CULTURE
*LIBRERIE PER GLI OSPITI

by Redazione DATE*HUB

Uno scrittore nel menu!

 «Quelli che mi lasciano proprio senza fiato sono i libri che quando li hai finiti di leggere e tutto quel che segue vorresti che l’autore fosse tuo amico per la pelle e poterlo chiamare al telefono tutte le volte che ti gira. Non succede spesso.»
 Jerome David Salinger
, Il giovane Holden, Einaudi 2008. 

…però accade che quell’autore, magari, lo si possa incontrare a una delle cene organizzate dall’associazione culturale Tùrbìne.
A Roma, a partire da dicembre, un lunedì al mese in una libreria indipendente di Roma, uno scrittore chiacchiererà con i suoi lettori davanti a una tavola imbandita, pronta ad accogliere le deliziose fantasie culinarie dello chef Luca Mattana. Si parlerà di libri e letteratura, cioè di vita e parole, e si gusteranno dell’ottimo cibo e del buon vino.
L’idea nasce da tre professioniste del settore editoriale che, stanche di partecipare a noiosissimi reading letterari, da tempo cercavano un modo più felice di vivere la letteratura.
A cena si parla più volentieri.
In libreria si va sempre di fretta e spesso solo per comprare il romanzo di cui si è letto su uno dei milioni di inserti culturali del fine settimana, che si finiscono di leggere, se si finiscono di leggere, due settimane dopo. Indiscutibile il fascino di trascorrere una notte tra scaffali e librerie.
Gli autori durante i reading non si rilassano quasi mai. Se mangiano e bevono sono più divertenti.

Così prende vita Librerie per gli ospiti ­– A cena con l’autore.
Il primo appuntamento è il 17 dicembre alle ore 21:00 con Antonio Pascale alla Libreria Assaggi di Roma, via degli Etruschi 4.

Antonio Pascale  è nato solo per un accidente a Napoli nel 1966, ha vissuto prima a Caserta, poi a Roma, dove attualmente lavora come funzionario presso il Mipaaf. Ha scritto vari libri, tra cui La città distratta (Einaudi), vincitore del Premio Onofri, e La manutenzione degli affetti (Einaudi), con il quale ha vinto numerosi premi; saggi come Scienza e sentimento (Einaudi), vincitore del Premio Le due culture, e Questo è il paese che non amo (minimum fax). Collabora con «Limes», la rivista «le Scienze», il «Corriere della Sera», «Il Messaggero», «Il Mattino» e ilpost.it. Si occupa di divulgazione scientifica, scrive inoltre per la rivista di agricoltura «Karpos» e il sito di bio–tecnologie Salmone.org. I suoi libri sono tradotti in Francia, Spagna e Portogallo.

Per info e prenotazione (entro il 14 dicembre): libreriepergliospiti@gmail.com
Evento a cura di Tùrbìne
Seguiranno cene tematiche con divulgatori scientifici e brunch con i più amati fumettisti italiani.