FOTOGRAFIA
*TANIA INNOCENTI

by Paola Cecchini

The glow of an almost religious natural light.

«Coolly structured, but warm with the glow of an almost religious natural light, Tania Innocenti’s photographs take us into uncluttered spaces, where expression becomes natural and easy and identity sharp.» Chromatic Watch

sk3

Tra i numerosi blog che danno una definizione stilistica della fotografia di Tania, quella del Chromatic Watch è decisamente la più appropriata e sebbene, scatti “più per istinto che per consapevolezza” ben poco è lasciato al caso; i soggetti sono disposti in uno spazio ordinato, privo di rumore, dove il caos è assente.

sk10
sk8

La composizione freddamente strutturata contrasta, apparentemente, con il calore conferito dalla purezza della luce, la quale è combinazione e sintesi di materiale e immateriale: concreta naturalezza della luminosità, delicatezza lieve e intangibile.

sk1
sk7

Il percorso che porta allo scatto definitivo si delinea in questo modo, «quando scatto il mio obiettivo è quello di avvicinarmi alle cose o alle persone pur rimanendone distante, sono catturata da quello che non si vede ma che se si guarda bene, c’è.»

sk2
sk4

«She’s a gorgeous flower grown up in a dull industrial area.»
La fotografia di Tania risulta ancor più affascinante prendendo il considerazione il contesto di appartenenza: «L’ambiente in cui vivo fisicamente è sterile e assonnato, dove è difficile combattere con la mancanza di stimoli che offre. L’unica sfida possibile nasce da questo, trovare anche dove sembra non esserci, qualcosa da tirare fuori. Qualcosa, in fondo, posto dentro di noi piuttosto che fuori da noi.»

sk9
sk6