TATTOO
*RINO VALENTE

by Viola Von Hell

Polemico, burbero e attaccabrighe. Continuate a leggere, se avete coraggio!

00_r2_rinoValente

Rino, fanatico di Ian mcKaye e amante dell’heavy metal (capita a volte di svegliarsi con gli Entombed), lo potremmo definire l’incarnazione del «Rise Above». Rino rappresenta la scena del tatuaggio italiano, lui sì che si è sempre rimboccato le maniche! Vegetariano da 20 anni, toscano d.o.c. – o quasi – è stato il geniale creatore di rip off fantastici e di tatuaggi dallo stile unico. Sperimentatore e provocatore instancabile, eccolo qui su Date*Hub a raccontarci le sue peripezie. Quarantacinque anni di In Nomine Satanas.

03_rinoValente
rinotattoo4

x_handsParlaci dei primi anni ’90 della scena musicale hardcore, dei tuoi gruppi musicali e delle tue scelte di allora. Non tralasciando la storia della famosa fanzine X-Hands che condizionò parecchi ragazzi…
Era tutto molto spontaneo, diretto, viscerale… Avevamo pochissime info riguardo quel che succedeva in America, ci immaginavamo tutto solamente guardando le copertine dei dischi, le fanzine che potevamo procurarci, le poche info passate di bocca in bocca, tante volte esagerandole anche.
Io e un amico iniziammo con entusiasmo X-Hands e, anche se per un solo numero, ebbe un discreto seguito. Ancora oggi me la nominano… peccato non averne fatto un secondo numero (avevamo gia’ pronta una splendida intervista a Ian macKaye).
Questa scarsità di informazioni c’era anche nel mondo dei tatuaggi. In tutta Firenze era possibile procurarsi solo una copia, e se eri fortunato, di International Tattoo Art, una rivista che per noi appassionati era una Bibbia… Su quelle pagine per la prima volta ho visto i lavori di maestri come Marcus Pacheco, Aaron Cain, Eddy Deutschegente che tutt’oggi mi ispira e continua a spaccare i culi.
Per quanto riguarda la mia ”carriera” musicale ho suonato in svariate band (Reproach, Ageing, Unsung, Stellar, SummerCampDisease, Celestials, Mustafa, Tepes), ho fatto dischi, tour e concerti a destra e a manca… ma NON sono un musicista… fondamentalmente ho la pacca, ma non suono!

01_rinoValente

00_rinoValenteQuando hai iniziato a tatuare com’era? Cosa ti chiedevano? In che punti tatuavi più di frequente? Oggi com’è il mondo del tatuaggio?
Era un casino, tutti chiedevano il soggetto più piccolo possibile e assolutamente non in vista, al contrario di oggi che si parte dal collo e dalle mani (zone che una volta i tatuatori si rifiutavano categoricamente di tatuare). Il mio primo vero avambraccio l’avrò fatto 3/4 anni dopo che ho iniziato, fai te…
Oggi è un delirio, tutto è scaduto miseramente, masticato e sputato senza un minimo di rispetto, senza considerare il lavoro e il sudore che abbiamo sprecato noi che c’eravamo prima… Quelli come me, quelli prima di me e molto prima di me! Mi fa sorridere solo il fatto che, a quarantacinque anni, sono considerato old school.
Ora è così, compagnie delle più svariate appartenenze che cercano di mangiare la loro fetta, ragazzini invasati che vogliono diventare delle Rock star per emulare i ”grandi”, troiette che si vestono da pin-up per scoparsi il ”tatuatore” di turno, convention che lasciano lavorare gente che tatua da meno di un anno, grandi eventi che danno spazio nelle ”main room” a supplier piuttosto che a tatuatori… Tutto viene venduto in maniera indiscriminata sotto gli occhi di chi dovrebbe ”sorvegliare” per noi… Sono pessimista? No, sono innamorato del mio mestiere e quindi se  faccio delle scenate di gelosia ho le mie ragioni.

02_rinoValente
rino.tattoo

sella_rinovalenteNegli ultimi anni hai collaborato con diversi brand, disegnato scarpe, “customizzi” di tutto un po’, ma sembra che tu ora stia sperimentando qualcosa di nuovo ce ne vuoi parlare?
Finalmente ho trovato una dimensione ottimale!
Sono tornato a lavorare con le mani e a produrre con il sudore, infatti da 3/4 mesi realizzo selle per moto e bici in pelle (completamente hand made), con una tecnica molto antica proveniente dagli incisori di selle per cavalli, pezzi unici, solo custom.
Mi sto organizzando per promuovere questi prodotti e devo ammettere che il primo responso da parte del pubblico è stato eclatante, molti addetti ai lavori (costruttori di moto e bici) mi hanno incoraggiato e motivato a continuare.
È esaltante tornare a produrre un pezzo, lavorarlo, vederlo nascere da solo nel mio studiolo ricavato in casa, ascoltando la mia musica preferita con la sola compagnia delle mie/nostre* amate bassotte: DeeDee & Kira. Prossimamente mi cimenterò anche nella costruzione di prodotti per tatuatori, non anticipo nulla, perché temo qualche cazzone che potrebbe vedere/copiare/produrre subito qualcosa di simile.
Anche se fa parte del gioco perché la vita di un PRECURSORE è difficile… (ah!)

sella1_rinovalente

Dalla pelle umana alla pelle animale, perchè? È un po’ singolare come scelta non credi?
Il mio approccio alla pelle è stato naturale e ‘’costretto’’ al tempo stesso (i miei amici vegani saranno molto contrariati) ma dovevo esprimermi in un altro modo e questo è quello che al momento  amo.
Rispetto comunque il fatto che la pelle che lavoro una volta era una creatura vivente. Mi spiego meglio, la pelle animale  non si muove, non si lamenta, non ti chiede che ago usi solo perchè ha visto una puntata di quel reality che non voglio neppure nominare, non puzza, suda o caca il cazzo… (fermo restando che se io sono qui lo devo a tutti i clienti che ho avuto in vent’anni e che devo solo ringraziare).

sella2_rinovalente04_rinoValente

00_r_rinoValenteSe fossimo interessati a tatuarci da te, ti troveremmo di certo nel tuo studio di Pistoia, giusto? Ci racconti brevemente com’è nato? E se volessimo avere una tua sella? Che collaborazioni hai in programma?
Con il mio socio Gigi Fagni da quattro anni abbiamo aperto uno studio su strada che si chiama Peekaboo Tattoo Parlour a Pistoia, collaboriamo con Ylenia, Frida, Gian Mauro, Francesco e tutti i guest internazionali che vengono periodicamente a lavorare da noi. Facciamo bei tattoo che vi rimangono addosso più a lungo dei vostri denti e sono garantiti almeno un anno dopo la vostra morte. Invece per chiunque fosse interessato ad un mio prodotto può scrivermi qui rinovalente@yahoo.it e vi risponderò con gaudio e rigore prettamente teutonico, che non vuol dire un cazzo ma fa’ ridere!

hands
Le mie prossime collaborazioni? Con chiunque sganci dei soldi, perché siamo tutti delle prostitute! E per chiudere vorrei dire un’ultima cosa: Io in questo bel mondo del tatuaggio, sono conosciuto come un burbero, attacca brighe e sempre pronto a polemizzare… ebbene sì lo ammetto, lo sono, ma lo faccio per amore di questo mestiere, perché non mi arrendo allo stato delle cose, perché finché lo farò sarò vivo e pronto alla battaglia… lo faccio per me! RISE ABOVE!
Grazie Amore…
WEB* peekabootattooparlour.blogspot.it