FESTIVAL
*SEXTO

by Redazione DATE*HUB

Unplugged in Pordenone

manifesto sexto

GOLDFRAPP, BOMBAY BICYCLE CLUB, EMILIANA TORRINI, ANGUS & JULIA STONE, THE WAR ON DRUGS, JOHNNY FLYNN & THE SUSSEX WIT
ESCLUSIVE NAZIONALI ED ANTEPRIME PER LA NONA EDIZIONE DI UNO TRA I FESTIVAL ESTIVI PIU’ ATTESI E RINOMATI PER LA RICERCA ARTISTICA CHE DA ANNI LO CONTRADDISTINGUE!
Giunto alla sua nona edizione, Sexto ’Nplugged si conferma come uno degli appuntamenti estivi da non perdere per gli amanti della musica e della sperimentazione.
Il festival, ambientato nell’ampio spazio centrale del complesso Abbaziale, vuole percorrere strade alternative, anche se non contrapposte, rispetto al luogo in cui si svolge.
Artisti d’avanguardia e di provato spessore culturale che, a seconda delle situazioni, adattano il loro repertorio al luogo. Viceversa, il luogo si plasma all’artista stesso, risultando  amplificatore di emozioni verso il pubblico che ascolta, come da slogan del Festival “QUANDO IL LUOGO DETERMINA LA MUSICA”. Spesso vengono allestiti dei veri e propri set dedicati a sperimentare nuove soluzioni con gli strumenti concordati, strumenti essenziali che permettono alla musica di fluire libera.
Negli anni Sexto ’Nplugged ha denotato una certa capacità nella ricerca artistica, con artisti di tutto rispetto che si sono esibiti nelle precedenti edizioni:  Carmen Consoli, Afterhours, Antony & The Johnson, Ludovico Einaudi, Blonde Redhead, Anna Calvi, Scott Matthew, The Charlatans, Fanfarlo, Ane Brun, Mum, Teho Teardo & Blixa Bargeld e tanti altri.

ANGUS AND JULIA STONE – 26 GIUGNO 2014 – UNICA DATA ITALIANA –

angus

Il duo australiano di Angus And Julia Stone sarà ospite della nona edizione di Sexto ’Nplugged. Nati nel 2005 a Newport, sulle spiagge a nord di Sydney, Angus And Julia Stone debuttano nel 2007 con A Book Like This, che si colloca direttamente al sesto posto nella classifica nazionale e si aggiudica il disco di Platino. L’anno seguente il disco viene pubblicato anche nel Regno Unito e la stampa britannica impazzisce per il duo. The Guardian afferma “Angus And Julia Stone riempie il cuore fino a scoppiare di gioia”. Nel 2009 l’album viene pubblicato anche negli Stati Uniti e nello stesso anno la band scrive, registra ed autoproduce il nuovo Down The Way. Il primo singolo, And The Boys, entra rapidamente nella top 50 della classifica ARIA. A maggio 2010 il duo rilascia Big EP Jet, con il quale vincono ben tre premi ARIA come “album dell’anno”, “miglior album alternativo” e “singolo dell’anno”, in aggiunta ai premi Artisan per “produzione dell’anno” e “miglior cover art”.  Nel 2011 il brano Big Jet Plane schizza al  numero 1 della Triple J Hottest 100 Chart e nello stesso anno MTV incorona Angus And Julia Stone come “Best New Band in The World”. Un’occasione unica per vedere live in Italia la delicatezza del folk-pop sognante della band, attualmente al lavoro su un nuovo disco.

