INTERVISTA
*AERON ALFREY

by Marco Taddei

«Traggo molta ispirazione dal concetto di orrore…»

1
Ho fatto della “scoperte” una specie di ragione di vita. Mi piace spostare le cose, aprire gli armadi, forzare i bauli, contare le ossa, smuovere i sassi e vedere la vita che brulica lì sotto. Trovarmi davanti agli occhi i lavori di Aeron Alfrey è stata una specie di illuminazione: visioni così potenti ed inclassificabili non le vedevo dai tempi di Alberto Breccia, alle prese con gli inquietanti racconti sovrannaturali di Howard Philip Lovecraft. E per quella “CRAZY LITTLE THING CALLED LOVEcraft”, il soggetto in questione ha una vera e propria ossessione. Americano, sperimentatore con i fiocchi, copertinista, illustratore macchinoso ma sontuoso, riconosciuto in patria dalla critica e dai colleghi, da noi il suo nome dice qualcosa solo agli addetti ai lavori, ma solo a quelli che vanno a dormire con la luce accesa perché temono che qualcosa di incontrollabile possa improvvisamente prorompere dalle tenebre, Aeron Alfrey si presenta in queste stringate righe con la forza della sua folle immaginazione. Dulcis in fundo (sono proprio in fondo infatti), tre immagini tratte dal suo nuovo lavoro tutt’ora inedito. Speriamo vivamente che qualche illuminato mecenate, incuriosito da questa breve intervista, afferri questo mostro per la collottola e lo faccia pubblicare da questa parti. Infondo è proprio questo lo scopo ultimo delle scoperte, diffonderle e renderle comuni a tutti.

Le tue opere sono straordinarie! Da dove viene la tua ispirazione? Sogni, incubi, letteratura, funghetti magici?
Grazie. C’è un mondo squilibrato che è cresciuto nella mia testa nel corso degli anni, gli ho dato il nome di Land Of The Moth (La Terra della Falena ndr). E ‘da questo posto che prendo gran parte delle mie idee o anche solo pezzi di idee con cui rimpolpo i miei taccuini che poi svilupperò nei miei lavori finiti. E’ una terra da incubo piena di città in rovina e una fantastica gamma di paesaggi e personaggi grotteschi sconcertanti e spaventosi. Spero di creare un libro in futuro in cui descrivere dettagliatamente questo strano posto, ma da qui tiro fuori regolarmente idee che poi utilizzo in molti dei miei lavori.

Your works are extraordinary! Where comes from your inspiration? Dreams, nightmares, literature, magic mushrooms?
Thank you, there is a deranged world that has grown in my head over the years that I’ve labeled the Land Of The Moth. It is from this place that I take a lot of my ideas or pieces of ideas that I flesh out in sketchbooks and build upon in my finished works. It’s a nightmare world filled with ruined cities and a fantastic array of grotesque landscapes and bewildering and frightening characters.  I hope to create a book in the future detailing this strange place but I’m regularly pulling ideas from it to use back into many of my works.

2

Molti dei tuoi lavori accennano al fatto che c’è una realtà mostruosa dietro la vita di tutti i giorni, un tema molto importante per i grandi maestri dell’orrore soprannaturale. Quindi ti chiedo: qual è la tua vita quotidiana? Cosa fai quando non si disegni?
Quando non sto creando, mi piace trascorrere del tempo cercando ispirazione per i  miei vari progetti nelle biblioteche oppure esplorando foreste. Porto con me la mia macchina fotografica in passeggiate lungo svariati sentieri per fotografare alcune delle cose insolite in cui mi imbatto con l’intenzione in seguito di utilizzarle nei mie lavori. Recentemente ho fotografato una raccolta di muffe melmose veramente brutte sotto un albero caduto che assomiglia a qualcosa tratto da una storia di Howard Philip Lovecraft. Un paio di giorni fa, stavo esplorando l’interno di un osservatorio abbandonato, di cui era rimasto solo una cupola di mattoni e qualche gradino di legno in rovina.

Many of your works hint at the fact that there is a monstrous reality behind the everyday lifetime, a theme very important for to the great masters of the supernatural horror. So I ask you: what’s your life everyday? What do you do when you don’t draw?
When I’m not creating art I like to spend time researching my various projects in libraries or exploring forests. I take my camera with me on my hikes across various trails and photograph some of the unusual things that I stumble onto with the intention of working many of these things back into my art.  I recently photographed a very nasty looking collection of slime molds under a fallen tree that resembles something out of a Lovecraft story.  A couple of days ago I was exploring the insides of an abandoned observatory that had been stripped down, leaving a dome of brick and ruined wooden steps inside.

