UNDERGROUND
*TOMMASO & FEDERICO

by Siriana F. Valenti

Una serata fica!

Tommaso e Federico, romani di origine, rispettivamente 24 anni il primo e 22 anni il secondo, si mettono in gioco e nonostante l’età hanno le idee molto chiare. Tommaso è Graphic Designer, dipinge e fa serigrafia, mentre Federico ha scelto la strada del tatuaggio lavorando al Plastic Surgery Tattoo Parlour. Lo scorso Aprile, il duo ha risvegliato Roma riempiendola, prima di sticker poi con veri e propri murales, con l’immagine di una vagina gigante dai colori ultra pop.

01_photo

Il disegno Figa, questo il nome dell’opera, vuoi per il suo forte e semplice minimalismo grafico, vuoi perché dal tema “caldo” o vuoi perché in fondo si tratta di un “linguaggio universale” è diventato subito celebre. Dalla registrazione del marchio alla realizzazione di capi d’abbigliamento – T-shirt, pantaloncini e cappellini – il passo è stato breve: era nata la loro label, era nata IYDLIYAF.

04_photo

La filosofia di vita dei due ragazzi strizza l’occhio a ciò che normalmente può risultare disturbante, sfidando l’osservatore a una reazione e a una costante riflessione, possibilmente scevra da ipocrisie; non è un caso che siano maggiormente le donne a sorridere di fronte alle loro opere e a indossare senza remore e con tranquilla ironia una T-shirt su cui campeggia sovrana una vagina gigante, quasi a rimarcare con orgoglio e rinnovata consapevolezza un motto bello e forte : «Il corpo è mio e lo gestisco io!». Per gli uomini, invece, le reazioni sono un po’ più controverse…

Per scoprire i perché e i per come abbiamo passato una serata con loro, l’intervista che segue è il folle risultato di una lunga chiacchierata…

Non vi sentite vincolati come artisti nella scena street, anche se all’inizio per farvi conoscere il vostro campo d’azione è stato proprio la strada. IYDLIYAF è il nome, non certo semplice, che avete scelto per rappresentarvi. Ci raccontate di che si tratta e cosa si cela dietro la scelta di un nome all’apparenza così scomodo?
IYDLIYAF non è un progetto di street art ne tantomeno una crew di writers. IYDLIYAF è il nome sotto il quale noi 2 portiamo avanti i nostri progetti. Il nome è nato successivamente al logo e per necessità. Ne volevamo uno non facilmente leggibile, per non condizionare il segno grafico in nessun modo; sparando cazzate per un giorno intero è uscito fuori IYDLIYAF: apparentemente insensato, graficamente funzionale, pregno di significato.


Commenti goliardici a parte, cosa volete comunicare con la vostra Figa?

Se ti guardi intorno, la pussy è il motore del mondo che ci circonda. Con il nostro logo abbiamo voluto comunicare l’adorazione assoluta. Che poi ciò che facciamo disturbi qualcuno è il paradosso di una società in cui si può mettere senza problemi in una pubblicità, per esempio di una cucina, una zinnona sopra, o in cui le news le danno le veline o per dimagrire si usa l’American Star (che da piccoli ci turbò fortemente pubblicizzando dei pantaloncini/sauna), ma ci si scandalizza di fronte a un disegno.

Le ragazze si esaltano e non hanno problemi a indossare le vostre maglie mentre i ragazzi rimangono un po’ più sul vago tendente all’imbarazzo. Questo succede prevalentemente in Italia, secondo voi perché?

N.d.r. I ragazzi hanno inteso rispondere con questa foto alla domanda.

N.d.r. Tommaso e Federico hanno voluto rispondere così alla domanda.

Nella storia dell’Arte la vagina è stata omaggiata più e più volte da moltissimi artisti. Facciamo un gioco, commentateci brevemente queste quattro opere che seguono:

1. Gustave Courbet, L’Origine du Monde - 2. Egon Schiele, Reclining Female Nude with Violet Stockings - 3. Marcel Duchamp, Étant donnés - 4. Niki de Saint Phalle and Jean Tinguely, Hon-en Katedral

1. Gustave Courbet, L’Origine du Monde – 2. Egon Schiele, Reclining Female Nude with Violet Stockings – 3. Marcel Duchamp, Étant donnés – 4. Niki de Saint Phalle e Jean Tinguely, Hon-en Katedral

Quella di Schiele (2) è troppo secchetta, ci piace la ciccia… L’Origine du Monde (1) è rétro e affascinante, ma poco funzionale, ti rimangono i peli in bocca tipo gli agretti; Duchamp (3) è un fratello, scopare morti è top… Stay Creepy! Hon-en Katedral (4) ci saremmo voluti andare… spacca!!! W i maritozzi co la panna e senza!


Una giornata lavorativa nel mondo di IYDLIYAF, dal risveglio la mattina fino alla sera, dal processo creativo fino alla produzione. Chi fa cosa, all’interno del duo.

IYDLIYAF nn ci dà da mangiare, quindi il tempo a disposizione x cazzeggiare nel nostro mondo non è mai abbastanza. Ci vediamo la mattina prima di andare a lavoro al bar sotto casa per organizzare la giornata… Tommaso fotte co la posta e col computer in quanto gra”n”fico e persona paziente e Federico, da padre attento e coscienzioso a figlio sconsiderato e creativo, rende ogni giorno possibile il cazzeggio e stringe nelle mani le sue palle mosce come fossero le briglie di un cocchio rugoso chiamato Art Direction.

Oltre a muovervi nel campo della moda organizzate La Mansardina, un party trasmesso in streaming a casa di Federico. Ce ne parlate?
La Mansardina è una festa a casa mia (federicchio), organizzata insieme ai nostri amici Alli e Nick dell’etichetta Root 50, è un occasione per stare insieme agli amici una volta al mese e ascoltare buona musica. La Mansardina non può accogliere più di 30 persone quindi abbiamo pensato allo streaming per condividere la festa anche con chi non ci conosce.

05_photo

Cos’è fico e cosa invece fa vomitare?
Cagarsi addosso è fico sentire la puzza fa vomitare.

Su Facebook c’è una pagina in particolare che si accanisce contro Roma definendola uno schifo. Si è innescata una sorta di guerra aperta, senza esclusione di parole piuttosto pesanti, ai graffiti e alla street art. Qual è secondo voi il confine tra decoro urbano e arte?
Ciò che fa di una città uno schifo non sono gli sticker, i graffiti o i poster… La pagina Roma fa Schifo ci ha omaggiato addirittura del nome IYDIYOTAF.

loro

WEB* Iydliyaf.bigcartel.com

*Alcune foto di questo servizio sono a cura di Sebastiano Barcaroli