FESTIVAL
*SIREN FEST

by Redazione DATE*HUB

Il canto del Siren

Anche quest’anno il Siren Fest di Vasto si conferma essere uno degli appuntamenti estivi con la musica a cui sarebbe un delitto mancare. Dal 21 al 24 luglio nella piccola cittadina costiera in provincia di Chieti si esibiranno una serie di nomi impressionanti ed è oggettivamente difficile non emozionarsi all’idea di vedere sullo stesso palco nel giro di pochi giorni The Editors, The Notwist, The Thurston Moore Group, Adam Green, I Cani, Gold Panda e tanti altri.

Locandina

L’emozione comincia il 22 luglio con gli Editors, l’amatissima band inglese che ad oggi ha venduto oltre 2 milioni di dischi nel mondo. Dopo averci sorpreso con il brano No Harm, posto in un luogo segreto su un sampler della Play It Again Sam e rintracciato online da alcuni fan, e dopo averci fatto ascoltare un brano di 7 minuti come Marching Orders (distribuito in 300 copie limitate via Oxfam), il gruppo porta a Vasto il nuovo album dal titolo In Dream, uscito lo scorso ottobre, il secondo con la nuova line up (Justin Lockey ed Elliott Williams sono ormai parte integrante degli Editors con Tom Smith, Russell Leetch ed Ed Lay), il quinto dall’esordio.

Editors

Come se non bastassero gli Editors a comprare immediatamente un biglietto per il Siren, venerdì 22 sono previsti anche quel piccolo genio newyorkese di Adam Green, capostipite della generazione anti-folk americana, che ha già 9 album all’attivo e viene in Italia a presentare il disco Aladdin; il nostrano Cosmo, che fa convivere una scrittura spiccatamente pop con un’attitudine all’universo della musica da club; il producer di Los Angeles Nosaj Thing, al secolo Jason Chung, con la sua incessante ricerca del nuovo; nonché gli indimenticabili pionieri del dream pop A.R. Kane, il duo musicale inglese costituito da Alex Ayuli e Rudy Tambala formatosi nella zona di East London nel 1986, ispiratori e diretti antecedenti di band come My Bloody Valentine e Slowdive.

Nosaj

Il 23 luglio arrivano invece per la loro unica data in Italia The Notwist che eseguiranno il capolavoro NEON GOLDEN, pubblicato nel 2002, indimenticabile per i fan del genere, insieme al loro ultimo album Close to the glass. Stessa sera anche I Cani, la band-non-band capitanata dal musicista Niccolò Contessa, che quest’anno ha sfornato un album, Aurora, già considerato come uno dei casi discografici più importanti di questo 2016. Poi, solo per citare qualche talento indiscutibile, Gold Panda, che ormai non può più essere considerato un esordiente, ma semplicemente va annoverato tra gli artisti elettronici più importanti della sua generazione, e Thurston Moore, ex leader dei Sonic Youth, che torna in Italia con la sua band reduce dal successo dell’ultimo bellissimo album Best Day.

I_cani

Si potrebbe continuare per sempre nell’elenco dei nomi del Siren e forse, invece, vale la pena ricordare che l’ambizioso progetto di questo festival nasce dalla lungimiranza di Louis Avrami, un americano del New Jersey che da vent’anni passa le sue estati sulla spiaggia della cittadina abruzzese, dove c’è il monumento chiamato comunemente la sirenetta e al quale il festival deve il suo nome.

VASTO SIREN FESTIVAL 2015

Il cartellone, quindi, risulta impreziosito dagli scenari “naturali” del centro storico di Vasto: piazza del Popolo, l’Arena delle Grazie, i giardini e il cortile di Palazzo D’Avalos. Il tutto raggiungibile a piedi, mentre di fronte si spalanca lo spettacolo del Golfo d’Oro che si allarga fino ad abbracciare il Gargano.

Scenario

WEB* sirenfest.com