STREET ART
*MP5

by Redazione DATE*HUB

Of Changes.

MP5 è tra gli artisti più promettenti e versatili del momento. Nata a Napoli, studia scenografia per il teatro a Bologna e animazione presso la Wimbledon School of Art di Londra .  Attiva fortemente nella scena underground e nella controcultura in tutta Europa, MP5 nell’ ultimo decennio ha strettamente legato il suo lavoro soprattutto al movimento queer e femminista.

WK_MP5_Futurismo-vs-Passatismo_enamel-on-wood_50x50_2016_lr

Dagli studi di scenografia deriva un legame stretto e duraturo con il teatro di ricerca, rintracciabile soprattutto nelle sue installazioni audio/video, ma che continua ad influenzare indubbiamente anche i suoi interventi murali. Le sue immagini in bianco e nero danno forma a miti contemporanei che sottendono una visione critica e politicamente impegnata della realtà.

WK_MP5_Root-of-the-Evil_Mosciano,-Abruzzo_2014

Lavora con poster, illustrazioni, disegni, animazioni video e realizzando interventi nello spazio pubblico. Le sue opere e installazioni sono state esposte in importanti festival e musei nazionali ed internazionali, come la XII Biennale dei Giovani Artisti dell’Europa e del Mediterraneo, la Triennale di Milano, e il MACRO. Ha collaborato nel Regno Unito con la galleria Lazarides ed in Francia con la designer e gallerista Agnès B.;  è stata inoltre tra gli artisti italiani invitati al progetto La Tour 13 a Parigi.  I suoi lavori sono stati pubblicati su numerose testate internazionali tra cui Le Monde Diplomatique, Vogue, Wooster Collective, Juxtapoz.

WK_MP5_King_Granada_2013

Of Changes, prima mostra personale di MP5 a Wunderkammern, è un’esplorazione dei concetti di casualità e caos. Come lo psicoanalista e teorico C.G. Jung sottolinea, la scienza occidentale è basata sul concetto di causalità considerato come verità assiomatica: tutto ha una spiegazione e una causa in base a delle consolidate Leggi Naturali.

WK_MP5_La-Tour-13_Paris_2013

Questa visione è tuttavia opposta a quella della filosofia orientale, che considera il tutto come un accumulo di singoli componenti, e dove casualità e eccezioni sono presi in considerazione. Uno dei pilastri della cultura orientale è l’I-Ching, conosciuto anche come il Libro dei Mutamenti, uno dei più antichi testi cinesi risalente al 2000 a.C. Metodo di divinazione e base della filosofia del Caos, il libro rappresenta tutti i possibili stati di cambiamento del cosmo e della vita umana. Il Libro dei Mutamenti rappresenta per MP5 un punto di partenza per una nuova interpretazione della realtà, che diventa attraverso le sue opere una riflessione sulla crisi individuale e collettiva del mondo occidentale, tanto in campo culturale che psicologico.

WK_Mp5_Titani_Turin_2014

Il progetto di MP5 consiste in una mostra, un intervento nello spazio pubblico, una performance audio/video e una pubblicazione. Per la sua personale da Wunderkammern MP5 presenta lavori appositamente concepiti per la mostra: opere su legno, su carta ed installazioni. L’artista realizzerà un intervento urbano nella zona di Torpignattara.

WK_MP5_Changes_enamel-on-wood_50x50_2016_lr

Info*
Of Changes
Fino al 24 marzo
Wunderkammern
Via Gabrio Serbelloni 124, Roma
WEB* www.wunderkammern.net