LETTERING
*DOMENICO ROMEO

by Viola Von Hell

«Le parole creano forme nella mente delle persone.»

whale
BEF_Romeo-(11)

Ho scelto di intervistare Domenico Romeo per la sua immediatezza concettuale. In un momento sociale come il nostro dove le parole non hanno più peso ne forma, è interessante riscoprirne un uso anomalo. Domenico ha rielaborato forme, simboli e lettere creando un suo codice comunicativo. Le immagini di Domenico sono cromaticamente semplici e di impatto, usa prevalentemente colori come oro, nero e bianco. Chiediamo a Domenico qualcosa di se.

IMG_4710
shark

Quando hai iniziato a sperimentare i lettering?
L’amore per le lettere è cresciuto con me negli anni. Ricordo quando da ragazzino ridisegnavo caratteri gotici senza strumenti adatti. Ne ricostruivo l’outline e incastravo le lettere tra loro. Il Fraktur mi piaceva notevolmente. Credo sia partito tutto da lì. Poi ho iniziato a sperimentare altri caratteri, talvolta li inventavo. Ho avuto anche un brevissimo periodo da writer fin quando non ho deciso che le lettere sarebbero diventate il mio lavoro. Così ho iniziato a seguire un corso di graphic design. Qualche anno fa mi è stato regalato un kit per fare calligrafia, da quel momento ho iniziato a sperimentare una fusione tra calligrafia e illustrazione. è più o meno quello che tutt’oggi faccio.

senza-titolo-54_1626x1080senza-titolo-79_1626x1080senza-titolo-77_1626x1080
senza-titolo-82_1626x1080senza-titolo-75_1626x1080

Le tue opere sono rappresentate prevalentemente sui muri delle città?
Direi che il lavoro murale è solo un piccola parte di ciò che faccio, è una sperimentazione avvincente.

O usi anche supporti differenti?
Sono sempre alla ricerca di supporti differenti ma devo dire che su carta mi trovo pienamente a mio agio.

domenico-romeo-at-memorie-urbane-19
aw6senza-titolo-60_1626x1080senza-titolo-66_1626x1080senza-titolo-133_1626x1080

Come gestisci le dimensioni enormi delle tue opere? Hanno decisamente un forte colpo d’occhio, è una scelta casuale?
All’inizio era dura ma con un po’ di pratica sto imparando a gestire le proporzioni. Il bello delle grandi dimensioni è che finchè non vedi il muro finito non hai pienamente idea di come verrà e dell’impatto che avrà. Cerco sempre il massimo del contrasto usando bianco, nero e oro quando voglio che il soggetto rappresentato risalti. Mi piace molto anche usare il tono su tono quando invece ciò che scrivo o ciò che disegno deve rimanere “sussurrato”.

IMG_4690
7senza-titolo-57_717x1080
BEF_Romeo-(57)
BEF_Romeo-(4)
IMG_4695

DODDO_officinaindaco_LOGOofficialCi siamo incontrati durante il live painting nel negozio Romano, Doddo, officine indaco a via della Reginella a Roma, ci vuoi raccontare cosa hai fatto durante questa collaborazione?
Essendo un denim addicted quando ho ricevuto la chiamata di Doddo che mi proponeva una live performance all’interno del suo store ho risposto: «Wow, facciamo un denim!». Sia Doddo che Raffaella hanno accolto benissimo la proposta e così abbiamo installato un pantalone sul quale sono intervenuto. Ho riportato le mie lettere campendo parte della superficie. Ho già lavorato su capi di abbigliamento, è una cosa che trovo troppo eccitante. Mi piace vedere le mie lettere aderire al corpo di chi le indossa e prendere vita. è come se rompessero la staticità dei muri e delle opere su carta.

Usi dei codici per sviluppare le immagini che crei? O sei semplicemente affascinato dal simbolismo dei lettering?
Tutto il mio lavoro si basa su un alfabeto che ho inventato e col quale scrivo. Quindi anche i soggetti che rappresento sono formati da lettere di questo alfabeto. Talvolta all’interno delle forme le lettere sono ordinate  a comporre frasi di senso compiuto e inerenti al significato dell’opera, talvolta fungono solo da riempimento.

Hai avuto esperienze presso qualche galleria?
Da più di un anno collaboro con la 999 Contemporary, galleria romana che si occupa prevalentemente di street art. Stefano e Francesca, i galleristi, hanno creduto e credono molto nel mio lavoro. La 999 la considero un secondo nucleo familiare (scazzi e frenesie comprese), con un andirivieni continuo di idee e persone. Della stessa galleria fanno parte Sbagliato, amici fraterni di una vita e Borondo che ho imparato a conoscere meglio. La qualità del lavoro di entrambi è elevatissima e mi sento onorato di poter condividere con loro questa esperienza.

WEB* domenicoromeo.tumblr.com