FOOD *MA’ HIDDEN KITCHEN SUPPER CLUB

by Modalità Demodè

1 unico tavolo, 8 sconociuti, 1 location nascosta nel cuore di Milano.

ph Dennis Valle - MHKSC (3)web

Mai sentito parlare di guerrilla restaurant? Hidden Kitchen? Pop Up Restaurant o simili? La caratteristica che li accomuna è il fatto di essere underground. Alternativo, insomma roba che non si trova né su tripadvisor né sulle guide gastronomiche. Tipo che siete a San Francisco e vi ritrovate tramite passaparola a mangiare Soul Food nel salotto di un tizio creolo mai visto, insieme a altri sconosciuti. E si mangia bene. E ci si diverte conoscendo nuove persone interessanti.

ph Dennis Valle - MHKSC (1)web

Abbiamo intervistato L e M (fondamentale garantire l’anonimato dei gestori!) che dopo anni di cene preparate in casa per gli amici, hanno deciso che non bastava più condividere la passione per il cibo tra pochi intimi, ma che sarebbe stato molto più divertente e stimolante aprire la cucina a chiunque fosse interessato a provare un’esperienza sociale nuova e diversa dal solito “andare fuori a cena”. Sulla base di esperienze vissute al di fuori dagli italici confini, si sono lanciati nel mondo degli ‘underground restaurant’.  Così, è nato MA’ HIDDEN KITCHEN SUPPER CLUB).

ph Dennis Valle - MHKSC (6)web

Perché l’idea di un hidden  supper club a milano? Vi siete ispirati ad altri?
L’idea è nata durante un viaggio a San Francisco. Volevamo mangiare soul food e cercando in rete, siamo finiti a cenare a casa di una famiglia creola a Oakland. Inutile dire che ci siamo divertiti come non mai. Ci siamo subito detti che una volta tornati, l’avremmo fatto anche a Milano. E così è stato. Se vogliamo parlare poi di ispirazione, quella viene  dalla sottocultura (per questo underground) dei primi supper club statunitensi degli anni del proibizionismo.

ph Dennis Valle - MHKSC (4)web

Requisiti dei partecipanti alle vostre cene… cosa succede a tavola?
I partecipanti non devono avere requisiti particolari, se non quello di essere disposti a condividere l’unico tavolo con persone che non conoscono, quindi di conseguenza essere curiosi e avere voglia di incontrare nuove persone. Non è solo il cibo che conta, ma anche l’occasione in sè, il ritrovarsi seduto con facce mai viste, che non si sa mai potrebbero pure rivelarsi molto più interessanti e simpatiche dei ‘soliti’ amici. E poi se vogliamo dirla tutta, soddisfa anche il desiderio voyeuristico dello sbirciare nelle case degli altri, come quando da bambini si sbirciava dai buchi delle serrature. Solo che qui nessuno ti inseguirà con un battipanni per dartele.

ph Dennis Valle - MHKSC (2)web

Requisiti delle vostre cene? Perche’ sono cosi particolari?
Ogni volta è una sorpresa, neanche noi conosciamo i nostri ospiti, quindi è particolare per noi tanto quanto per chi si siede a tavola. È molto divertente e si ha la possibilità di conoscere nuove persone interessanti, passando del tempo di qualità mentre si cena, in un’atmosfera accogliente e soprattutto casalinga, decisamente diversa da quella che si può trovare in qualsiasi altro ristorante ‘tradizionale’. Nei menù (in cambio di una offerta sotto forma di contributo per la spesa che varia in base alla scelta) sono sempre compresi: l’aperitivo , l’antipasto, il primo, il secondo, il dolce, l’acqua, il caffè e l’ammazzacaffè. Durante i pasti non sono serviti alcolici, le serate sono BYOB (bring your own bottle) quindi si incoraggiano fortemente i partecipanti a portare il vino da casa.

ph Dennis Valle - MHKSC (5)web

Per conoscere le prossime date visitate il sito e la pagina Facebook, dove trovate i menù e il calendario, prenota per tempo perché è sempre sold out! Una volta effettuata la prenotazione, pochi giorni prima dell’evento, si riceve una email con l’indirizzo esatto e le indicazioni per raggiungere l’hidden restaurant.
Per informazioni: info@mahksc.it
Tutte le foto dell’articolo sono di Dennis Valle.