DATE*HUB TRIPPIN’
*THAILANDIA

by Viola Von Hell

Tramonti mistici e insegnamenti che non scordi.

IMG_6450

La Thailandia, terra del sorriso, è uno di quei luoghi che dopo averlo visitato la prima volta, non puoi di certo dimenticare, l’energia benefica che ti trasmette insieme alle mille immagini positive che trovi dietro ogni angolo, continuano a brillare nella tua mente una volta tornati a casa.
Una Terra dove il misticismo è forte e presente e dove d’improvviso, svoltato un angolo qualsiasi, può spuntare un tempio o una statua gigantesca di una divinità locale.

frutta

Prima di partire per la Thailandia ero un po’ spaventata e perplessa rispetto a tutto quello che si sente dire in giro sul turismo sessuale, da tutti quei racconti che, ad esempio, ti fanno sembrare inevitabile incontrare in giro per le strade mostri ciccioni e laidi che si intrattengono con qualche ragazza, ma in realtà non è così. La prostituzione, mestiere più antico del mondo, esiste ovunque, anche sotto casa mia.

foto-3

Detto questo, che credo possa essere un piccolo punto da chiarire, penso che tutti quelli che in questo istante stanno leggendo l’articolo dovrebbero davvero provare l’esperienza della Thailandia, soprattutto se vi piace la libertà, la natura dirompente e selvaggia, i sorrisi e i piccoli imprevisti. La Thailandia è sicuramente un posto da non perdere.

IMG_6458

Come primo consiglio di viaggio, vi dico che bisogna viaggiare leggeri e con poche cose e che, a mali estremi, potrete rifornirvi sul posto con quello che vi serve spendendo davvero poco, riscoprendo anche quanto, nella vita di ogni giorno, siamo schiavi degli oggetti e quanto questi che non servano praticamente a nulla. Look minimal e comodo, come ad esempio un pantaloncino, un costume, un paio di sneakers e un cappello anti “incocciamento” da sole, saranno di sicuro i vostri amici preferiti, vi consiglio le sneakers perché, se affittate un motorino, poi vi voglio vedere a frenare per le strade dissestate con le infradito! Da non scordare assolutamente una bella assicurazione sanitaria, un antibiotico a largo spettro, vari anti diarroici, Tachipirina per la febbre alta e tutto quello che vi può venire in mente.

IMG_6869
foto-2

Il mio itinerario della scorsa volta è stato il seguente: come prima tappa mi sono fermata a Bangkok, e lì quando sono uscita fuori dall’aeroporto per fumare una sigaretta, ho iniziato a capire e a studiare sulla mia pelle come adattarmi fisicamente a un’atmosfera climatica molto differente dalla nostra bella Italia, da quel momento in poi le sigarette sono state quasi bandite o certamente diminuite. Da Bangkok, poi, ho preso un volo diretto di più o meno un’ora, per l’isola di Koh Samui.

IMG_6301

Quando arrivi a Koh Samui ti chiedi: «ma è vero o sto sognando?», perché pare di atterrare all’aeroporto di Fantasilandia… tutto rivestito in legno, palme e vegetazione dietro ogni dove. Lì finalmente, dopo un viaggio in aereo decisamente lungo, ti puoi sentire in Paradiso.
Koh Samui è un’isola situata all’estremità sud occidentale del golfo della Thailandia, la cui “lunghezza” massima non supera i venticinque chilometri. Spiagge di sabbia bianca, un’entroterra con foreste pluviali rigogliose, una vita notturna molto attraente, un’atmosfera rilassante, Koh Samui è una piccola isola molto completa sotto diversi punti di vista.

IMG_6705
IMG_6614
IMG_6851

Nelle sue vicinanze si trovano inoltre l’isola di Ko Phangan, famosa per le sue belle spiagge semi deserte e per il Full Moon Party (che consiglio ai più temerari, fidatevi per esperienza personale!) e l’isola di Koh Tao, dove personalmente ho lasciato il mio cuore.

IMG_6332
IMG_6594
IMG_6722

Koh Tao è famosa per le sue barriere coralline e per i suoi spettacolari fondali, dove penso di avere visto i pesci più colorati e meravigliosi di tutta la mia vita, insieme a dei tramonti dai colori vividi e caldi, non puoi che sentirti in pace con l’universo. Vi consiglio caldamente di visitare anche queste due meravigliose isole.

Angkor-Wat

Il mio viaggio, oltre alla Thailandia, si è protratto anche in Cambogia.
Dopo quelle settimane meravigliose al mare mi sono spinta alla volta di Angkor Wat, uno dei siti archeologici più belli al mondo e patria dell’Arte Kmer che si trova nella città di Siem Rep. Per i più pigri consiglio di arrivarci direttamente in aereo, per chi invece come me ama l’avventura e, a volte, destreggiarsi con le difficoltà consiglio vivamente di superare il confine Thailandia-Cambogia, noleggiando due auto o prendendo due taxi, e soprattutto di fare il visto per entrare in Cambogia direttamente al confine e non prima.

IMG_7004
IMG_7190

La meraviglia dei templi in un tempo che pare sospeso e suggellato dalla natura, la povertà che la circonda eppure la semplicità dei cambogiani unita alla fatica di vivere in una terra così difficile, sono insegnamenti di vita che non si possono dimenticare facilmente.

Buone vacanze a tutti, io quest’anno ribisserò la Thailandia!

IMG_7096