CUSTOM
* RUBENS CANTUNI

by D.A.T.E.

Illustrazioni tentacolari e uno special custom D.A.T.E.!

Rubens Cantuni, aka Tokyo Candies, ti fa pensare che alle volte la vita è un po’ ingiusta. Perché per quello che fa, la bellezza delle sue illustrazioni, la capacità di affastellare mille elementi e tenerli tutti in ordine perfettamente, l’incredibile scelta cromatica e la professionalità con cui si butta in tutto ciò che affronta, pensi sempre che Rubens dovrebbe andare in giro in Limousine, con bottiglie di champagne usate per lavare il parabrezza e circondato da bellissime ragazze in bikini dorati.
Dovrebbe essere ricco e famoso e diventare il Re del mondo! E mettici pure che è un gran bel ragazzo, sarebbe una st★r con la ★ maiuscola!
Ok, forse abbiamo esagerato un po’, Rubens  è ben lontano dall’immaginario da rapper che gli abbiamo dipinto addosso; Rubens è un tipo entusiasta, che vive la sua vita con gli stessi colori e le stesse centinaia di suggestioni con cui poi riempie le sue opere.  A DATE*HUB si racconta così…

«Nasco a Genova nell’ormai lontano 1982, poi sono successe varie cose fino al gennaio 2009, quando metto online il mio portfolio. Da lì ho avuto la fortuna e l’opportunità di collaborare con vari illustratori ed artisti sparsi per il mondo e di partecipare a mostre collettive a Berlino, Manchester, Parigi, Milano, Losanna, Minneapolis, Atene fino ad arrivare in Sudafrica, Australia e Brasile. Sono finito su qualche rivista di settore come Computer Arts Project e Digital Artist e a breve sarò per la prima volta su un libro che uscirà per Adobe.»

«Ho collaborato con svariati brand di abbigliamento, piccoli e medi, fino ad arrivare l’anno scorso a Nike, per la quale ho realizzato 5 illustrazioni che sono finite su altrettante t-shirt. Ho sempre descritto il mio lavoro come una commistione di contraddizioni e ambiguità. Divertente ma a tratti inquietante, buffo e sexy allo stesso tempo, infantile ma decisamente adulto.»

«L’esempio più emblematico di questa mia produzione sono sicuramente le mie donnine cicciose, che racchiudono in sè tutte le contrapposizioni che permeano i miei lavori. Sono ispirato e influenzato da moltissime fonti, dall’immaginario giapponese e asiatico in generale, ma anche dalla street art, dai graffiti, dall’arte del tatuaggio, in particolare giapponese e “traditional” e dal popsurrealism della west coast.»

E tanto per sottolineare che Rubens è un illustratore, un artista e al tempo stesso un “grande”, ecco che dopo uno scambio di battute si è buttato a capofitto nel custom esclusivo di una scatola D.A.T.E.! Godetevi i passaggi della creazione del box, raccontati passo passo dallo stesso Rubens!

«Per questa collaborazione con D.A.T.E. e DATE*HUB ho cercato di rispettare il tema del mese, cioè gli animali, ma di sfruttare anche uno degli elementi che contraddistinguono spesso i miei lavori: i tentacoli.»



«Non c’è nulla di particolare dietro questa mia passione per queste appendici (infatti neanche lo mangio il polpo) se non che trovi la loro forma particolarmente decorativa, possono reggere cose, compiere azioni, sbucare fuori inaspettatamente e sono un perfetto riassunto tra arte orientale, tatuaggio (che spesso portano loro stessi) e hanno quell’aria vagamente horror che dà un po’ di pepe al tutto.»

WEB * www.tokyocandies.com