CROWDFUNDING
*NO ADESIVI GRAZIE

by Mirko Zarattin

L’Italia che si attacca

No Adesivi Grazie
Sono Mirko Zarattin, imprenditore di me stesso in vari settori, e da oggi anche attivista per il Belpaese e contro una controcultura vigliacca. Ringrazio DATE*HUB per lo spazio che mi dà, per questo breve articolo che firmo di mio pugno. Ora, si chiederanno in tanti il perchè di trovare le mie parole in un contesto come questo? Perché ho deciso di compiere una scesa in campo, e di farlo con un documentario.

La mia battaglia si chiama “NO ADESIVI GRAZIE”, perché da anni degli incivili usano lo strumento vigliacco degli adesivi per colpire e rovinare la bellezza del Paese più bello del mondo. Siccome sono uno che non sta solo lì a parlare, ma soprattutto agisco, ho creato la campagna “No Adesivi Grazie” (www.noadesivigrazie.it). Dietro agli adesivi così diffusi nelle nostre città, dicono che si rivelino messaggi culturali, o di protesta, a volte di satira sociale. Per me, è solo un modo vigliacco, di lasciare un messaggio e poi scappare senza affrontare. Non voglio più vedere muri, auto, oggetti ricoperti da parole offensive, incomprensibili, a volte anche straniere!
ispezione stickerz col
L’iniziativa “no Adesivi Grazie” vuole raccogliere offerte grazie al crowdfunding per finanziare un piccolo documentario in cui io, Mirko, andrò in persona ad intervistare e conoscere chi c’è dietro gli adesivi più diffusi d’Italia. Capire come sono nati, che cosa vogliono dirci: il mio sogno è intervistare questi vigliacchi, ma anche sperimentare che cosa pensa la gente comune e le istituzioni di me e della mia iniziativa, in giro per l’Italia. A tutti colo che ci sostengono, abbiamo anche pensato di offrire un kit di diffusione, composto da un depliant e dai nostri adesivi ufficiali.

Il nostro documentario è firmato dal team di ZERO: tre videoamatori che in passato ha già fatto una campagna sulla difesa dei lavoratori creativi.
Colleracondivisione pensione
Mi accusano di populismo? Ben venga. Se difendere i nostri muri e le nostre belle città ricoperte di adesivi, ricoprendole coi nostri adesivi è populismo, allora il nostro è un documentario sul populismo e il perbenismo. E sia. Lo ribadisco allora: un mini film indagine che va scavare nella controcultura dell’adesivo usando il badile del populismo. Noi vogliamo farlo, se vuoi sostenerci, ti aspettiamo su www.noadesivigrazie.it .
giphy