DATE*HUB QUIZ#23
*GIOVANNI MERONI

by Siriana F. Valenti

Azzardi illustrati

La mail di Giovanni mi ha trovata, come si suol dire, come un gatto “col sorcio in bocca”, perché sì, lo ammetto, ero lì lì in procinto di spegnere il computer, sbolognare “baracca e burattini”, infilare le ultime mutande nello zaino e andare di filata dritta come un fuso all’aeroporto.

12

Però quando ho letto nella mail le seguenti parole, che ora vi riporto in modalità randomica: Crowdfunding / Illustrazione / Carte da gioco… ho lanciato un urlo atroce, per la serie «aaaaltfermituttiiiii!», che ancora si sente l’eco rimbalzare come una pallina da ping pong tra le mura del palazzo dove vivo.

prototipi

Giovanni, grafico e illustratore con base nel nord Italia, ha ridisegnato e rivisitato il classico mazzo di carte da Poker. Pupazzetti, unicorni, stelle, cuori e fantasmini sono solo alcuni dei personaggi che popolano le 54 carte, e Giovanni, non contento, ha deciso di realizzare due versioni di mazzi, dividendoli tra buoni e cattivi, da qui: Evil Deck e Good Deck, quest’ultimo in fase di crowdfunding.

Ho chiesto a lui di raccontarci, in stile Date*Hub Quiz, un po’ di più… Ora scappo, vi lascio all’intervista, vi auguro buone vacanze e che Shakti vi protegga sempre!

01

Carta vince o carta perde?
Carta vince! Il mio primo progetto di carte illustrate “cattive”, Evil Deck, è stato finanziato grazie alla vincita di un concorso su un forum di appassionati di carte da gioco. Vinto il concorso, ho potuto dedicarmi a disegnare il mio secondo mazzo, il Good Deck, l’antitesi buona del primo. Non essendoci più concorsi, proverò la strada del crowdfunding. Farò stampare entrambi i mazzi da una casa americana che produce mazzi eccezionali, la Expert Playing Card Co. Per produrli non baderò a spese: la scatola sarà opaca e stampata anche all’interno, con parti in rilievo con stampa UV super-lucida. Purtroppo questo significa che i soldi che dovrò raccogliere saranno un po’ di più, ma ne varrà la pena.

02
03

Paga l’idea o l’idea paga?
L’idea è fondamentale ma è necessario trovare il modo di metterla in pratica. Per rendere i miei disegni dei mazzi di carte reali (e per spedirli poi in tutto il mondo), ho purtroppo bisogno del vil denaro. Visto che in Italia è un po’ complesso avviare un crowdfunding sulla piattaforma più popolare (Kickstarter), ho deciso di provare una piattaforma nuova, Cardlauncher, specifica per i mazzi di carte. È una bella sfida, visto che è il mio primo crowdfunding e la piattaforma verrà inaugurata proprio questo mese di agosto, ma credo sarà divertente. Durante la mia campagna sarà possibile pre acquistare sia le Good Deck che le Evil Deck a un prezzo di lancio.

04
07

Il computer è il mondo o il mondo è un computer?
Direi che il mio mondo è il computer: lavoro quasi sempre direttamente a video, in vettoriale. Di solito prendo ispirazione da altre immagini o da alcuni schizzi veloci su un foglio di carta, sempre presente davanti alla tastiera. A volte parto con il disegnare direttamente in vettoriale… Lo so, non si fa!

06
08

Scala Reale o di Colori?
Volevo uno stile moderno e allegro, nonostante il tema fantasy dei mazzi (specialmente le Evil Deck), quindi ho cercato di usare delle tonalità molto sature e brillanti. Come credo si veda dalla maggior parte delle carte, ho una passione per la simmetria. Il mio stile è un mix di grafica e illustrazione, con un’influenza vagamente manga (che viene da un’adolescenza a base di videogiochi e fumetti).

QueenFlora-vs-Wild-Queen

Queen Flora o Wild Queen?
Flora è una brava ragazza, ma la Wild Queen è, letteralmente, una gatta. Non c’è paragone!
Battute a parte, le due regine di fiori rispecchiano due volti della natura, il vegetale e l’animale, la crescita e la caccia. Nei due mazzi, i semi hanno dei significati ben precisi, opposti tra loro: i fiori sono la natura, i cuori l’amore/passione, i quadri il coraggio/violenza e i picche la fede/magia.

09
10

Fumo o fumetto?
Fumetto (specialmente italiano e giapponese), videogiochi, libri e film. Fumo no, non ho mai nemmeno provato.

16

Asso o satanasso?
Come tutti, un po’ asso e un po’ satanasso. Dipende se è lunedì e se ho già bevuto un caffè.

14

BIO* Art Director, Graphic Designer e Illustratore d’annata 1983, laureato presso la NABA nel 2006.
Vive a Birago, un paesino tra Milano e Como. Lavora nel campo della comunicazione dal 2003 sia come dipendente che come free-lance. Ha lavorato come Art Director digital in Olà (Brand Portal), Kettydo, Now Available e attualmente progetta siti ecommerce in Banzai spa. Ha curato l’art direction di siti e la creatività di campagne online per ePRICE, SaldiPrivati, Galbusera, Antica Erboristeria, Vodafone, Fineco, Allianz-Ras, Siemens, Suzuki, Henkel, Testanera, Taft, Agos, Nestle, Ebay, Warner Music Group, Alice, Unicredit, Italian Touring Club, Blockbuster, Lierac, Il Manifesto, Banca IMI, Banca Popolare Italiana, Platinum Guild, Oregon Scientific, Zopa, Add, H3G, Tele2, Cronotech.
Ama i videogiochi, i viaggi, creare cose nuove.

13

WEB* Facebook

PREVIOUSLY ON DATE*HUB QUIZ:
*Fidia
*Laurina Paperina
*Eleonora Zorzi
*IUCU
*Barbara Baldi
*Federico Mariani
*Olimpia Zagnoli
*Mariachiara Di Giorgio
*Gianluca Folì
*Ale Giorgini
*Silvia Marsen
*Nicoz Balboa
*Alberto Corradi
*Roberta Cena
*Lucho Villani
*Gio Pistone
*Matteo Perazzoli
*Alberto Fiocco
*Roberta Oriano
*Alice Beniero
Nicola Alessandrini
* Margherita Barrera