ILLUSTRAZIONE
*ALESSANDRO RIPANE

by Rossana Calbi

L’illustratore che disegna cose che si sciolgono

1-bonobolabo-iddante-web

Lussuria, superbia e avidità sovrastano il volto di Dante: sono le tre fiere che giocano con il sommo poeta. Loro che lo condussero di fronte al lungo cammino, che furono l’origine di tutti i mali di cui il nasuto stilnovista si dovette liberare adesso stanno sulla sua faccia e continuano a stuzzicarlo, forse è solo una piccola vendetta da parte di Alessandro Ripane che libera il poeta esiliato dal solito profilo standardizzato facendolo anche giocare con i suoi e i nostri vizi. L’artista genovese è uno dei protagonisti della mostra Il volto di dante per una traduzione contemporanea, un progetto espositivo a cura di Maria Vittoria Barelli in collaborazione con Bonobolabo: la mostra, che prevede l’intervento di trentasei artisti, ricorda i mille volti del poeta sepolto nella città di Ravenna, nell’antica signoria dei Traversari, dal 18 settembre la collettiva è ospite della Biblioteca di Storia Contemporanea Alfredo Oriani.

2-exit-voto-san-siro-b-w-web

E come Dante fu impietoso con le figure del clero condannandole a pene infinite, così Ripane continua a ironizzare, o forse no, con i santi: per EXIT VOTO, in mostra per la galleria romana Parione9 e in fase di trasformazione in un progetto editoriale, tra più di cento santi lui ha raccontato il suo San Siro come un hooligan. Rimaniamo in attesa del suo prossimo santo, ma siamo certi che sarà anche più drastico e sovversivo, altrimenti l’attesa sarebbe vana.

10-lago-film-fest-illustration-web

4-guida-allascolta-teatro-della-scala-web 

* Quali sono i riferimenti che hai voluto raccontare nel tuo San Siro per EXIT VOTO?
Ho cercato di conciliare la mia fede religiosa con quella calcistica! Scherzo, sia la fede religiosa che l’interesse verso il calcio sono due cose che ho “praticato” da molto piccolo, con risultati sempre disastrosi in entrambi i casi. Forse ero più bravo a calcio però! Mi sono divertito moltissimo a realizzare l’opera (anche se ammetto che la scelta del santo è stata abbastanza ostica) per la mostra EXIT VOTO, è stato tutto molto naturale, non appena ho pensato a San Siro mi è subito venuto in mente il calcio, ho solo cercato di unire questi due mondi nel modo più logico e divertente possibile.

5-violetta-zironi-semplice-cover-web

* La differenza nella partecipazione a una mostra con un tema e la realizzazione di un’illustrazione per un progetto editoriale?
Dipende profondamente dalla commissione e dal cliente, in linea di massima quando ho partecipato a mostre, esposizioni e simili sono sempre stato più libero di interpretare il tema a mio piacimento, ed è molto divertente perché ti permette di poter spingere parecchio al limite alcune argomentazioni o tematiche. Nel lavoro questo è un po’ diverso, credo ci sia proprio una logica diversa e altri concetti e regole da seguire, ma non per questo è meno bello, anzi, mi piace moltissimo confrontarmi su cose nuove e stimolanti. Anche se nella maggior parte dei casi si tratta comunque di disegnare cose che si sciolgono!

6-burrasca-poster-2016-web

* L’ironia, la musica e il cinema, elementi che si combinano nei tuoi lavori, le citazioni che ripeteresti all’infinito e su cosa ti piace scherzare di più?
Non ho un’argomentazione preferita, come del resto non credo che la maggior parte dei miei lavori contengano chissà quale critica sociale o profondità, sono solo cose che mi divertono. Mi ritrovo spesso a disegnare delle storie (raccolte in un libro che si chiama 16 stories di cui ho terminato le copie, magari lo ristamperò) che parlano di marinai che si bucano col pesce spada come fosse una siringa o di persone che hanno un pene-triceratopo, forse è meglio non sapere da dove prendo queste ispirazioni!

8-senza-t-shirts-web

 

7-kinphonic-free-release-web

* Qual è la tua esperienza nei festival d’illustrazione?
In realtà non ho partecipato a molti festival (di persona, i miei lavori hanno viaggiato parecchio invece, beati loro), visto il ritmo piuttosto scarso col quale produco materiale autoprodotto (anzi, ne approfitto per scusarmi di tutti i pacchi che ho tirato ultimamente, sto finendo le scuse disponibili), ma sono state sempre esperienze molto molto belle. Credo che molti di essi (dal Crack Fumetti Dirompenti a Roma al Filler a Milano, e tantissimi altri, che non cito ma ugualmente fichissimi) siano stati fondamentali per la mia crescita, ho conosciuto e ho avuto modo di confrontarmi con persone fantastiche e ho visto da vicino dei prodotti di qualità ottima che tutt’ora sono per me fonte d’ispirazione. Ultimamente sono stato invitato a parecchi festival, ma ho dovuto rifiutare perché in questi ultimi due anni ho lavorato a tutt’altro (sempre nell’ambito dell’illustrazione), spero di poter tornare presto con roba nuova!

9-paradiso-vinyl-club-t-shirt-web

WEB * http://alessandroripane.com