8

Potresti parlarmi della tua tecnica? A prima vista sembra un sacco di roba mescolata assieme ma ti assicuro che l’effetto visivo è bestiale. Senza rivelare i tuoi segreti, puoi descrivercela?
Il modo più semplice per descrivere la mia tecnica è dire che scolpisco con le texture. Costruisco faticosamente strati su strati di texture per ritagliarvi poi le forme e le superfici che appaiono nei mie lavori. Questo processo richiede tempo, ma è una metodologia unica nel suo genere e che ho sviluppato personalmente nel corso degli anni.

Could you tell me about the technique that you use? At first glance it seems a lot of stuff mixed together and I assure you that the visual effect is bestial. Without revealing your secrets, can you describe your technique?
The simplest way to describe my technique is that I sculpt with texture.  I painstakingly build layer upon layer of textures to carve out the shapes and surfaces in my art. It’s a time consuming process but a unique one that I’ve developed over the years.

4

Parliamo di horror: qual è il tuo rapporto con questa parola?
Io sono, per ragioni che non riesco a spiegare, appassionato e affascinato senza possibilità di esaurimento dai soggetti legati all’orrore. Traggo molta ispirazione dal concetto di orrore che è cresciuto fino a diventare il grande elemento al centro del mio lavoro.

Let’s talk about “horror”: what is your relationship with this word.
I am, for reasons that I cannot explain, passionate and endlessly fascinated with horror related subjects. I take a great deal of inspiration from the concept of horror and it has grown to become a large element in my work.

E con la parola mostruosità?
Sono stato affascinato dai mostri dalla mia prima infanzia ed oggigiorno i mostri sono diventati ciò che mi ispira come artista. Mi piace molto la creazione di creature immaginarie, il più delle volte costruite dalle astrazioni della figura umana deformata in cose da incubo. Forse l’idea che i mostri sono esseri estranei alla società è un aspetto che ho collegato nel corso degli anni a me stesso, in quanto, per il mio tipo di creatività, mi sono sempre sentito come un estraneo nella società. A proposito di mostri, ho intenzione di visitare l’Italia un giorno, in modo da poter visitare i giardini di  Bomarzo. Io sono un fan delle grandi statue in pietra di quelle cose fantastiche nascoste in quel parco.

And with the word “monstrosity”?
I’ve been fascinated with monsters from early childhood and it has carried forth into being a large part of what inspires me now as an artist. I really enjoy creating imaginary creatures,  most often built from the abstractions of the human figure deformed into nightmarish things.  Perhaps the idea of monsters being outsiders to society is something that I’ve connected to over the years since I, as a creative type, have always felt like an outsider to society at large. And on the subject of monsters, I intend to visit Italy someday so that I can see the gardens of Bomarzo. I’m a great fan of the large stone statues of fantastical things hidden away there.

5_bis

A proposito di mostruosità… il tuo blog  Monsters Brains è una miniera d’oro per chi è come me: parlaci della tua ricerca? Quali sono i metodi che utilizzi per trovare queste meraviglie?
Una parte del materiale che condivido nel  sito viene scansionato da me da volumi che scopro in varie biblioteche o dalla mia collezione di libri. Nel corso degli anni sono diventato un segugio a scovare raccolte di immagini di mostri particolarmente interessanti da siti di aste, da biblioteche digitali e da altre risorse. Spesso mi lancio in ricerche di artisti e soggetti da utilizzare nei miei lavori e molte volte questo mi fa precipitare in una tana di coniglio piena di ricerche dove mi capita di inciampare nel materiale che trova facilmente la sua strada sul blog di Monster Brains. Sono lento nel condividere gran parte delle mie scoperte dato che passo molto tempo a lavorare ai miei lavori, ma la maggior parte di esse finirà sul sito a tempo debito.

About monstrosity… your blog Monster Brains is a gold mine for people like me: could you talk about your research? What are the methods you use to find these marvels?
Some of the material that I share on the site is scanned by me from books that I’ve discovered in various libraries or from my own collection of books. I’ve also become good over the years at digging up particularly interesting monster related imagery from auction sites, digital libraries and other resources. I’m often researching artists and various subjects that relate back to my own art and many times this will send me down a rabbit hole of searches where I’ll stumble across material that finds its way onto Monster Brains.  I have been slow to share much of my findings for the site as I’ve been very caught up with my own art but most of it will make its way to the site in time.

