5×1#7
*VANESSA FARANO

by Redazione DATE*HUB

5 illustrazioni raccontate

Continua su DATE*HUB la nuova rubrica dal titolo 5×1 – 5 opere x 1 artista dedicata a creativi talentuosi che, di volta in volta, si presenteranno ai nostri lettori con cinque illustrazioni raccontandoci “la storia, i come e i perché” a ognuna di queste correlata.

creepie_vanessafarano

Oggi è il turno di Vanessa Farano, che si racconta così per noi: «Mi chiamo Vanessa e sono una giovane illustratrice e graphic designer freelance, classe ’90, nata a Terracina. Mi sento felice quando disegno o leggo libri mentre bevo tea col mio gatto grasso e fuori piove. Attualmente collaboro con piccole e grandi realtà dalla mia micro stanza. Adoro tantissimo il mio lavoro sia per l’ambito grafico che illustrativo, l’Arte in generale, i mici, gli insetti, gli alberi spogli e lo yoga.»

“The life of a designer
is a life of fight:
fight against the ugliness”
– Massimo Vignelli

Ukulele-Mermaid_vanessafarano_1

Ukulele Mermaid* Questa illustrazione è la più recente, nasce per celebrare l’inizio della mia collaborazione con Fegato Magazine. Mi hanno chiesto di realizzare un’illustrazione a tema libero per la home del sito e mentre scarobocchiavo indecisa su Illustrator ho cominciato a disegnare e in modo totalmente naturale è nata questa dolce sirena che suona allegra un ukulele (ispirata anche dal fatto che sto imparando a suonarlo).

It's-a-girl_vanessafarano_2

It’s a girl!* L’illustrazione fa parte di una serie di biglietti d’auguri che ho realizzato per Paperbanana. Ero sul mio letto quando mi è successo di vedere un disegno tra il mix di pieghe e forme delle coperte, non ricordo il nome del fenomeno ma succede a tutti, sono ancora convinta di avere una mamma cinghiale con piccolo su una scala… Comunque sembrava proprio una bambina abbracciata a un fiore e da lì ho immaginato tutto il set con questi bambini che nascono da bellissimi fiori. In questo caso la bambina è aggrappata ad una Fuchsia.

Notebook_vanessafarano_3

Notebook* Negli ultimi anni ho cominciato a disegnare solamente sui quaderni a quadrettoni, costruendo le immagini modularmente e minuziosamente… Un giorno ho deciso di affrontare il foglio bianco puro ma non trovando uno sketch/notebook che mi piacesse, l’ho creato da sola aiutata dal corso accademico sulla cartotecnica (al tempo non trovavo utilizzi reali). Nel mezzo ci sono anche fogli con diverse griglie.
Questa è la copertina dove sono presenti tutti gli elementi che mi danno ispirazione quando viene a mancare… tipo la cioccolata, il mio sopracitato gatto grasso, lasciarmi andare disegnando geometrie varie oppure staccare facendo foto con la mia lomo o un po’ di sano skate.
Realizzare qualcosa solo con le proprie mani devo dire che da parecchia soddisfazione, (s)fortunatamente le pagine sono finite quindi me ne farò presto un altro!

Ludopatico_vanessafarano_4

Ludopatico* Questo povero ometto stempiato è nato come autoproposta per una rivista. Un ludopatico è un uomo con dipendenza da slot e gioco d’azzardo, studiandoli un po’ ho notato che fumano come ciminiere e bevono parecchio. Mi ricorda il mio primo contatto con un vero Art Director e ci sono molto affezionata. Di solito disegno di getto direttamente al pc e una volta finito sono straconvinta del risultato che il giorno dopo può benissimo farmi schifo…
Con questo contatto ho capito che le cose possono sempre migliorare, bisogna avere più calma e fidarsi.

Bad-Luck_vanessafarano_5

Bad Luck* L’illustrazione è nata come progetto personale e regalo a una mia amica. Quest’anno è stato molto duro per entrambe e  infatti siamo rappresentate io e lei con le nostre nuvolette fantozziane sulla testa. In realtà questa è la seconda versione cromatica inviata al Total White Contest col quale sono passata alla seconda fase (è ancora in corso). Inoltre segna il passaggio da quello che era inizialmente il mio stile illustrativo fatto a mo’ di puzzle unendo piccoli moduli per creare forme a un diverso approccio nel disegnare, più libero.

WEB* behance