DATE*HUB TRIPPIN’
* PARIGI

by Shedonism

Croissants, cous cous, Noel Gallagher e Marc Jacobs… Ma che volete di più?

*IT’S SUMMER TIME! DATE*HUB PRENDE UNA PAUSA PER RICARICARE LE BATTERIE, MA NON VI LASCIA SOLI! ABBIAMO CHIESTO AI MAGNIFICI BLOGGER CHE COMPONGONO LA NOSTRA REDAZIONE DI PREPARARE PER VOI DELLE GUIDE NON CONVENZIONALI ALLE LORO METE “VACANZIERE” PREDILETTE! PER UNA SETTIMANA, UNA CITTÀ AL GIORNO, DATE*HUB VI ACCOMPAGNA IN UN GIRO D’EUROPA IN… SEI DESTINAZIONI SUPERCOOL!

Chez Maman

Parigi è la parola più poetica che possiate pronunciare. Ha addirittura tolto il primato a “ti amo”, a causa della sovraesposizione dell’espressione nei reality show, quando sfollati, naugraghi ed esiliati in collegamento video con parenti e amici lo urlano a squarciagola, come se in italiano non esistessero altre fantastiche sfumature per esprimere i sentimenti intensi verso gli altri come “ti voglio bene”.

Parigi ha un’alchimia bizzarra, si percepisce nell’aria, mista al profumo di burro sui croissants appena sfornati e gli odori esotici  che si respirano nel Marais.

È un luogo che riesce a incubarne tanti, insieme a storie infinite, già sentite o sbalorditive. In coppia, un cliché che però tutti dovrebbero/vorrebbero provare. Da soli, il posto perfetto per perdersi e rinnovarsi. In compagnia, ad agosto, la giusta conclusione di un’estate memorabile. Nel mese in cui, nella maggior parte delle città, tutto tace, mentre le coste si sovraffollano, Parigi ospita uno dei maggiori festival estivi, il Rock En Seine. Quest’anno dal 24 al 26 agosto, l’evento musicale festeggerà i primi 10 anni di nascita con una line-up che unisce vecchia e nuovissima scuola. Alcuni nomi? The Black Keys, Placebo, Noel Gallagher e i suoi High Flying Birds, Green Day, Sigur Ros, ma anche The Shins, Foster the People, Miike Snow, Grimes, Passion Pit.

Se capitate in città per quest’evento vi consigliamo di consultare i camping e gli ostelli proposti sul sito con qualche agevolazione.

Per tutti i periodi dell’anno noi preferiamo selezionare una bella stanza o appartamento su Airbnb, interagendo in modo sicuro e semplice con i proprietari e sfogliando ogni proposta come in un bel catalogo diviso per prezzo e quartiere, talvolta provando a spingerci per gioco sugli appartamenti più costosi e scoprendo dei mini castelli e favolose mansion in qualche sobborgo non considerato. Del resto se non ti piace sognare a occhi aperti, che ci vai a fare a Parigi?

Li Wei

Tornando al mese di agosto, la città non si addormenta neanche culturalmente, oltre alcuni posti classici che vi invitiamo a visitare come il Louvre, la Fondation Henri Cartier Bresson, l’Institut du Monde Arabe, la Maison Européenne de la Photo e il Centre Pompidou, vi segnaliamo, vicino a quest’ultimo, Les Mots à la Bouche, libreria specializzata in editoria LGBT con una completa selezione di volumi dedicati a icone della cultura, della musica, della moda e dell’arte contemporanea. Fra le mostre in corso durante l’estate vi indichiamo inoltre: la personale della scultrice Joana Vasconcelos a Versailles; la fotografia en pleine air di Li wei a Le Parc de la Villette fino al 19 agosto; le mostre di moda dedicate a Rei Kawakubo di Comme des Garçons e Christòbal Balenciaga, entrambe nel nuovo polo culturale parigino Docks En Seine; la grande retrospettiva su Louis Vuitton e Marc Jacobs al Musée des Arts Décoratifs, all’interno del quale troverete anche delle mostre permanenti legate al mondo dei gioielli e della comunicazione pubblicitaria e un’esposizione dedicata all’elefante Babar; alla Magnum Gallery troverete invece Algérie, julliet 1962 una collettiva di tre fotografi che hanno documentato cinquant’anni fa la dichiarazione d’indipendenza del paese nordafricano dalla Francia.

