5×1#116
*JESSICA ANTONINI

by Redazione DATE*HUB

5 illustrazioni raccontate

116esimo appuntamento con 5×1 – 5 opere x 1 artista, la rubrica dedicata ad artisti, illustratori e creativi talentuosi che, di volta in volta, si presentano ai nostri lettori con cinque illustrazioni raccontandocene la storia, le tecnica e tutte quelle curiosità “dietro il foglio… o lo schermo”. Oggi vi presentiamo Jessica Antonini!

Ecco cosa ci racconta: «Ciao, sono Jessica Antonini alias JesAnt, sono nata nel 1992 a Foligno, nel cuore della verde Umbria in Italia, lavoro come illustratrice freelance e occasionalmente come artista grafica per un’App di moda.
Dopo aver frequentato un istituto d’arte, mi sono diplomato presso un’accademia di Arti visive la The Sign(ex scuola int. di comics) a Firenze con specializzazione in fumetto. Ma è solo qualche anno dopo quando finalmente ho scoperto i programmi digitali (in particolare Adobe Illustrator), che mi sono avvicinata al mondo dell’illustrazione. Da qualche tempo sono in particolar modo molto indirizzata verso il mondo dell’infanzia.
Ho anche ottenuto un Master in Toy Design all’Italian Design Institute di Milano, per aiutarmi nell’apprendimento di materie e tecniche verso appunto lo scenario infantile.
Le mie illustrazioni sono geometriche, appuntite e piatte e la mia tavolozza è forte, accesa ed espressionista. Non so da cosa dipendano questi gusti stilistici, forse tutte le esperienze vissute fino ad ora mi hanno portato a questo o forse è ancora una fase di passaggio e di studio personale.
Al momento lavoro come illustratrice, designer e grafica freelance, ma nel frattempo cerco di realizzare progetti personali sia di illustrazione che di design di giocattoli o oggetti(sempre illustrati) come hobby  e soprattutto cerco anche quando posso di partecipare a tutti i concorsi, le mostre e gli eventi che mi si presentano davanti, qualche riconoscimento l’ho anche felicemente portato a casa.
Penso che nulla di quello che si fa è vano e quindi che tutto possa anzi essere un elemento in più per arricchire il nostro bagaglio personale.»

1-Raccolta di Ninfee
Questa è una delle cinque illustrazioni realizzate per il contest di illustrazione del Bologna children’s books fair 2018. Il tema scelto è il Vietnam più specificatamente il titolo che gli ho dato è “Hùng-Piccolo vietnamita”, e in ogni immagine è possibile vedere il piccolo Hùng che compie azioni quotidiane tipiche della sua cultura.
Se ve lo state chiedendo ho scelto questo tema semplicemente perché le culture orientali mi piacciono molto ed hanno usanze, costumi e abitudini che inevitabilmente mi attraggono.

 

2-Le scarpette di Poldo
Illustrazione realizzata per un altro contest ovvero “La Scarpetta d’Oro 2017”, con la quale ho vinto la Menzione d’Onore. Il tema era “Ad ognuno la sua scarpa”, ed ho immaginato questa famigliola mentre sta pranzando o cenando, di cui vediamo solo dalla vita in giù, visto che il punto di vista è da sotto il tavolo.
E proprio là sotto c’è spaparanzato il piccolo Poldo, un bassotto un po’ viziatello a cui hanno realizzato a maglia delle scarpette su misura, che forse attende il momento in cui la padroncina gli passi qualche avanzo del suo piatto.

 

3-Play Baby
Questa illustrazione è stata realizzata per “Italianism 2017 Dieci Parole-Design della parola”, ed è stata selezionata tra i 30 migliori lavori che hanno avuto la possibilità di essere esposti presso la sede del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (Farnesina), e presso l’Aula Magna della Facoltà di Architettura della Sapienza (Valle Giulia).
La parola che mi era stata assegnata era “Interazione”, e dopo tanti bozzetti e prove mi è venuta questa idea mentre ascoltavo musica e in tv guardavo un film dove c’era una donna incinta.
Dopo l’evento, la Direzione generale per la promozione del Sistema Paese della Farnesina si è presa carico di produrre il kit di presentazione della mostra e di divulgarlo attraverso la rete degli Istituti Italiani di Cultura nel mondo.
Il primo appuntamento internazionale è stato a Gerusalemme, il 1 marzo 2018, in occasione della giornata internazionale del design italiano.

 

4-Desiderio in una Scia
Altra illustrazione altro contest, in questo caso il “Premio Sergio Fedriani” edizione 2017, dove il mio lavoro ha vinto il secondo premio. Il tema era “Voglia di partir” ed ho preso spunto da quella voglia inesorabile che tutte le volte mi viene quando guardo la scia di un aereo che passa, e mi chiedo chissà da dove è partito e chissà dove è diretto. E così è nata questa illustrazione, che è stata in mostra per ben un mese al Palazzo Ducale a Genova.

 

5-Nascondino
Illustrazione realizzata per il concorso indetto da “AIB-Associazione Biblioteche Italiane”, che ha vinto il primo premio ed è stata esposta al loro stand durante il “Bologna Children’s Books Fair 2018”.
Il tema era “Biblioteche in Gioco”, all’inizio mi erano venute in mente mille idee complicatissime e ho realizzato mille bozzetti.
Poi ho pensato ad uno dei più antichi e conosciuti giochi, ovvero il Nascondino. Così ho rappresentato questi bambini che semplicemente giocano a nascondersi tra gli scaffali della Biblioteca, mentre chi di turno conta e aspetta il momento giusto per partire alla ricerca dei suoi amici.

WEB* jessicantonini.wixsite.com/jesantart • BehanceFBIG