5×1 #62
*OHMYBOOT

by Redazione DATE*HUB

5 illustrazioni raccontate

Continua su DATE*HUB la rubrica dal titolo 5×1 – 5 opere x 1 artista dedicata a giovani creativi che si presentano ai lettori con cinque illustrazioni raccontandoci “la storia, i come e i perché” delle opere che loro stessi hanno selezionato come “biglietti da visita”.

gianzo

Oggi tocca a un illustratore e “maker” di roma. Ecco cosa ci dice di lui e delle sue opere:
«Ciao sono Gianluca Azzena, un graphic designer romano. Sono qui per parlarvi della mia linea di abbigliamento a marchio “Ohmyboot”. Oh my boot è un’esclamazione iconica che vuol dire “oh mio stivale”. In questo caso specifico lo stivale rappresenta l’Italia che notoriamente è la forma che viene attribuita al nostro paese. Il concept alla base del marchio è quello di rappresentare attraverso delle grafiche/illustrazioni vettoriali, la cultura e le personalità (spaziando dal cinema, al teatro, alla letteratura…) che, nei secoli, hanno reso l’Italia e gli Italiani famosi in tutto il mondo. Ogni illustrazione racconta una storia tutta Italiana utilizzando un linguaggio iconografico che prende spunto dal mondo dei fumetti, dei graffiti e dei cartoon. Inoltre, ogni capo è stato pensato e realizzato totalmente in Italia per rafforzare ancor di più il concetto di “Made in Italy”. Inizio col raccontarvi, attraverso 5 illustrazioni, come è nata l’idea…».

Stampa

1* In questa illustrazione ho voluto rappresentare l’eccellenza italiana in fatto di cinema. È stata la prima immagine che ho visualizzato nella mia mente e che mi ha dato il LA per iniziare a realizzare tutte le altre. Questo è Sergio Leone, uno dei registi italiani che ha praticamente reinventato un genere e che ha trasmesso il suo modo di fare cinema a tante generazioni di registi a venire. Qui l’ho rappresentato come se fosse un personaggio dei fumetti con il suo faccione e il sigaro in bocca, circondato da oggetti riconducibili al cinema e al genere western in particolare.

Stampa

2* In questa illustrazione si parla di teatro e più in particolare del dramma di Pirandello “6 personaggi in cerca d’autore”. I sei personaggi (Madre, padre, figlio, figliastra, bambino e bambina) sono schierati uno dopo l’altro come su un palcoscenico e sotto di loro la scritta “Madhouse!”. “Manicomio” fu la parola che molti spettatori gridarono alla fine della prima rappresentazione dell’opera. Mi divertiva sottolineare come uno dei capisaldi del teatro moderno venne inizialmente accolto come qualcosa di grottesco, a tratti scandaloso.

pinocchio-tshirt

3* Pinocchio è una fiaba famosa in tutto il mondo ed è stata scritta da un Italiano. Non potevo non rendere omaggio a Carlo Collodi insomma. In ognuna delle nostre Tshirt, al’interno del collo, è stampata una breve bio/descrizione di quella che è l’opera o il personaggio rappresentato, come in questo caso il nostro beneamato burattino.

Stampa

4* In questa illustrazione ho voluto rappresentare il 3° girone dell’inferno Dantesco, quello dei golosi. Cerbero, cane a tre teste, fa la guardia circondato da donuts e chupa chups, mentre bocche fameliche cercano di addentarle. Ogni testa dell’orrenda bestia si riferisce a un aspetto che governa le anime dei dannati che sono “Gloria, Potenza e Ricchezza”. Questa è forse l’illustrazione che preferisco fra tutte quelle stampate finora.

hawkssparrows-tshirt

5* Tornando a parlare di cinema, questa illustrazione è dedicata al film di Pier Paolo Pasolini “Uccellacci e Uccellini“. Il corvo parlante è sostanzialmente il protagonista del film. Portatore di salvezza in un modo ormai alla deriva, viene brutalmente fatto fuori da Totò e Ninetto. Anche qui, ho voluto giocare molto con l’iconografia utilizzando elementi che provengono direttamente dal film, come l’ombrello o il cappello indossati da Totò e le frasi pronunciate dall’uccello.

Per chiudere, ci tengo a sottolineare che ogni Tshirt è stampata rigorosamente in serigrafia e in maniera del tutto artigianale. Questo, a mio avviso, conferisce un valore aggiunto e avvalora ancor di più il concetto alla base del marchio. Insomma, queste che ho raccontato sono solo 5 delle illustrazioni che compongono la linea “ohmyboot clothing”. Chiunque abbia voglia può scoprirle tutte su ohmyboot.it

WEB* www.ohmyboot.it