JOHNNY FLYNN AND THE SUSSEX WIT – 26 GIUGNO 2014 –

 Johnny_Flynn_by_Steve_Gullick_2010

Folk-rock band inglese capitanata dal giovane Johnny Flynn, attore poeta e cantautore che si ispira a W.B. Yeats e Shakespeare, Jonnhy Flynn and The Sussex Wit tornano sui palchi italiani dopo una pausa di due anni per presentare il nuovo Country Mile, l’ultimo lavoro di studio, il terzo, uscito lo scorso ottobre per Kobal Music. La scorsa estate la band si è esibita nei migliori festival estivi e a settembre hanno accompagnato i Mumford And Sons nel loro tour americano. In Italia sono passati per un’unica data a novembre, che li ha visti protagonisti di una performance indimenticabile a Milano.
Country-folk con venature pop, suoni orchestrali e talvolta medievali sono il filo conduttore che ha portato Johnny Flynn And The Sussex Wit al terzo disco. Country Mile segue i primi due album, A Larum del 2008 e Been Listening del 2010. Anticipato dal singolo Lady Is Risen, Country Mile richiama le sonorità della musica soul del Sud, carica di emotività e passione. Johnny e Adam Beach (The Sussex Wit), miglior amico e collaboratore da lungo tempo, hanno scelto un processo diverso per questo album, rinchiudendosi per cinque settimane in diversi studi, tra New York e Londra. Un percorso durato due anni, che ha come tema il viaggiare, con la strada che ti fa da maestra, e così Country Mile diventa una distanza indefinita, dove ogni canzone rappresenta le varie componenti della vita vista come un viaggio.
A proposito del nuovo disco Johnny Flynn dice: “non posso francamente comparare gli album che abbiamo fatto. E’ compito di qualcun altro. Questo disco è stato scritto da me e dal mio bassista nel giro di due anni. E’ stato più che altro un modo per utilizzare tutte le conoscenze che abbiamo appreso lavorando come produttori e registrando demo e piccoli progetti nel corso degli ultimi otto anni. E’ una specie di fotografia degli ultimi anni, cosa che ha una maggiore profondità”.

GOLDFRAPP – 11 LUGLIO 2014 – UNICA DATA ITALIANA –

goldfrapp

Il duo dream-pop inglese dei Goldfrapp presenterà il nuovo Tales Of Us, uscito a settembre 2013 su etichetta Mute Records. Attivi dal 1999, nella fervida fucina di talenti del trip-hop bristoliano, con sei dischi all’attivo, i Goldfrapp hanno, negli anni, spaziato tra sperimentazioni sonore, arrangiamenti spettrali, pop barocco, ballate malinconiche, effetti visionari e contaminazioni elettroniche, senza mai perdere il filo conduttore che da sempre contraddistingue il sodalizio tra Alison Goldfrapp e Will Gregory: la sperimentazione e la ricerca. Da sempre sotto contratto con la Mute Records, l’esordio arriva nel 2001 con Felt Mountain, un disco intimo e sognante, caldamente accolto da critica e pubblico. Nel 2003 è la volta di Black Cherry, che denota una sferzata electro-pop sensuale,  a cui fa seguito, due anni dopo, Supernature, che contiene il noto singolo electroclash Ooh La La. Nel 2008 arriva Seventh Tree, un ritorno alle origini tra melodie fatate e sognanti e nel 2010 è la volta di Head First, un omaggio alla disco music con dominanti punte synth-pop. Nel 2012 esce The Singles, un best of contenente due inediti ed è dello scorso settembre Tales Of Us, l’ultimo disco di studio, il sesto della carriera artistica dei Goldfrapp. Interamente scritto e prodotto da Alison e Will e registrato nel loro studio nella campagna inglese, Tales Of Us è un album sontuoso, che ha richiesto due anni di lavoro. Un disco narrativo, cinematografico ed intimo, dalla portata lirica che lascia spazio alla delicata voce di Alison. Tutte le canzoni, tranne una, sono intitolate con un nome proprio, dando così vita ad un cast di personaggi evocativi protagonisti di racconti di storie d’amore al contrario, suspence, allucinazioni, fiabe e folklori moderni. La delicatezza della poesia dei Goldfrapp porta la musica in nuovi luoghi.

