MUSICA
*JAMIE XX

by Triste©

In Colour

Quando penso all’elettronica di oltre manica, ci sono tanti nomi che mi vengono in mente, ma se dovessi pensarne uno che mi fa pensare a talento, coolness e iper-attualità, mi viene da pensare a Jamie XX. Infatti, mi riesce difficile pensare che si tratti del primo vero album di Jamie Young. Sì, perché anche se di debut-album si tratta, tutto si può dire, ma non che sia uno sconosciuto (così come il sottopassaggio di Wandsworth nella foto qui sotto – ci sono passato almeno un milione di volte).

jamiexx-1

A Colori, titolo e attitudine sorprendenti se si  considera il  background Black and White che si porta dietro,  e il fatto che ad aggiungere qualche sfumatura, ci siano anche i compagni di casa XX: Olivier Sim e Romy  Croft, autori rispettivamente di Stranger in a Room e Loud Places, entrambi pezzi eccezionali.

I colori che vengono aggiunti in questo album, sono i colori di Londra, città fluida per eccellenza e per questo, sfondo di mille suoni nuovi e movimenti unici. Si parte dal Gosh in cui echeggia una voce emblematica che ricorda gli stereotipi – se mai ce ne fossero – delle serate londinesi.

I beat un po’ cerebrali ed evolutivi, celebrano il talento di Jamie, che ha raggiunto ormai lo status di icona di prima grandezza nell’universo musicale elettronico made in UK. Sleep Sound mi fa venire voglia di pioggia e pollution. Industrial new-beat. Obvs riporta alla mente le sonorità di Caribou, mentre Hold Tight,  riporta quasi alla scuola di Detroit e a quel Matthew Dear autore di pezzi fantastici.

jamiexx-2

La mentalità apertissima di Jamie si rivela anche in pezzi come I Know There’s Gonna Be (Good Time) che sembra uscita dall’airplay di BBC 1 e dalle mani di qualche guru del pop.

Mentre i pezzi che sanciscono la fine del debut seguono traiettorie diverse. The Rest Is Noise, sembra definire in modo netto, la differenza di classe e talento fra Jamie XX ed il resto del mondo: un tracciato progressivo e sognante in cui riscoprire le capacità camaleontiche dell’artista. Girl invece sembra essere pescata da un angolo buoi del passato, con quei bassi che si contrappongono alle voci lisergiche che echeggiano sullo sfondo.

Un debutto incredibile che ci lascia anche ben sperare per l’album targato XX in uscita quest’anno ed anticipato come un album “veramente differente” rispetto ai precedenti. Nel frattempo, fatevi incantare dalla freschezza, la qualità e la  bellezza di In Colour.

WEB* www.jamiexx.com