CINEMA & ARTE*CHICKEN BROCCOLI MAGAZINE INTERVIEWS#4

by ChickenBroccoli

The Chicken of Wall Street!

*CHICKEN BROCCOLI, sito di critica cinematografica per chi ama odiare il cinema, “occupa” la domenica di DATE*HUB per promuovere biecamente la campagna crowdfunding del CHICKEN BROCCOLI MAGAZINE! Un magazine cartaceo pieno di illustrazioni, recensioni, arte e refusi! SIGLA!

Rieccomi per (forse, non è mai detto, ma quando mai) l’ultima volta a presentarvi la rivista di cinema e illustrazione, e l’incontrario, più bella del mondo… peccato che ancora non esiste! Esatto: il Chicken Broccoli Magazine ancora non esiste, eppure già in tanto l’hanno ordinata e la vogliono così forte da non riuscire più a mangiare altro se non pollo e broccoli, da non riuscire più a dormire senza gridare il mio nome, da non riuscire più a vedere un film se prima non leggono quello che ne ho scritto. Ordinata ma non esiste? E com’è sto fatto? Allora, c’è questa cosa del crowdfunding (ci hanno prodotto i film, per dire) che funziona così:

• Io ho creato a livello ideale una rivista di cinema e illustrazione che deriva dal sito di critica bislacca che curo dal 2009 (questo), la rivista è piena di artisti che hanno realizzato la loro versione di un poster cinematografico del loro film preferito. Io ne ho scritto la recensione. Oltre a questo ci sono articoli, l’oroscopo, dei fumetti, delle fotografie, degli special… e tutto è declinato a un tema, i BUONI E I CATTIVI nei film! Questa è la lista degli artisti partecipanti: ZEROCALCARE  ROBERT BALL  LUCAMALEONTE • ALE GIORGINI  ASHI • SIMONE MASSONI  IL PISTRICE • IRENE RINALDI  MARCO ABOUT • NICOZ BALBOA • VIOLA VON HELL • FABIO STAZI • RITA PETRUCCIOLI • RISE ABOVE • ALICE BENIERO • THOMAS CZARNECKI • ZAELIA BISHOP • STUPID LOVE • LP • ALABAMA • RUBENS CANTUNI • DAVIDE MAZZUCCHIN e ancora altri si stanno aggiungendo ogni giorno!

• Poi ho aperto una pagina sul sito Ulule, che funziona così: è una vetrina di quello che sarà, dentro ci sono tutte le anteprime di quello che stamperò. Per ora di cartaceo non esiste nulla, ed esistera SOLO se si raggiunge il 100% del goal. Capito che bello! Se raggiungo il 99,99% non mi danno niente, nisba, nada, addio, ciao (e non pensate che ce lo metta io quel che non riesco a raggiungere, ormai è una questione d’onore!)

• Quindi sta a voi! Correte tosti su QUESTO LINK e ordinate tutto! Potete dare 5 euro, una quota che vi farà diventare cosi:

fino a 150 euro, quote che invece vi renderà così:

Nel momento in cui scrivo mancano 5 giorni. CINQUE aiutami a dire CINQUE! Come si dice ad Oxford: VEDI ‘NPO CHE DOVEMO DA FA’! Nel mentre ecco i ricordi cinematografici di Simone Massoni e Rita Petruccioli!

• Rita Petruccioli – www.ritapetruccioli.net

el_cid_3

Raccontami il tuo primo ricordo legato a una sala cinematografica. 
Il mio primo ricordo al cinema sono io che mi spavento tantissimo e grido entrando in un cinema nel bel mezzo della scena della balena di Pinocchio. Avevo più o meno tre anni ed ero a Roma al Cinema delle Province. Durante tutta la mia infanzia mio padre ha avuto questo vizio di portare me e mio fratello al cinema un po’ quando capitava, senza informarsi su orari o altro. Entravamo in sala a qualunque punto fosse il film e restavamo per la proiezione successiva per vedere la parte che ci eravamo persi. Ci ho messo anni per capire il senso di alcuni film visti da piccola…

