5×1#82
*MICHELE BRUTTOMESSO

by Redazione DATE*HUB

5 illustrazioni raccontate

Torna l’appuntamento con 5×1 – 5 opere x 1 artista, la rubrica dedicata ad artisti, illustratori e creativi talentuosi che, di volta in volta, si presentano ai nostri lettori con cinque illustrazioni raccontandocene la storia, le tecnica e tutte quelle curiosità “dietro il foglio”. È la volta di Michele Bruttomesso, astro nascente che si è assicurato un posto nel gotha dell’illustrazione grazie alla vittoria del concorso Saranno Illustri 2017.
Ecco come si racconta nella sua biografia: «È nato nel 1991 a Vicenza. Si occupa di illustrazione sia in contesti editoriali che commerciali. Le sue illustrazioni sono apparse su  numerose testate online, oltre che fanzine ed autoproduzioni. Fa parte del collettivo Super Squalo Terrore e collabora con il Treviso Comic Book Festival. Nel 2017 l’Associazione Illustri l’ha selezionato come uno degli 11 giovani talenti dell’illustrazione italiana. Vive a Treviso, dove lavora anche come Graphic e UI designer per lo Studio co.me, e adora le canzoni tristi tanto quanto le colazioni abbondanti.»

Rio Olympic Games
Questa è la prima di una serie di illustrazioni realizzate per un articolo di Soccer Illustrated sui Giochi Olimpici del 2016; ritrae il Team Refugees. È stato in assoluto uno dei primi lavori editoriali “veri”, di quelli che corri a vedere in edicola appena escono. Una delle prime volte in cui ho realizzato che potevo realmente fare l’illustratore.

Elliott Smith
Da quattro anni curo una rubrica mensile sulla webzine musicale Gold Soundz in cui disegno il disco più atteso o chiacchierato del mese. Negli anni ho avuto modo di cimentarmi con molti degli artisti che hanno segnato la mia vita, ma quando si è presentata l’occasione di disegnare Elliott Smith non sapevo bene come arontarla; un po’ perché per me è il più grande di tutti, un po’ perché era importante trasmettere una certa intimità, e realizzare qualcosa di vicino alle sue disarmanti canzoni. Credo che tutta questa mia emozione un po’ si colga.

Hop Along
Questa era l’immagine di un poster realizzato per il tour italiano di una band statunitense, gli Hop Along. La cosa interessante è che con il tempo ha cominciato a vivere liberandosi del contesto in cui era nata, ed è stata una delle opere che mi ha permesso di vincere il concorso di Illustri.

Sushi at the airport
Quest’illustrazione accompagnava un articolo di Pixarthinking sulla daily routine surreale negli aeroporti. Ho cercato di restituire in primis una determinata atmosfera, a dierenza di molti altri lavori in cui tutto si regge sul concept o sui personaggi. Ho adottato un approccio per me inusuale, ragionando fin dall’inizio su colori e prospettiva, e l’illustrazione è nata seguendo un iter per me completamente nuovo.

10 WAYS TO USE YOUR BUTT
Avevo bisogno di un progetto personale che mi permettesse di far pratica con le gif, sperimentando modalità di disegno diverse. I progetti personali, però, sono rischiosi: spesso ci si accorge troppo tardi di non avere tempo a sucienza per portarli a termine, e si finisce col lasciarli incompiuti. A meno che non siano estremamente divertenti! Cosa c’è di più buo di un paio di chiappe intente a “fare cose”? La serie completa si può vedere su instagram seguendo l’hashtag #10waystouseyourbutt.

WEB* www.behance.net/michelebruttomessoTwitterInstagram