KAMASUNDAY#18
*MARTOZ

by Francesca Protopapa

Il movimento della Ruota

* Ogni domenica proponiamo al pubblico di Date*Hub un’intervista esclusiva con uno degli autori del 64 Kamasutra ArtBook e ci prendiamo la libertà di suggerirvi qualche spunto piccante per impiegare al meglio il vostro tempo libero. *

SOCHI
love-banner-ruota

Il movimento della ruota: amici circensi fatevi sotto! Prima di tutto organizzatevi per avere a disposizione un letto King Size. Ecco le tre tappe di questa posizione nella quale l’uomo deve girare lentamente intorno alla compagna utilizzando il suo sesso come asse. Il ciclo può essere ripetuto più volte, se ci riuscite potrete aggiungere “sesso tantrico” al vostro CV.
Durante prima fase, i partners sono allungati nella classica posizione del missionario. l’uomo è stretto fra le cosce della donna e la penetra.
Nella seconda fase, l’uomo scivola successivamente la sua gamba sinistra e poi la destra al di sopra della gamba destra della compagna ed inizia a ruotare sulla amante. Infine per la terza fase, l’uomo effettua un mezzo giro completo e posa le gambe sui due lati delle spalle della compagna. Se volete a questo punto potreste rallentare per un pit stop e baciare i piedi della vostra compagna prima finire il giro ed aggiudicarvi il rally.

_ritratto-MARTOZ

Artista interprete:
Martoz

Sono nato ad assisi nel 1990, nell’ordine ho imparato a camminare, disegnare, parlare. era chiaro che una delle cose mi veniva meglio delle altre! mi sono diplomato alla scuola romana del fumetto e all’istituto europeo di design. da un anno ho un laboratorio di illustrazione e incisione a roma, il labAquattro. 

5 aggettivi che la dicono lunga su di te…
Penso che gli aggettivi che mi descrivono siano come la combinazione delle moderne casseforti, cambiano con una certa regolarità. Però ci posso provare.
Sicuramente sono “distratto”, da sempre (e a questo punto è ragionevole pensare che così sempre sarà), fin quasi all’astrazione. Mi è successo di uscire di casa senza scarpe. Credo che sia perché ho un’affaccendata chiacchiera mentale. “Iperbolico!” un po’ in tutti gli ambiti, mi salva il fatto di essere abbastanza timido. Quando sono da solo mentre disegno metto in atto indescrivibili riti di danza, credo si veda nei miei disegni… “Devoto”, contro tutti i bugiardini sulla vita fuori dal nido, sono ciecamente fedele alle persone che amo, alle cose che amo. “Contraddittorio” da quando una volta lessi le memorie del sottosuolo, mi ha fatto accettare il fatto che in me vivranno sempre elementi inconciliabili. “Cordiale” (scelto apposta per il rimando alla bevanda alcolica) sono molto aperto, scambio parole con gli sconosciuti e mi reputo abbastanza gentile ma ci vuole poco a infastidirmi, ci sono alcune cose che non sopporto, come il ricatto.

black girlll
res 3

Non potresti mai e poi mai rinunciare a…
Non mandatemi i servizi sociali al laboratorio, devo ammettere che non potrei mai rinunciare all’alcol. Non lo dico per fare l’artista fascinoso e maledetto, nel totale non bevo neanche moltissimo. Ma la produzione artistica, soprattutto per il fatto che disegno moltissimo, mi manda periodicamente in tilt il cervello. Come se l’elaborazione dei pensieri producesse rifiuti. quindi, raggiunto il livello massimo, mi prendo una sbronza colossale per fare tabula rasa e ripartire da zero. Altrimenti i pensieri mi assillano, si accumulano e iniziano a coalizzarsi contro di me. C’è un aspetto poetico in tutto questo: è necessario per tutelare la vera cosa a cui non potrei rinunciare, l’espressione, che senza queste formattazioni cicliche sarebbe compromessa.

