FESTIVAL
*FUOCHI FATUI

by Redazione DATE*HUB

Con il fuoco nelle vene

Leggende, storie e credenze sulle creature che popolano le montagne bellunesi: onirismo, fantasia, narrazione e tradizione sono le suggestioni della quinta edizione di Fuochi Fatui Festival, progetto di suoni e visioni che dal 2012 restituisce a vita nuova la parte sommitale del centro storico di Feltre, cittadina delle Dolomiti dai forti connotati rinascimentali, ma con una storia alle spalle ben più lontana nel tempo.

Castello di Alboino2

In programma giovedì 1, venerdì 2 e sabato 3 settembre nella corte del Castello di Alboino, l’edizione 2016 ospiterà nove illustratori e sei formazioni e/o musicisti, quest’anno molti veneti, che accompagneranno i centinaia di partecipanti attesi lungo un percorso scosceso tra musica e proiezioni, con le vette feltrine a fare da contraltare insieme alle mura antiche.

FF2015 (12)

A seguire l’inaugurazione ufficiale di giovedì 1 alle 18.30 a palazzo Borgasio, il programma prevede un live painting di Anonima Impressori che, nelle due giornate successive del festival, dalle 9 alle 18 circa, terrà anche un workshop dal titolo “Saluti da Feltre” con l’obiettivo di far conoscere tipografia, materiali, tecniche, di fare un registro di stampa e, infine, di sviluppare un progetto proprio.

Anonima Impressori

Venerdì sera cominciano i suoni e le visioni in una combinazione che alle 21 mette sul palco Any Other, seguita alle 22 da Krano e alle 23 dalla band romana La Batteria. Contemporanea la proiezione sulle mura di Alboino di animazioni realizzate da Giulio Castagnaro, Filippo Fontana, Margherita Morotti ed Elica Macellari. Sabato 3 settembre alle 21 tocca invece a Higuita Doom, seguito alle 22 da Novamerica e alle 23 dall’attesissimo Cosmo. A incorniciare la serata di chiusura del festival le animazioni di Gio Pastori, Andrea Chronopoulus, Giordano Poloni e Alberto Fiocco con Claudio Marcon.

FF2015 (8)

Il tema dell’edizione di quest’anno è una piccola mitologia delle Dolomiti. Una tradizione orale fatta di storie che facevano sognare i bambini tra fascino e paura, tra personaggi curiosi, stregonerie ed eventi sovrannaturali. A discapito del suo profilo imponente e immobile, la montagna è sempre stata percepita dai suoi abitanti come cosa viva, una forza della natura di cui aver timore e a cui rapportarsi con rispetto reverenziale. Il rapporto uomo – natura è centrale in queste leggende, che avevano la funzione di delimitare l’ambito di azione dell’uomo, per non destare le ire magiche e misteriosi della montagna.

FF2015 (16)

Ideato dall’associazione culturale Visioni per valorizzare e ridare vita in modo inedito e originale a spazi poco usati ma dall’alto valore storico, artistico e architettonico, Fuochi Fatui è una proposta culturale curata in ogni dettaglio e anche quest’anno, come dalla prima edizione, è a ingresso libero.

WEB * www.fuochifatuifestival.it