6

Ci sono artisti a cui ti ispiri per i tuo lavori?
Mi ispiro a migliaia di artisti, ed alcuni artisti italiani a cui sono particolarmente interessato sono Alessandro Magnasco, Alberto Martini, Domenico Gnoli, Giorgio de Chirico e Giovanni Battista Piranesi,

There are artists that inspires you?
I am inspired by thousands of artists, a few Italian artists that I’m particularly interested in include Alessandro Magnasco, Alberto Martini, Domenico Gnoli, Giorgio de Chirico and Giovanni Battista Piranesi.

3

Sembri affascinato dalla letteratura e allora facciamo un gioco: io ti dico uno scrittore e tu me lo descrivi in tre parola. Pronto?
Cominciamo con Howard Philip Lovecraft… Oltre ogni mortale comprensione.
Thomas Ligotti? Cose dietro le maschere.
Stephen King? Famiglie con problemi

You look like fascinated by the literature so let’s play a game: I say to you a writer and you tell me three words to describe it. Ready?
Howard Philip Lovecraft…Beyond Mortal Comprehension
Thomas Ligotti…Things Behind Masks
Stephen King…Families In Trouble

In Italia il tuo lavoro è praticamente sconosciuto. C’è un autore passato o presente del mio paese che si desidera illustrare le storie?
Avrei illustrato con piacere La Divina Commedia di Dante e Le Avventure di Pinocchio di Carlo Collodi.

In Italy your work is virtually unknown. Is there any past or present author of my country you would like to illustrate the stories?
Dante’s Divine Comedy and Carlo Collodi’s Adventures of Pinochio would be two that I’d particularly enjoy illustrating.

5

Il mondo è sempre più pieno di orrori. Qual è la funzione dell’horror-fiction oggigiorno?
Non penso ci sia una sola funzione in in esso ma, secondo me, si passa dalla semplice evasione ad un mezzo per meditare sugli orrori del mondo reale, fino all’esplorazione dell’immaginazione di autori nelle cui teste si manifestano le idee più oscure e più strane.

The world is increasingly full of horrors. What is the function of horror-fiction today?
There isn’t any one function for it but in my experience, it goes from simple escapism to a means of meditating on real world horrors, to exploring the imaginations of authors with the darker and stranger ideas in their heads.

7

Qual è il tuo rapporto con il mondo dell’arte?
Ho venduto opere d’arte attraverso gallerie d’arte dalla California a New York e ho esposto in alcune gallerie al di fuori degli Stati Uniti. Non potrei dirti che ti po di reazione ha provocato il mio lavoro, ma coloro che apprezzano incubi formalmente realizzati saranno sicuramente felici mentre coloro che preferiscono guardare un bel quadro staranno sicuramente alla larga da quello che faccio.

What is the reaction of art gallerist or art critic when you show your works? What is your relation with the art world?
I’ve sold artwork through galleries in California to New York and have shown in a few galleries outside of the USA. I couldn’t tell you the reaction my work has provoked but those people that appreciate fully realized nightmares will surely favor it while those who would rather look at a pretty picture will no doubt shy away from what I do.

9

Progetti futuri?
Alcuni dei miei prossimi progetti includono una riccamente illustrata antologia dell’orrore dal titolo Madhouse, che sarà pubblicato da  Dark Regions Press. I dettagli delle immagini qui sopra sono tratti dall’illustrazione della copertina. Sto lavorando su un gran numero di mostri folli incentrati sul gioco di ruolo fantasy-horror di James Edward Raggi IV , ” Lamentations of the Flame Princess. Questo lavoro comprenderà decine di illustrazioni molto dettagliate che descrivono l’interno di un gigantesco mostro le cui interiora funzioneranno come una dungeon attraverso il quale i giocatori dovranno trovare la via d’uscita. Inoltre potete trovare la mia rappresentazione di Baba Yaga in  Hopital Brut 10 pubblicato da Le Dernier Cri.

10
11

Future plans?
A few of my upcoming projects include a fully illustrated horror anthology titled Madhouse to be published by Dark Regions Press. The detail shots included are from the cover artwork. And I am working on a great number of artworks of completely batshit insane monsters and objects centered around James Edward Raggi IV’s weird fantasy and horror tabletop role-playing game Lamentations of the Flame Princess. I’m also working on an original game for Lamentations of the Flame Princess that will include dozens of very detailed artworks depicting the insides of a giant monster whose insides will function like a dungeon through which players must navigate their way through. You can find my depiction of Baba Yaga in Hopital Brut 10 published by Le Dernier Cri.

Per capire tutto a modo e per fondo:

Facebook di Aeron
Per comprare la roba di Aeron
Tumblr
Incredibile sito internetz pieno di orrori