EXHIBITION
*GARTEN

by Redazione DATE*HUB

Verde Urbano

Garten_flyer-800

Garten è un progetto artistico a cura di Art Kitchen e Giuliana Tammaro che vede la partecipazione di 11 artisti coinvolti in una mostra collettiva di installazioni site specific intorno alle tematiche della Natura, del Terzo Paesaggio e del Verde Urbano. Una serie di interventi differenti, prevalentemente conference e workshop, a cura di associazioni e realtà impegnate sul territorio milanese apporteranno inoltre un contributo importante alla fitta programmazione, ampliando il progetto così da dargli un respiro più ampio, su diverse zone e spazi della città. Un bookshop a cura di copy/copy, organizzatori di MICRO – festival di editoria indipendente, completerà l’evento con una selezione di libri, magazine, fanzine, stampe e poster in linea con il tema.

108

108 • Il carattere solitario e concettuale di questo artista si discosta da quello degli altri graffitisti rendendo il lavoro sempre più scuro e incomprensibile con la pittura di grandi e misteriose figure nere e piccole sculture che invadono gli spazi pubblici.

• Artisti [inside]
108, Andreco, Alberonero, Dem, Geometric Bang, Martina Merlini, Moneyless, Tellas.

• Artisti [outside]
2501 (Giardino condiviso, via Bussola 6), Mirko Canesi (Chiesetta San Protaso, via Lorenteggio), Corinna Farchi (Parco Teramo, via Campari 10)

2501

2501 – Prima con lo pseudonimo di robot inc e poi come 2501 inizia un percorso nuovo che integra graffiti,pittura su tela,scultura e video.

Moneyless

Moneyless – Artista visivo attivo dai tardi anni 90 inizia la sua ricerca attraverso spray e graffiti, che abbandona qualche anno pi√π tardi per concentrarsi sull’astrazione della geometria che vive come naturale prolungamento del suo persorso.

Garten è l’etimo germanico che sta all’origine della parola Giardino, suggerisce il concetto di spazio racchiuso a cui si lega un sentimento di finitezza ecologica, frammento condiviso di coscienza collettiva.

Alberonero

Alberonero – Molto legato alla progettazione architettonica e al design l’artista si forma mescolando le basi tecniche, spaziali e materiche, a una visione più underground e spontanea ricercando un tratto ricco di spontaneità.

MircoCanesi

Mirko Canesi – Compie azioni pittoriche direttamente sulla natura, portando il fruitore a prendere coscienza dell’impossibilità di identificarsi con qualcosa di estraneo a se stesso.

Garten ruota intorno a questi concetti chiave uniti a quello del Terzo Paesaggio: teorizzato da Gilles Clément, si intende come Terzo Paesaggio un territorio residuale rispetto all’attività umana che si fa rifugio e luogo dell’invenzione. Del Terzo Paesaggio non è possibile fissare né il calendario e neppure la forma esatta, è imprevedibile, globalmente incostante ed è quello che Clément indica come lo spazio comune del futuro.

Andreco

Andreco – Realizza installazioni per spazi chiusi e aperti, molte delle quali sono progetti di arte pubblica basati su concetti cari agli ambientalisti radicali.

Geometricbang

Geometricbang – Le sue forme sono un insieme di ritagli di colori sovrapposti che creano una sorta di texture di forme geometriche.

I luoghi del Terzo Paesaggio possono essere visti come la parte del nostro spazio di vita affidata all’inconscio, profondità in cui gli eventi si accumulano e si manifestano all’apparenza in-decisamente.

CorinnaFarchi

Corinna Farchi

DEM

DEM – Multiforme ed ironico, le sue opere che spaziano dal wall-painting, all’illustrazione, alla pittura su tela, si arricchiscono di un linguaggio simbolico che invita ad elaborare un proprio codice d’accesso per questo mondo enigmatico ed arcano.

Con lo spirito di voler rappresentare un’opportunità, un luogo di incontro dove far scatenare l’imprevisto, Garten intende privilegiare i cambiamenti, è il giardino in movimento che risponde alle non-regole del Terzo Paesaggio e, lasciato libero di non rispondere ad una forma fissata a priori, genera creatività.

MartinaMerlini

Martina Merlini – Dal 2010 intraprende il progetto installativo Asylum, con Tellas, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno.

Tellas

Tellas РRappresenta e astrae la natura attraverso la pittura murale, l’ illustrazione , le tecniche di stampa e installazioni con oggetti di uso comune. Gli elementi essenziali del suo lavoro sono fatti di luce, ombra, spazio , forma , segno e leggerezza.

*Inaugurazione
Venerdì 10 maggio, ore 19.00, presso Superground, via Bussola 4, Milano.
Apertura mostra: Lunedì-Sabato, 10.00-19.00 – Domenica, 15.00-19.00. Ingresso libero.

WEB* garten-mi.com