La chiave del successo del festival è il livello artistico molto alto dei contenuti proposti, frutto di un anno di ricerca, unito alle location suggestive del centro storico di Revine Lago che rende il festival un’esperienza unica, capace di attrarre un pubblico eterogeneo. Paesaggio, interazione, contaminazione e comunità. Sono le parole chiave che riassumono il processo creativo che sta alle spalle del festival”.

LA GIURIA E GLI OSPITI INTERNAZIONALI
Anche quest’anno una giuria internazionale d’eccezione avrà il compito di premiare i migliori film in competizione. Ecco la giuria della 14^ edizione: Rachel Lang , regista francese, vincitrice del premio Pardo d’Argento al festival di Locarno nel 2010, autrice del lungometraggio Baden Baden eattualmente impegnata nella realizzazione del suo nuovo film, intitolato Mon Légionnaire ; Marie Grahtø Sørensen , promettente regista svedese, autrice di tre cortometraggi – Daimi, YOLO, Teenland – e di un primo lungometraggio di cui ha appena ultimato le riprese, Teenage Jesus, progetto vincitore all’Atelier di Cannes 2017; Camilla Semino Favro , attrice teatrale e televisiva italiana, già volto della serie 1993 accantoa Stefano Accorsi e Miriam Leone e diretta al cinema da Nanni Moretti eFrancesca Comencini; l’inglese Suzy Gillett, curatrice negli anni perInstitute Français e altre realtà di spicco, attualmente formatrice digiovani programmer al Barbican Centre di Londra e docente alla ScuolaHolden di Torino; Szymon Stemplewski, artista, curatore e programmer,creatore di numerosi progetti artistici e culturali e Direttore di ShortWaves Festival, festival internazionale del cortometraggio con sede aPoznan.
Alla giuria internazionale si aggiunge come ogni anno la giuria popolareche assegnerà il premio del pubblico, e la giuria dei bambini che assegneràinvece il premio UNICEF .
Per quanto riguarda la sezione Veneto , i giudici saranno la padovana Martina Melilli ,filmmaker e artista visiva; Emanuele Kabu , artista indipendente, disegnatore e animatore di Belluno; Igor Imhoff , digitalartist e docente all’Accademia di Belle Arti di Venezia.

I FILM IN COMPETIZIONE
Selezionati tra oltre 3000 corti provenienti da 86 paesi del mondo, verranno proiettati nei nostri schermi oltre 200 film, suddivisi tracompetizione ufficiale, retrospettive e focus.Tra i titoli internazionali spiccano Min Börda , premiatissimo ed esilarantemusical depressivo di Niki Lindroth von Bahr, già costumista per il videomusicale Blackstar di David Bowie; Hair Wolf di Mariama Diallo, migliorcortometraggio americano al Sundance Film Festival 2018; Personal Truth diCharlie Lyne, documentario su un’incredibile allucinazione collettivaavvenuta durante le elezioni presidenziali americane del 2016.
La sezione Nuovi Segni propone quest’anno, tra gli altri, il cortometraggio Dead. Tissue. Love. di Natasha Austin-Green, indagine provocatoriasull’attrazione femminile per la necrofilia; e il lungo, delirante viaggiodi Solar Walk, animazione dell’ungherese Rèka Bucsi già premiata alFestival del Cinema di Berlino 2018.
Tra i corti nazionali figurano il documentario Mon amour mon ami di Adriano Valerio, in anteprima alla Biennale Cinema di Venezia nel 2017; Magic Alpsdi Andrea Brusa e Marco Scotuzzi, con un insospettabile Giovanni Storti -del trio comico Aldo, Giovanni e Giacomo – in chiave drammatica; e That’sla vie di ZERO, premiato come miglior cortometraggio realizzato in 48 oreal 48 Hour Film Project e vincitore del premio Fatto Quotidiano.
Nella sezione dedicata alla regione Veneto spicca L’ombra della sposa diAlessandra Pescetta , premiato con il Nastro d’Argento per l’innovazione ela ricerca nel linguaggio.

L.O.S.T.
Torna anche quest’anno l’appuntamento con LOST, Lago Original Soundtrack,macroprogetto che offre al pubblico l’opportunità di approfondire lasinergia tra musica e cinema.In un contesto più che mai arricchito di performance, concerti e sonorizzazioni live, anche in questa edizione, una giuria inedita, compostada Max Viale, Lorenzo Tomio, Thomas Giorgi, Giulio Ragno Favero e dalMaestro Federico Savina, avrà il compito di premiare il cortometraggio conmiglior colonna sonora e miglior sound design tra quelli proposti nellasezione Nazionale.Al concorso si affianca un ricco programma musicale, costituito da più diventi concertidi artisti italiani e stranieri, a cui si aggiungono seminari sonori eworkshop.
Non ultimi, il focus sul videoclip musicale Smemoranda , curato da ZERO, eItalia, anni dieci, talk sullo stato dell’arte del videoclip musicaleitaliano, tenuto da Renato Fontana.

DANZA E PERFORMING ART
Il Lago Dance Fest continua a crescere in maniera esponenziale, con un ricco programma di performance di danza contemporanea e il programma speciale Moving Bodies.La danzatrice Francesca Poglie cura anche quest’anno lo spazio dedicatoalla danza, sia con intricate performance di ballerini che si muoverannoper tutti gli angoli del festival, sia con il programma Moving Bodies:focus dedicato ai dance film, un’unione tra danza e cinema che dà vita acortometraggi che immortalano la poesia dei corpi in movimento di balleriniprovenienti da tutto il mondo.

LE ARTI FIGURATIVE
Giunge ormai al nono appuntamento consecutivo l’ambizioso progetto residenziale di storytelling Diciottocchi. Anche quest’anno, 9 creativiprovenienti da tutta Italia, giungeranno a Lago con l’obiettivo diillustrare il festival attraverso le loro matite e la loro creatività,dando vita ad una cronaca per immagini di questa 14^ edizione del festival.

WEB* www.lagofest.org