Il primo film visto o “quella volta che al cinema ho urlato contro lo schermo (io l’ho fatto)”. L’importante è che il luogo del ricordo sia un cinema vero…
Vabbè la prima volta che ho strillato te l’ho appena raccontata. Vuoi la seconda? Taron e la pentola magica, in un cinema all’aperto a Ladispoli. Che te lo dico a fare? Eravamo entrati a film iniziato e ho beccato il Re Cornelius a tutto schermo.

Facciamo finta che devono fare un film tratto dalla tua vita. Decidi: Regista – Attori protagonisti – Genere… e scrivi un possibile finale!
Eh difficile… il genere sarebbe una commedia paranoica. Come regista mi sa Wes Anderson, così ci mettiamo un bel Bill Murray in qualche ruolo sparso (anche più di uno). Per il mio ruolo scelgo Ellen Page o la ragazzina di Kick-Ass. Alla fine vincono i buoni, dopo diversi esaurimenti nervosi della protagonista. Titoli di coda impaginati bene o non si fa più il film.

Questa non potevo esimermi dal farla: qual è il tuo film preferito e il tuo film s-preferito (ma magari è talmente brutto che lo adorate per questo)…
Il mio film preferito è SOS Fantasmi, possibilmente visto sotto Natale. Ovviamente per motivi affettivi. Mentre il mio film spreferito è qualsiasi film che faccia paura, non ce la faccio proprio: sono una fifona.

Dimmi la tua “frase feticcio” tratta da un film che ripeti più spesso e che vorresti aver scritto tu!
È una ciappola!

• Simone Massoni – www.sketchthisout.com

SImoen MAssoni2

Raccontami il tuo primo ricordo legato a una sala cinematografica. Il primo film visto o “quella volta che al cinema ho urlato contro lo schermo (io l’ho fatto)”. L’importante è che il luogo del ricordo sia un cinema vero…
Diciamo quella volta che ho urlato, applaudito e mi sono alzato in piedi. E insieme a me all’unisono tutti quei quattro gatti, maschi, presenti in sala. È stato ormai un bel po’ d’anni fa quando al cinema sono andato a vedere Transformer, praticamente il film che ogni bambino della mia generazione ha sempre desiderato vedere girato. La scena incriminata è quella in cui il Decepticon Barricade -la macchina della polizia per capirsi- è all’inseguimento nella fabbrica abbandonata e durante la corsa fa un balzo in aria e atterra già macchina!

Facciamo finta che devono fare un film tratto dalla tua vita. Decidi: Regista – Attori protagonisti – Genere… e scrivi un possibile finale!
Un film sulla mia vita sarebbe così noioso e insulso che come regista sceglierei Moccia, e gli farei fare pure l’attore. Finale: un tramonto con la frase “Ama l’amore” scritta in Comic Sans.

Questa non potevo esimermi dal farla: qual è il tuo film preferito e il tuo film s-preferito (ma magari è talmente brutto che lo adorate per questo)…
Blues Brothers vince su tutti. Lo spreferito uno qualsiasi di Moccia, così sulla fiducia, senza averli neanche visti.

Dimmi la tua “frase feticcio” tratta da un film che ripeti più spesso e che vorresti aver scritto tu!
Ho la memoria troppo corta e vado a cinema troppo poco per avere una frase feticcio. Ma una volta ho fatto un’illustrazione pensando a questa frase “Inside, I am more”. Di che film si trattava?! Avete dieci secondi per rispondere correttamente.

CB mag.stesi

In attesa delle prossime incursioni chickenbroccolesche, SOSTIENI LA CAMPAGNA CROWDFUNDING DEL CHICKEN BROCCOLI MAGAZINE CLICCANDO QUI!

WEB* chickenbroccoli.it • Facebook