GALLERY
* WES ANDERSON ART

by ChickenBroccoli

Vorrei vivere in una mostra sui film di Wes Anderson!

Visto che oggi esce nelle sale itaGliane Moorise Kingdom, e visto che è senza “se” e senza “ma” uno dei più bei film dell’anno, ecco che ritorno Io, il più figo del bigonzo, Chicken & Broccoli, colui che è – o crede di essere – l’esperto di visioni, cinematografiche e artistiche. Come l’altra volta non mi voglio perdere in chiacchiere sui perché e i percome Wes Anderson sia uno dei più importanti registi del decennio, l’unico ad avere il merito di essere un aggettivo: “Andersoniano”. E via tutti a copiarlo.
Non voglio perderlo, appunto, questo tempo perché dovreste saperlo tutti – prima ancora che arrivasse un gruppetto hipster ad abbaiare “voglio vivere in un film di Wes Anderson” – che nei film di Wes tutto è bellissimo, ogni inquadatura è un quadro a pastelli perfetto. Non potevano, i suoi film e il suo immaginario, che generare un hype fortissimo anche nel mondo dell’arte e dell’illustrazione.


Ogni anno si rinnova un appuntamento con un’esibizione dedicata a tutti i film di Anderson chiamata Bad Dads (“cattivi papà”, trovatemene uno, di papà buono e bravo, nei film di Wes!). L’ultima edizione si è svolta poche settimane fa e presentava le opere di praticamente tuttiSandi CalistroEmma ButlerRich PellegrinoAna BagayanJason Levesque, Joshua BudichRhys CooperMax DaltonCaia KoopmanKevin TongDave Perillo.

Voi mi direte «E perché non ce l’hai detto prima, dumbass! Che prendevamo la nostra valigia ricamata e salivamo su un treno tutto verde o un sottomarino tutto blu, indossando una tuta rossa a righe bianche e con una fascia da tennista in testa, e furbi come volpi ce l’andavamo a vedere!». Evvabbèddai, accontentiamoci di un riassunto in immagini e aspettiamo tomi tomi la prossima edizione di Bad Dads, magari qualcuno avrà la buona creanza di portarla in ItaGlia!