5×1#118
*DANIELA SPOTO

by Redazione DATE*HUB

5 illustrazioni raccontate

118esimo appuntamento con 5×1 – 5 opere x 1 artista, la rubrica dedicata ad artisti, illustratori e creativi talentuosi che, di volta in volta, si presentano ai nostri lettori con cinque illustrazioni raccontandocene la storia, le tecnica e tutte quelle curiosità “dietro il foglio… o lo schermo”. Oggi vi presentiamo Daniela Spoto!

Ecco come si racconta a D*H: «Sono Daniela Spoto, sono nata a Nuoro nel 1986. Dopo aver studiato Pittura all’Accademia di Belle Arti di Sassari, mi sono trasferita a Berlino. Poco dopo il mio trasferimento ho capito di volermi dedicare all’illustrazione e ho iniziato a lavorare in questo senso. Sono così nate le prime collaborazioni, mostre e pubblicazioni. Verso la fine del 2016 mi sono poi trasferita Düsseldorf. Ho una grande passione per i libri illustrati, la storia dell’arte e la letteratura. Mentre disegno adoro ascoltare Audiolibri e Biografie, quando non disegno leggo -soprattutto romanzi classici e manga- guardo anime e film vari ed eventuali.

Illustrazione tratta da “Bajo la lengua, bichos”, edito da StendhalBooks (Barcellona).
Nel 2015 ho illustrato le poesie di Uxue Juárez Gatzelu. Uxue era di passaggio a Berlino, capitò per caso al “Comic Invasion” -evento dedicato al fumetto e all’editoria indipendente- dove esponevo alcune mie tavole. Ci scambiammo i contatti e poco tempo dopo mi chiese se potessi essere interessata ad illustrare le sue poesie. È stata una bellissima collaborazione, nata puramente per caso, da cui ho capito due cose molto importanti:
– un libro è il risultato di un lavoro di team, in cui autore, illustratore ed editore hanno ruoli precisi;
– illustrare poesia è ciò che preferisco in assoluto.

“2 Valigie,5 anni”
Nel 2016 ho realizzato in collaborazione con il Circolo sardo di Berlino, un libretto da me scritto e illustrato: “2 valigie, 5 anni”. In “2 valigie, 5 anni” ho raccolto in modo ironico le mie impressioni sui primi mesi di vita berlinese: trovare casa, lavoro, imparare la lingua, confrontarsi con altre abitudini. Del libro sono state realizzate due versioni: una in tedesco e una in italiano.

Nel 2016 ho illustrato la raccolta di Poesie scritte da Marie Franz, “Leuchtkraft”, (Goldblatt Verlag, Berlino).
Una delle illustrazioni è stata selezionata per Annual 2017, la pubblicazione a cura di Autori di Immagini. Altre due tavole hanno ricevuto una menzione di merito dal Jungle Illustration Award 2017.

“Swann” è una delle tavole che ho realizzato nel 2017 per la serie ispirata a “Un amore di Swann”, di Marcel Proust.
Parallelamente ai lavori su commissione, cerco sempre di portare avanti i miei progetti personali. Disegnare per gli altri è piacevole, disegnare per sé stessi è necessario.

“Breakfast” è un’illustrazione della serie “Ikea Rooms”, del 2018.
Negli ultimi anni, o meglio da quando vivo in Germania, mi è capitato di visitare case di amici e conoscenti e di notare come tutti abbiamo gli stessi mobili. La stessa libreria, le stesse tende, gli stessi piatti, in tutti gli appartamenti. Ho pensato fosse molto divertente vivere praticamente tutti nella stessa casa, e mi è venuta voglia di realizzare alcune tavole. Si tratta di disegni realizzati su carta che ho poi colorato digitalmente. Non ho ancora deciso in che direzione concretizzare il progetto ma nel frattempo una delle tavole è stata selezionata per far parte del prossimo calendario di Flow Magazine Netherlands.

WEB* InstagramBehance • danielaspoto.wixsite.com/illustrations