EXHIBITION
*DREAM CIRCUS

by Francesca Protopapa

Il Nomadismo onirico di Daniele Catalli

manifesti

Daniele Catalli (alias Piri Piri Atelier) è uno di quei giovani artisti che ama seguire i propri sogni… ma con il tempo è finito ad inseguire anche i sogni degli altri! Li ascolta, li abbraccia, li traduce in segni grafici, li espone e li scambia. Dream Circus è un progetto itinerante portato avanti dal 2011 in territorio italiano e all’estero. È un gioco tra pubblico e artista, narratore e disegnatore, uno baratto di sogni e visioni. Dream Circus s’inspira dall’immaginario onirico e diventa portavoce delle più intime paure, gioie e riflessioni. Dream Circus è un circo ambulante di visioni notturne tradotte su carta dalla mano del’artista.

foto2

Il funzionamento di Dream Circus è molto semplice :
Si scelgono una città e uno spazio espositivo. Può essere una galleria, un negozio, un muro per strada: l’importante è individuare un luogo accogliente e intimo. Le persone vengono invitate a scrivere i propri sogni e le proprie visioni notturne su di un foglio. L’artista, raccoglie i sogni e li trasforma in immagine, in illustrazioni artistiche che potranno essere esposti in modo diverso : attraverso un filo appeso in aria, un muro, un tavolo. I visitatori, dopo aver scritto il loro sogno, possono prendere in cambio un disegno tratto dal sogno di qualcun altro con l’unico criterio di seguire l’istinto e la suggestione nella scelta dell’immagine. I disegni, così come i sogni, non sono in vendita. È possibile averne uno solo scambiandolo con un proprio sogno notturno.

IL MANIFESTO :
Dream Circus è il circo itinerante dei sogni. 

AT9a

Dream Circus è il luogo dove l’immaginario onirico prende forma.

AT1a11

Dream Circus è lo spazio artistico in cui vengono disegnati su carta i sogni e le visioni notturne del pubblico.

AN12a-550x778

Dream Circus è un’esperienza di arte relazionale che crea dialogo, incontro e relazione tra le persone.

ba1-b-550x794

Dream Circus è un viaggio ininterrotto che tocca ogni volta città, nazioni, visitatori differenti.

bar1-a-550x789

Dream Circus è un progetto a basso costo attento all’ambiente e all’ecologia.

 

Abbiamo rivolto qualche domanda a Daniele, l’autore del progetto…
Avevi già disegnato i tuoi sogni prima di cominciare il progetto Dream Circus?
Si, qualche volta, ma non come abitudine.

be1-b-550x790pa1-d-550x784

Quando hai deciso di farne un progetto itinerante, e perché lo scambio è così importante?
L’idea si è sviluppata lentamente. Quando ho iniziato, mi concentravo su aree ridotte, non più grandi di un quartiere. Il lavoro ruotava intorno all’illustrazione completa, ma avevo l’impressione che il lavoro ne risentisse, perchè tutto quello che avevo realizzato rimaneva lì, statico e a lungo andare sarebbe dinventato stantio.  L’idea dell’itinerante è venuta di conseguenza alla necessità dello scambio, che poi è la colonna portante del progetto.
Il momento più importante è quello in cui una persona X sceglie il sogno di una persona Y. Le due persone forse non si conosceranno mai, ma in quell’istante trovano un punto d’incontro in quel sogno. Uno dei due diverrà il custode del sogno dell’altro.
Una conseguenza di questo procedimento è che la collezione Dream Circus è effimera, una nuvola di frammenti onirici che muta continuamente. Ad un certo punto è difficile dire dove finisce un sogno ed inizia un altro.

AT8aMAR7-550x760

Trovi che gli incubi siano più facili da ricordare e raccontare rispetto agli altri sogni?
No, penso però che siano più difficili da raccontare, perchè si ha l’impressione di rivelare le proprie paure.

foto1

Hai mai illustrato sogni di bambini?
Si, certo. Ci sono diversi sogni di bambini nella collezione di Dream Circus.

pa1-b-550x770be1-d-550x776

Questo scambio sembra essere molto intimo e emozionante, come accoglie il pubblico le tue performance?
Bene, c’è molta partecipazione. La cosa per me più interessante è vedere come il progetto sia ben accolto da categorie molto diverse di persone. Intendo diverse per ceto sociale, educazione, età, provenienza. In generale però, le donne sono più attirate dall’argomento.

Il prossimo appuntamento con DREAM CIRCUS è il 22 Settembre presso “Le Canottiere” di Milano.  

WEB* dreamcircusproject.com