MUSIC
* SIREN FESTIVAL

by Redazione DATE*HUB

Altro che il canto delle sirene!

È considerato uno dei festival italiani più interessanti a cui partecipare durante l’estate e comincia domani 27 luglio a Vasto (CH). Stiamo parlando del Siren Festival, un evento promosso da DNA Concerti e dall’Associazione Stardust Productions, che per quattro giorni, ovvero fino al 30 luglio, porterà musica e relax su 6 palchi per un totale di oltre 30 live, con corredo di dj set, ottimo cibo e vista sul mare.

A dir poco entusiasmante la line-up di questa edizione, a cominciare dagli Allah Las, che cavalcano l’onda lunga dello psych-pop della West Coast, proseguendo con il dj set di Apparat e terminando con la formazione scozzese degli Arab Strap, che si sono riuniti giusto lo scorso anno facendo impazzire di felicità migliaia di fan. A far contento il pubblico attento alla musica italiana, a Vasto ci saranno anche i Baustelle che porteranno on stage il loro nuovo (e bellissimo!) album “L’amore e la violenza”: un appuntamento imperdibile per chi non ha ancora avuto modo quest’anno di ascoltarlo live.

La band toscana sarà in buonissima compagnia. Tanti, infatti, sono gli artisti italiani della scena indipendente presenti al Siren: il cantautore Andrea Laszlo de Simone, Colombre, il progetto indie-pop che inaugura l’esperienza da solista di Giovanni Imparato dei Chewingum, i Francobollo, il fenomeno di Gazzelle, il songwriting psichedelico di Giorgio Poi, senza dimenticare il post-punk dei Gomma, l’elettronica di Populous, Nuccini e Clementi con i Quattro Quartetti.

Tanta ricchezza di proposte italiane non deve trarre in inganno perché se c’è una qualità del Siren Festival è proprio quella di portare in Italia ogni anno nomi stranieri importanti e, oltre quelli già citati, la line-up prevede Daniel Miller, Trentemøller e i TaxiWars, capitanati da Tom Barman, leader dell’amata band dEUS, che a Vasto si presenteranno il primo giorno del Festival con un fenomenale trio jazz composto dal sassofonista Robin Verheyen da Nicolas Thys al basso e Antoine Pierre alla batteria.

Se tutto questo ancora non bastasse a prenotare le ultime camere rimaste libere nella bella cittadina abruzzese, non dimentichiamo che a Vasto c’è anche il mare e che, per la prima volta quest’anno, è possibile acquistare insieme l’abbonamento al Siren e l’abbonamento alla Siren Beach per vivere il festival in tutta comodità e non perdersi neanche un minuto di musica. Insomma, non c’è tempo da perdere, che si salti in macchina ora!

WEB * www.sirenfest.com – www.dnaconcerti.com