orfeo 4
orfeo 1

Tecnica di lavoro preferita?
C’è una profonda discrepanza tra la preferita e la più utilizzata. La cosa che amo di più è l’astrattismo, che rispecchia un po’ le mie velleità nirvaniche, e ad esso associo la pittura. adoro, dunque, colorare liberamente, diciamo senza intenti. Mescolare gli acrilici e passarli sul foglio come se fosse il mio giardino zen, col pennello che ne diventa il rastrello. tutto ciò, in realtà, lo faccio davvero di rado. Il 99% dei miei lavori sono fatti a matita, grafite, per via delle mie pretese espressive. È in effetti il mezzo con cui sento di riuscire ad esprimermi meglio quando voglio dire qualcosa. Per me la matita è il mezzo eclettico per eccellenza, un buon compromesso. Comodo ed efficace

pecora jasmina

Su quali progetti lavori in questo periodo? 
In questo momento sto lavorando ad un fumetto, una fiaba. non posso dire molto altro ma posso dire che è una storia a ciclo continuo, abbastanza surreale, la fine è la causa che scatena l’inizio che ne è l’effetto. attenzione, non sono coincidenti, semplicemente la storia del protagonista, impotente di fronte a questo meccanismo, è destinata a ripetersi per sempre per via di questo rapporto tra la fine e l’inizio della fiaba. Per il resto porto avanti i progetti di autoproduzione di fumetti e affini con il collettivo del mio laboratorio, il labAquattro…

martoz1

Se fossi un supereroe dei fumetti, quali sarebbero i tuoi superpoteri?
Se fossi un supereroe… certamente avrei le mani infuocate, non saprei che farmene, ma non ho dubbi che accadrebbe. spesso sento molte delle energie del corpo (non datemi del fricchettone, io le energie le sento ma non ho mai letto un libro sul chakra e non sopporto il vacuo orientalismo) evaporare attraverso le mani. detto questo, da piccolo sognavo ad occhi aperti di volare, ora continuo ad occhi chiusi. Mi piacerebbe avere due casse al posto dei polmoni per emettere la musica che immagino quando sono in metropolitana e mi piacerebbe avere il potere di mettere in ridicolo i furbetti che si difendono con argomentazioni patetiche, l’ordine del giorno in Italia.

1468725_10202532662380755_1788042263_n

Che musica ascolti quando sei a lavoro?
Sono abbastanza schizofrenico, ascolto musiche di ogni tipo. ammetto, però, che ho bisogno di una musica che si allinei al mio umore o al mio intento, come se ci fosse una musichetta dentro che ha bisogno di una compagna con cui duettare. Nella mia playlist di possono trovare in sequenza gli strokes, le sonate di corelli e i new trolls. È rarissimo che io lavori senza musica, quando proprio c’è bisogno di raccoglimento totale.

babb
vecchio 2!

Quando eri piccolo sognavi di diventare…
Non ho mai sognato niente. Non intristitevi! Mi spiego. Sono sempre stato abbastanza rincoglionito, come già accennato, ma al contempo prematuramente lucido da non essermi mai messo a fantasticare sulla possibilità di un ventennio astronauta, un ospedale per cani pettinati o un vigile del fuoco che la domenica gioca a baseball. Mi piaceva l’idea di girare il mondo per lavoro, questo sì. Non posso non dire che disegno da quando ne ho memoria quindi ho sempre saputo che, lavoro o no, il disegno sarebbe stato mio compagno per tutta la vita. Credo anche dopo.

AIDA

Hai mai usato il corpo del tuo partner come piatto?
Credo di no ma ho sempre desiderato mangiare il partner. Per gioco, s’intende. Non sono un cannibale. Però nei momenti in cui si cerca la completezza in un amplesso, si avverte una certa necessità. “Divorare” l’amore, per riuscire a coincidere, per dare sfogo a tutti quei sentimenti imprecisi o quei bisogni insaziabili.

03

Cosa ti stuzzica da subito in una donna?
Inizierò col denunciare il fatto che sono totalmente rapito dalla bellezza, in tutte le sue sfaccettature. tutto lo spettro visivo è disseminato di piste di atterraggio per i miei occhi. Quindi sarei ipocrita a non confessare che le forme sono calamitate, gli sguardi sono pescetti alla mercé dei seni pescatori, degli ami incastonati nei buchi di venere. Chiarito questo, in una persona cerco la sintonia tra le varie parti, non c’è una carta d’identità per il mio desiderio. Se una persona nell’insieme, alchemicamente, mi attrae, null’altro ha importanza

NIGHTRIDEspread_martoz

Quale sarebbe la colonna sonora perfetta per una notte di peccato?
Non ho dubbi, un soffio al cuore di natura elettrica. niente di romantico:


PESCI nella RETE new copy

WEB* http://alemartoz.blogspot.it •  64-kamasutra-artbook.tumblr.com

Il volume è pubblicato dall’associazione culturale SQUAME.
book-0K

Seguite tutte le attualità o comprate la vostra copia sul sito web del progetto.