RECYCLE
*CONSPIRACY OF GREEN

by Paola Cecchini

Parola d’ordine: rrrrrrrriciclare!

1

Ormai sono anni che la Re-mania caratterizza la cultura attuale, Re come revival, che è sempre più frequente cominciando dalla musica con la bellissima Lana Del Rey che sta rendendo di nuovo popolare l’allure da diva hollywodiana mixando elementi del passato insieme ad altri più contemporanei (un esempio? l’anello tirapugni, Liz Taylor non ne avrebbe mai indossato uno!), o l’inquieta, e purtroppo presto scomparsa, Amy Winehouse con il suo look da cantante soul degli anni ’50, e i suoi stupendi tatuaggi old school.

32

In questi anni, la revival mania ispira anche gli hobbies. Infatti, quando ho scoperto il G.C.P.G (Gruppo di Cospirazione Punto a Croce), il circolo di cucito e riciclo creativo del Centro Giovani La Stazione – San Miniato), le ragazze che lo animano mi hanno fatto subito venire in mente un passato che adesso non esiste più.

8

Ogni lunedì, in gruppo. si riuniscono per cucire, riadattare e creare abiti vecchi e nuovi, assomigliando molto alle sartine che lavoravano nei laboratori a domicilio nelle case italiane degli anni del “Boom economico”, passando il pomeriggio fra gossip, uncinetti, riviste di moda, ferri, aghi, stoffe, tè e biscotti. Tutto questo per mettere alla prova la loro manualità, inventando e reinventando la moda in maniera conviviale e sostenibile.

4

Oltre al circolo di cucito le ragazze gestiscono un second hand shop – la Gare du Vintage – uno store di moda usata, che si trova all’interno dei locali del Centro Giovani La Stazione, nato dalla collaborazione con l’Associazione Mani Tese Onlus, che propone abiti usati ma continuamente rinnovati dai nuovi arrivi e a prezzi ultra popolari.

57

Il progetto viene condotto tenendo fede ai principi della solidarietà e della sostenibilità, in quanto il ricavato delle vendite va a coprire i progetti di cooperazione portati avanti da Mani Tese Onlus e le attività di sensibilizzazione del Circolo di Cucito.

109