5×1#12
*MAURO GATTI

by Redazione DATE*HUB

5 illustrazioni raccontate

Continua su DATE*HUB la rubrica dal titolo 5×1 – 5 opere x 1 artista dedicata a creativi talentuosi che, di volta in volta, si presenteranno ai nostri lettori con cinque illustrazioni raccontandoci “la storia, i come e i perché” a ognuna di queste correlata.

mug2

Oggi è il turno di Mauro Gatti, che si racconta così per noi: «Nasco nell’anno 1978 quando ancora non esisteva l’iPhone e per telefonare bisognava girare una rotella con i numeri sopra. Asilo ed elementari dalle Ancelle della Carità ma al primo accenno di libero arbitrio decido di abbandonare il “convento” per farmi una reputazione da duro nelle scuole medie pubbliche. Fuoriuscito dalla pubertà decido di frequentare il liceo scientifico, c’è chi direbbe per amore delle materie letterarie ed umanistiche ma in realtà era la vicinanza dell’istituto a casa mia. Finito il liceo rimbalzo tra alcune facoltà senza spingermi oltre l’iscrizione ed un’assidua frequentazione delle fumetterie cittadine, il seme della creatività mi stava dirottando lontano dalle cattedre verso altre avventure. In tutta la mia fase scolastica non ho mai smesso di pasticciare i libri, disegnare e produrre in tiratura limitatissima (una copia) i miei fumetti, ritrarre le compagne di classe con la speranza di fare colpo o usare il computer per incollare la mia testa su fisici palestrati. Non avrei mai pensato che disegnare o avere idee avrebbe potuto diventare una professione, negli anni 80 la pubblicità era ovunque ma, soprattutto vivendo in una piccola realtà, non avevo la più pallida idea di cosa fosse o come funzionasse un’agenzia pubblicitaria. E come spesso capita, solo grazie ad una serie di eventi ed un mix di talento e fortuna che sono riuscito a fare della mia passione un lavoro che tutt’oggi mi fa alzare felice ogni mattina. Negli anni ho viaggiato, collaborato con studi ed agenzie, incontrato persone fantastiche, lavorato ed illustrato per piccoli, grandi e grandissimi clienti e persino fondato e venduto la mia agenzia creativa. Attualmente vivo e lavoro a Los Angeles dove tutti fanno surf tranne me.»

RADIO

Radio* La musica è una delle mie grandi passioni e, nonostante in passato sia stato uno sfegatato fan dei Guns & Roses prima e del movimento grunge poi, oggi consumo qualsiasi tipo di musica. L’idea di Radio nasce proprio dall’azione del ”saltare” da una frequenza all’altra di una radio come se ogni tipo di musica cambiasse anche i connotati e lo stile dell’ascoltatore. L’idea è stata tradotta in grafica e successivamente animata dal fantastico Stefano Meazza.

YouAreWhat

You are what you love* Natura, carlini, pizza e baffi. No non sto delirando, sono alcune delle mie passioni che ho voluto raccogliere in un trittico illustrato. L’idea di base è “Quando ami davvero qualcosa quel qualcosa diventa parte di te” e così sono nati questi 3 baffuti personaggi con delle acconciature in linea con le mie passioni.

loveyourself

Love Yourself* Quest’immagine per San Valentino è l’esempio perfetto per descrivere il mio stile. Se c’è una cosa che mi piace fare, e credo si percepisca attraverso tutti i miei lavori, è passare dei concetti mixando uno stile semplice con tanto umorismo, creando così un’immagine semplice ma iconica e divertente.

arctic

Save the Arctic* Quest’immagine è stata creata per la campagna Save the Arctic di Greenpeace dove diversi illustratori sono stati “convocati” a supporto dell’iniziativa. L’illustrazione unisce il classico simbolo del pugno alzato (potenza e resistenza) ma anche l’amore per gli orsi e l’Artico.

minestrone

Minestrone Club* Un’altra cosa a cui tengo molto è lo storyteling, mi piace raccontare una storia in una singola immagine. In questo caso l’illustrazione è stata fatta per Spollo Kitchen, un libro che raccoglie ricette illustrate da decine di bravissimi illustratori e designers. Uno dei miei piatti preferiti è il minestrone, non volevo disegnare un semplice piatto di verdure brodo ho dato vita al Minestrone Club, un club esclusivo per soli soli ortaggi.

WEB* www.maurogatti.com