EMILIANA TORRINI – 14 LUGLIO 2014

emiliana torrini

Definita dal New York Times “una cantautrice dalla forza delicata e dal misticismo tangibile”,  Emiliana Torrini si è imposta all’attenzione di tutto il mondo nel 2008 con Me And Armini, disco che raggiunto la n.30 nella Billboard Top Chart.
Cantautrice ed artista islandese ma di origini italiane, nel 1995 Emiliana Torrini incide e registra, per il 50esimo compleanno del padre, una serie di cover in chiave blues jazz, brani che poi diventano un album, Crouçie D’Où Là, che vende oltre 15.000 copie in Islanda, restando al numero 1 per diversi mesi.
L’anno successivo esce Merman,  disco che mette in luce la sensibilità dell’artista. Sempre più attratta dalla scena elettronica, nel 1999 esce Love In The Time Of Science:  prodotto da Roland Orzabal dei Tears For Fears, il nuovo lavoro decreta Emiliana Torrini tra le nuove leve della scena trip-hop. L’album conquista i favori di critica e pubblico, permettendo all’artista islandese di intraprendere alcune fruttuose collaborazioni, tra cui quella con Kylie Minogue, per la quale scrive il brano Slow, che si guadagna una nomination ai 47° Grammy Awards.
Il 2005 è l’anno di Fisherman’s Woman, album dai toni pop che ottiene un successo trionfale agli Icelandic Music Awards. L’ennesimo cambio di direzione di Emiliana Torrini vede la luce nel 2008 con Me And Armini, definito dall’artista stessa come un disco di transizione, carico di un songwriting più facile e divertente. Me And Armini ottiene un clamoroso successo praticamente ovunque.
L’ultimo lavoro di studio risale allo scorso settembre: pubblicato da Rough Trade, Tookah è l’essenza di ognuno di noi”, ed è a questa essenza che si ispira la nuova vena artistica della cantante islandese, mossa dal desiderio di fare un passo indietro per ritrovarsi, spogliando il più possibile i brani.  “Tookah” è una parola inventata, alla quale mi sento legata in un modo molto profondo e gioioso. Esprime l’improvvisa gratitudine che provi quando senti che, senza fare nulla di particolare, tutto appare perfetto e in armonia per un momento. Alcuni chiamano questa sensazione “dio”, io la chiamo “Tookah”.

THE WAR ON DRUGS – 15 LUGLIO 2014

 wodband

Adorati dalla critica musicale e dai numerosi fans in tutto il mondo, The War On Drugs nascono ufficialmente nel 2008, con la pubblicazione dell’EP Barrel Of Batteries, a cui segue, un paio di mesi dopo, l’album di debutto Wagonwheel Blues.  Il progetto vede inizialmente la luce negli anni 2000 come unione di più spiccate personalità cantautoriali, tra cui il fondatore Adam Granduciel e Kurt Vile. Alcuni cambi di formazione, che permettono a diverse influenze musicali di insinuarsi piacevolmente nella mente di Granduciel, e nel 2008 la formazione è al completo, con un sound perfezionato e raffinato, tra psichedelia, shoegaze e chiari riferimenti di stampo roots americano. Nel 2011 esce l’acclamato Slave Ambient, un disco delicato e nostalgico, tra cantautorato sixties e neo-psichedelia. Granduciel, mosso dall’esigenza di lavorare con qualcuno per costruire la sua idea di rock, intraprende un personale processo di ricerca e nel 2014 esce Lost In The Dream, sempre per Secretly Canadian, l’etichetta che li segue sin dagli esordi. Il nuovo lavoro si presenta come un disco pulito, dai suoni dilatati di matrice space-ambient e soft-rock, in un’atmosfera ovattata e senza tempo.  Registrato in una dozzina di studi in giro per gli Stati Uniti, Lost In The Dream vede la collaborazione di Jeff Zeigler come ingegnere del suono.

 Sexto’nplugged 2014
Sesto al Reghena (PN) – Piazza Castello

ANGUS & JULIA STONE + JOHNNY FLYNN AND THE SUSSEX WIT, 26 Giugno, 15 Euro + diritti di prevendita
GOLDFRAPP, 11 Luglio, 22 Euro + diritti di prevendita
EMILIANA TORRINI, 14 Luglio, 15 Euro + diritti di prevendita
THE WAR ON DRUGS, 15 Luglio, 15 Euro + diritti di prevendita
Abbonamento 5 serate: 70 Euro + diritti di prevendita

 WEB* sextonplugged.it

  foto sexto