FASHION
*ROCCO ADRIANO GALLUCCIO

by Modalità Demodè

L’importante è che sia DONNA

Alcoolique è “un’ubriacatura di stile e passione” che vive tra presente e passato nel rispetto della più alta tradizione sartoriale. Rocco Adriano Galluccio riesce a superare le tendenze di stagione per proporre ad ogni collezione una donna diversa che ama giocare con forme e texture di altri mondi ed epoche seguendo sempre la sua insita sensualità ed eterna femminilità.

materiali

Spesso Made in Italy è solo un’etichetta. La passione e il know how della nostra sartoria è molto di più. Come conservi questa eredità?
Sicuramente oltre ad essere un’etichetta, nel mio caso, tutto avviene in Italia, quindi è anche una garanzia. Ho avuto molti sarti, grandi sarti, nella mia famiglia, mi hanno trasmesso un modo di guardare e di fare (oltre che un archivio di immagini e vestiti dagli anni Cinquanta agli anni Novanta) che forse non esiste più, e che spesso cerco di reinterpretare in chiave moderna. La sartorialità la conservo quindi ispirandomi a loro.

La moda nel suo essere è passaggio, cambiamento senza sosta verso la novità. Nuovo e rinnovato. La tua epoca di ispirazione.
Faccio sempre un mix di tutte le epoche, parto sempre però dagli anni ‘50/’60 per poi arrivare a qualcosa di nuovo. Quando vedo le donne di quel periodo mi incanta la loro femminilità, quel modo non volgare di essere sexy, di essere donne.

alcolique.gallery.16-17alcolique.gallery.18-19alcolique.gallery.20-21alcolique.gallery.22alcolique.gallery.24-25alcolique.gallery.26-27alcolique.gallery.29alcolique.gallery.30-31alcolique.gallery.32-33alcolique.gallery.34-35

I nuovi brand, un panorama ricco e variegato. Purtroppo i dettami del marketing spesso influenzano e limitano la creatività. Raccontaci il tuo stile.
Non saprei spiegarlo bene il mio stile, è una cosa che mi viene da dentro, sono sempre molto pulito nelle forme, e per lo più gioco con i materiali, senza aver paura dei “dettami del marketing”, cerco di osare in modo elegante.

La tua donna. Da ninfa a borghese bon ton, da Brigitte Bardot a Bjorg.
Si, l’importante è che sia DONNA, guardo sempre con ammirazione quei personaggi che riescono ad esprimere e tirare fuori la loro “femmina alpha” ognuna di loro lo ha fatto, in modo diverso, si, ma lo hanno fatto.
Creo dei capi che vestano bene le donne, di qualunque tipo, mi piace pensare che chiunque possa scegliere, mixare e ritrovare se stessa, essere sicura di se e sentirsi bella.

Il viaggio. Il contatto con un’altra realtà può generare reazioni ambivalenti. L’esperienza che più ti ha coinvolto o travolto emotivamente.
Più che viaggio, nel mio caso posso parlare di pezzi di vita. Il mio periodo in Indonesia, a Bali, ha influito molto sulla mia cultura, sullo stile di vita, sul modo di pensare e sul mio gusto, dopo quella esperienza sono una persona diversa in tutto.

belen

Non solo fashion designer e imprenditore ma nel tempo libero anche social, in rete e non solo. Il tuo rapporto con i new media.
Ah beh! Un bellissimo rapporto… Mi piace facebook, ed amo instagram, considerato twitter degli ignoranti, cosa che vorrei assolutamente smentire, perché per chi come me, si nutre di immagini e sogni è il social migliore che possa esistere!

La domanda di rito del nostro magazine: che modalità hai in testa?
Al momento sono passato da ON a TURBO!

WEB* www.alcoolique.it