5×1#1
*OSVALDO CASANOVA

by Redazione DATE*HUB

5 illustrazioni raccontate

Iniziamo su DATE*HUB una nuova rubrica dal titolo 5×1 – 5 opere x 1 artista dedicata a creativi talentuosi che, di volta in volta, si presenteranno ai nostri lettori con 5 illustrazioni raccontandoci “la storia, i come e i perché” a ognuna di queste correlata.

osvaldocasanova_photo

Oggi è il turno di Osvaldo Casanova, che si racconta così per noi: «Sono nato a Lonigo (Vicenza). Ho frequentato l’Accademia di Comunicazione a Milano. Ho fatto il pubblicitario, il grafico, l’illustratore, il copywriter e il vignettista. Ho lavorato, disegnato e dipinto per la musica, l’editoria, lo sport e la pubblicità. Ho illustrato due racconti, un disco e dipingo dal vivo durante i concerti. Ho in cantiere un paio di graphic novel e scrivo di calcio. Ho esposto in mostre personali e collettive, di pittura e di illustrazione. Amo i pennarelli neri nuovi, i Clash, le birre smooth inglesi e il Lanerossi Vicenza

datehub_joker
Joker * Questa serie di supereroi, che ho chiamato “Good vs evil” è stata per me una svolta stilistica. Ho preso un tema che mi sta molto a cuore, i personaggi che hanno accompagnato la mia crescita, dando lo stesso peso ai buoni e ai cattivi e ho provato a ragionare meno e a disegnare più d’istinto: non so se qualitativamente sia migliore o più interessante, di sicuro posso dire che per me è molto più divertente.

datehub_cantona
Cantona * Amo disegnare ciò che vedo e amo. La serie “Great Moments in Football History” mi ha permesso di mettere insieme due mie passioni, il calcio e il disegno, e ho provato a raccontare le grandi storie che si nascondono dietro il baraccone luccicante che ormai vediamo ovunque, quelle affascinanti, eroiche o anche quelle che parlano di grandi sconfitte, sportive e sociali. Quelle da apprezzare con la sciarpa al collo e una pinta di birra inglese davanti, perché si può essere tifosi senza essere dei cavernicoli urlanti.

datehub_wars
Wars on demand * Ho partecipato a un progetto che si ciamava “Wars on demand”, in compagnia di parecchi altri bravissimi illustratori, un libro sulla guerra e sulle servitù militari. Penso che chi ha la fortuna di avere un lavoro o un talento che permetta di comunicare a molte persone come capita a noi, non possa esimersi dall’esprimersi sui temi sociali e politici (nel senso più nobile del termine) della vita, specialmente se ci toccano da vicino, come capita a Vicenza, la mia città. Per la cronaca, il tema che mi era stato assegnato erano gli eserciti mercenari.

datehub_pulp
Pulp Fiction * Recentemente ho scoperto, cosa che mi ha fatto sentire decisamente vecchio, che sono passati 20 anni dall’uscita di Pulp Fiction. Non potevo non rendere un personale omaggio a un film (e a un regista) che ha fortemente influenzato il mio stile e il mio modo di vedere e rappresentare la realtà. Veramente gli omaggi erano due, ho scelto di mostrarvi questo perché è un omaggio anche a Uma Thurman, inutile che spieghi il perché.

datehub_bankrobber
Bankrobber * Mi piace omaggiare quello che ha contribuito a formarmi, che ho amato o che mi ha semplicemente accompagnato negli anni, l’ho fatto con artisti, calciatori, serie televisive, film e musicisti. I Clash li ho omaggiati citando Bankrobber, una delle mie canzoni preferite della loro produzione. Sono refrattario agli idoli ma sono convinto che quando Joe Strummer è morto, il mondo sia diventato peggiore.