DATE*HUB QUIZ #3
*ELEONORA ZORZI

by Redazione DATE*HUB

Eleonora in the sky with diamonds!

Ecco il DATE*HUB QUIZ (ormai lo sapete, una raffica di domande velocissime che lascia l’intervistato senza scampo: rispondere altrettanto velocemente!) a Eleonora Zorzi, illustratrice che vive a New York insieme alla sua passione per il collage, i film e tanta tanta tanta musica sparata fortissimo! Ecco come si presenta prima dell'”interrogatorio”:  «Mi chiamo Eleonora Zorzi e sono una designer italiana trapiantata negli Stati Uniti da quasi 5 anni. Sono arrivata per conquistare la grande mela, e mi sono ritrovata a chiamare Brooklyn “casa”. Mi occupo di visual design presso Seamless.com e disegno e stampo poster in particolare per musicisti. Sono appassionata di musica, nuovi ristoranti e serie televisive i cui protagonisti sono “cattivi”.»

1. Computer o disegni a mano?
Dipende molto dal progetto: tendenzialmente inizio con un veloce sketch fatto su ciò che capita, uno scontrino, un fazzoletto o disegnando sul mio iPad utilizzando Paper e una penna Wacom con cui disegno direttamente sull’iPad.

2. Capelli lunghi o rasati?
Lunghi!!! E la frangia è d’obbligo.

3. Progetto o istinto?
Vorrei poter dire che l’istinto è sufficiente per i miei progetti, ma davvero dipende dalla persona per cui sto disegnando. Per il poster che ho realizzato per i Rural Alberta Advantage, l’idea mi ha colpito durante il loro concerto a cui stavo assistendo al Mercury Lounge nel Lower East Side. L’immagine delle loro silhouette si è letteralmente materializzata nella mia mente e, utilizzando una pessima foto scattata col mio iPhone, ho disegnato il poster. È stato scelto immediatamente dalla band e non sono state necessarie revisioni. Diversamente, quando ho realizzato il poster per Moonface (il progetto solista di Spencer Krug) mi sono immersa nella sua musica per giorni prima di riuscire a disegnare qualcosa. In questo caso ho realizzato diversi design ognuno ispirato dai testi delle sue canzoni ed e’ stato scelto uno fra diverse opzioni.

4. Stampa tipografica o serigrafia?
Serigrafia! La mia passione nel realizzare poster è nata dopo aver acquistato il libro The Small Stakes di quel genio di Jason Munn. Ho scoperto la tradizione di molti graphic designer di utilizzare la serigrafia per stampare poster per musicisti (Aesthetic Apparatus, Jay Ryan e molti altri) e dopo aver chiesto consiglio a mio zio – esperto stampatore – mi sono sporcata le mani e ho imparato la serigrafia. Il piacere di stampare con le proprie mani qualcosa che hai disegnato, non ha prezzo.

5. Minimalismo o barocco?
D’istinto vorrei dire minimalismo, ma sono molto attratta da design complicati ed intricati (come quelli di Kevin Tong o David V. D’Andrea) che vorrei essere in grado di realizzare, ma quando inizio a rifinire i miei design, ritorno sempre ad un’estetica minimalista.

6. Illustrare un oggetto o una persona?
Non ho nessuna particolare preferenza, ma tendenzialmente, mi ritrovo a scarabocchiare persone molto più spesso che oggetti.

7. Graffiti o vernissage?
L’arte è ovunque, perché scegliere dove andarla a vedere?

8. Manhattan o Brooklyn?
Ho deciso di fare di Brooklyn la mia casa quando mi sono trasferita negli Stati Uniti per cui la mia scelta è sempre stata Brooklyn. Manhattan è meravigliosa, ma la sua identità e assai più definita a costo si essere quasi “prevedibile”. Brooklyn (a parte essere più del doppio di Manhattan in estensione) è in costante cambiamento e poter vedere con i proprio occhi come un quartiere cambi e rinasca è un’esperienza davvero unica. Nel particolare, io vivo a Bushwick, un quartiere che fino a qualche anno fa era considerato pericoloso e malfamato: negli ultimi 4-5 anni il quartiere è letteralmente rinato, numerosi bar e ristoranti hanno aperto e nuovi appartamenti. Sono anche coinvolta in un progetto, chiamato  KERF per creare un negozio per designer e artigiani per vendere i propri prodotti e per il quale ho realizzato un design che stampero’ a mano su poster, magliette e cartoline. Ciò che piu’ apprezzo di Brooklyn è il senso di comunità che si percepisce qui e che è molto più difficile da trovare a Manhattan.

9. Concerto da camera o festival?
Festival! Vado ad almeno due concerti al mese e partecipare a festival è una delle esperienze migliori per godersi la musica. Di recente a New York si è tenuta la CMJ marathon durante la quale si esibiscono centinaia di musicisti emergenti in più di ottanta venue diverse. È una delle più impressionanti manifestazioni musicali durante la quale è possibile vedere grandi musicisti di domani: nelle edizioni passate si sono esibiti artisti del calibro di Arcade Fire, The National, Sufjan Stevens, Grizzly Bear, Sigur Ros e persino Lady Gaga.

10. Pranzo o brunch?
Be’, dipende dal giorno della settimana… Se si tratta di un fine settimana, senza dubbio brunch a Cafe Ghia, ma se si tratta di un giorno infrasettimanale io preferisco cominciare dalla colazione da Little Skips.

11. Beatles o Rolling stones?
Beatles! Ho persino creato un sito dedicato alla canzone Lucy in the Sky with Diamonds!

12. Metro o bicicletta?
La bicicletta è il mio mezzo di trasporto favorito – ho una Hercules rossa degli anni sessanta – ma purtroppo resto schiava della metropolitana per andare al lavoro.

13. Mail o lettere cartacee?
Vivo lontana da casa e le email sono diventate indispensabili per restare in contatto con amici e famiglia. Allo stesso tempo, ricevere un biglietto cartaceo e riconoscere una calligrafia familiare e‘ impagabile.

14. Mercatino dell’usato o negozio fashion?
Non sono appassionata di vestiti usati, ma amo acquistare da artisti locali, piuttosto che negozi ultra fashion.

15. Scoprire musicisti o farsi consigliare?
Scoprire musicisti è il mio passatempo preferito. Grazie a programmi radio come All Song Considered o grazie a servizi come Spotify e estremamente facile essere esposti ad innumerevoli musicisti e generi musicali. Siti come Pitchfork (anche se mi trovo sepsso in disaccordo con le loro recensioni) sono molto utili per tenersi aggiornati.

WEB * www.ezorzi.com
(a cura di Alice Momolo)
PREVIUOSLY ON DATE*HUB QUIZ:
*Fidia
*Laurina Paperina