COMICS
* LUCCA COMICS&GAMES

by Redazione DATE*HUB

50 anni e non sentirli

Compie 50 anni quest’anno il Lucca Comics&Games e lo fa con un’edizione a dir poco strepitosa, che non a caso si chiama “Gold” per celebrare le nozze d’oro tra Lucca e il Fumetto. Era il secolo scorso, ovvero il lontanissimo 1966, quando nasceva quella che sarebbe diventata la principale manifestazione italiana dedicata al fumetto, al cinema d’animazione e all’illustrazione, arricchitasi negli anni successivi ai nuovi mondi del gioco, al videogioco e dell’intrattenimento intelligente. Passa mezzo secolo e Lucca Comics&Games è ancora più ricca e sempre più speciale a partire dalla durata, che sarà di cinque giorni (da venerdì 28 ottobre a martedì 1 novembre).

manifesto-2016

Prezioso è il manifesto dell’edizione 2016, realizzato da Zerocalcare. Il popolare autore della “Profezia dell’Armadillo”, di “Un polpo alla gola” e del recentissimo “Kobane Calling”, ha creato un’immagine di forte impatto emozionale, una nuova scanzonata supereroina corredata di un armamentario dorato, mentre mima con una mano il numero 5 e con l’altra lo zero, a comporre il numero 50, in una posa che diventerà sicuramente virale tra i visitatori della manifestazione. Ma è anche lo zero simbolo di “Ok” e forse è anche l’abbreviazione di Zerocalcare, che ha saputo unire la tradizione dei manifesti puramente “disegnati” nero su bianco, alla modernità del soggetto e della sua espressività. A Zerocalcare, ospite durante la manifestazione, sarà dedicata una mostra a Palazzo Ducale, in cui si potranno ammirare le tavole originali delle sue storie più popolari, dal blog ai graphic novel, e anche i suoi primi lavori underground.

lucca-comics-and-games-05-1150x748

Non solo Zerocalcare, ovviamente. Per questo importante anniversario sono in preparazione una serie di iniziative improntate a scrivere un nuovo capitolo di questa storia e a lasciare un prezioso segno nella memoria di tutti: visitatori, espositori e ospiti. Tra queste spicca il Golden Globe, una cupola geodetica dorata al cui interno si potrà vivere una vera “Lucca Experience” ripercorrendo la cavalcata di questi cinquant’anni e ammirare la Walk of Fame, ovvero le impronte delle mani lasciate dai grandi del fumetto e dell’intrattenimento intelligente, che diventeranno presto la Via dei Comics, un vero e proprio percorso sulle Mura, senza paragoni in Europa.

schermata-11-2457329-alle-00-43-49

Joan Cornellà

Naturalmente sono talmente tante le iniziative per festeggiare le “nozze d’oro” che sarebbe impossibile elencarle tutte. Protagonista rimarrà comunque il fumetto con decine di ospiti in arrivo da tutto il mondo, centinaia di autori accreditati e centinaia di espositori tra case editrici e fumetterie. Quest’anno il settore Comics, ad esempio, proporrà 3 incredibili mostre a Palazzo Ducale, come sempre ad ingresso gratuito. La prima quella di Frank Cho che, dopo aver creato la mitica serie di “Liberty Meadows”, ha portato a nuove vette i personaggi Marvel. Seguirà Joan Cornellà, un vero e proprio caso letterario e di costume in Spagna: discusso e discutibile, irriverente e smaliziato, il suo lavoro rielabora in chiave pop fintamente infantile tematiche corrosive e disturbanti, ma che ci toccano in profondità con uno stile unico e immediato. Infine, un big delle matite di casa nostra, Casty, che dopo aver accompagnato i lettori di Cattivik e Lupo Alberto, da anni è diventato una delle firme più originali e riconoscibili di Topolino.

schermata-2016-10-22-alle-09-52-43

Antoine Bauza

Per l’universo Games, il Padiglione Carducci ospiterà il gioco da tavolo e la narrativa mentre il videogioco si espande verso il polo San Donato. I tre Guest of Honor d’eccezione sono Tony DiTerlizzi, illustratore amatissimo dai giocatori di Dungeons&Dragons e di Magic, al quale sarà dedicata una mostra personale a Palazzo Ducale; Brandon Sanderson, “erede” di Robert Jordan e della tradizione della letteratura fantasy classica; Antoine Bauza, uno degli autori di giochi più interessanti del momento, vincitore del Gioco dell’Anno 2014 con il gioco da tavolo dedicato al “Piccolo Principe”. Infine, un gradito e atteso ritorno: quello di Terry Brooks.

yellow_kid

In occasione del Cinquantenario, inoltre, una grande notizia: Yellow Kid torna a casa. Il Comune di Lucca accoglie il ragazzo simbolo del Salone Internazionale dei Comics, del cinema d’animazione e dell’illustrazione, grazie all’accordo siglato con il centro di studi iconografici Immagine, che ha ceduto alla città tutto il proprio patrimonio culturale, fatto di manifesti, documenti d’archivio e dei diritti del mitico Yellow Kid, affinché lo conservi e lo valorizzi tramite il Museo del Fumetto.

E il programma potrebbe non finire più, considerando l’anteprima nazionale di “One Piece GOLD“, la riapertura del Family Palace, il ritorno della regina di sigle TV Cristina D’Avena, la presenza dell’illustratore francese del momento Benjamin Chaud (anche in mostra a Palazzo Ducale), la 3° edizione del Cartoon Music Contest e l’imperdibile appuntamento della Japan Town, in collaborazione con l’Ambasciata del Giappone.
D’altronde, i 50 anni insieme bisogna viverli piuttosto che leggerli, quindi abbiamo preparato i bagagli e tutto il resto ve lo racconteremo al rientro.

WEB * www.luccacomicsandgames.com