Louis Vuitton, Marc Jacobs

Bel Vil Café

Oltre a colmare la fame e la sete di cultura, quella fisica vi ringrazierà se porterete il vostro stomaco quasi vuoto in un luogo accogliente e economico per gli standard parigini. Per una colazione veloce, fate un salto a Chateau Rouge in una della panetterie migliori della città, Tembely, sita all’incrocio fra Rue Léon e Rue Myrha. In pieno centro c’è una perla storica, Chez Papa, una trattoria esistente dal 1889 in cui provare diversi  piatti o la formula fissa dell’antipasto + 1 piatto + 1 caffé o un piatto + 1 formaggio o altro a 11 €.

In un’area molto suggestiva della città troverete l’omonimo  Bel Vil Café, dove capita che il giovedì sera scatti l’offerta del maxi cous cous con carne e verdura a 12 €. Ricordate inoltre che, nella maggior parte dei locali e ristoranti, l’acqua naturale del caro rubinetto viene servita gratis.
Per acquistare cibo tipico, in quasi tutti i quartieri troverete negozi specializzati nella vendita di formaggi, pistacchi, dolci, ma anche salsine e mostarde, come nel caso de L’epicerie du 4, in Rue de la Villette 4. Un piccolo store in cui troverete un’ampia selezione di oli aromatizzati, mostarde, spezie per salati e desserts e molto altro. Lungo la stessa via, al numero 9, incapperete invece in un insolito parrucchiere. Si chiama Drôl 2 Dames ed è un piccolo salone vecchio stile con manichini vestiti vintage e un pavimento a scacchi bianchi e neri. La coiffeuse Claire, vi farà sedere, dopo aver prenotato, su una sedia rotante, vi coprirà con un asciugamano leopardato e procederà a eseguire il taglio, colore, piega che sia. La particolarità è la clientela unisex, nonostante il nome.

Drôl 2 Dames

Infine, ma non meno importante, è giusto ricordare che Parigi è la città della moda che preferiamo, quella in grado di unire un’eleganza heritage a forti influenze multiculturali. Per lo shopping è d’obbligo un giro nei concept store Colette, Pigalle, Merci, l’Eclaireur, le 66 e poi un bel giro in Rue Tiquetonne, una delle vie migliori per gli e le amanti dello streetwear ma non solo. Vi troverete anche ampi store vintage, la boutique del marchio estremo Kokon To Zai, il doppio negozio dedicato agli orologi Chez Maman e il concept retail Kiliwatch, uno spazio che mescola con maestria novità con vintage ricercato e vario. Per ricercare altro vintage vi segnaliamo come aree interessanti di ricerca, le vie intorno alle metro Abbesses e Hotel de Ville.

Indirizzi vari – Luoghi sperimentati e altri caldamente consigliati da un’amica designer parigina

DOVE MANGIARE
Café Hugo – place des Vosges – 75004 Paris
Le Dôme – 53 rue des Francs Bourgeois – 75004 Paris
Un piano sur le trottoir – 7 rue des Francs Bourgeois – 75004 Paris
La Marine – 55 bis quai de Valmy – 75010 Paris
Hotel du Nord ( bar restaurant) – 102 quai de Jemmapes –  75010 Paris
Chez Marianne  – 2 rue des Hospitalières st Gervais – 75004 Paris
L’eclaireur – 10 rue Boissy d’Anglas – 75008 Paris
Tutti ristoranti di falafels in rue des rosiers – 75004 Paris
Bouddha Bar – 8/12 rue Boissy d’Anglas – 75008 Paris

DOVE BERE
Café Chéri – 44 bd de la Villette – 75019 Paris – M° Belleville
Paris Paris (bar disco) – 5 avenue de l’Opera – 75008 Paris
Le Baron  (bar disco) – 6 avenue Marceau – 75008  Paris
Le Madam (bar disco) – 128 rue de la Boetie – 75008 Paris
Le Divan du monde – 75 rue des Martyrs – 75011 Paris
Alimentation Générale – 64 rue Jean Pierre Timbaud – 75011 Paris
L’OPA – 9 rue Biscornet – 75012 Paris
Locali de la rue Oberkampf – 75011 Paris – M° Oberkampf
La Caravanne – rue de la Fontaine au roi – 75010 Paris – M° Republique

DOVE PASSEGGIARE (con i parigini veri)
Quartier du canal st martin – M° Jacques Bonsergent
Quartier Etienne Marcel – M° Etienne Marcel – (rue Montorgueil), Rue Etienne Marcel
Quartier Centre Pompidou – rue des archives – rue Vieille du Temple
Le Marais – M° St Paul o M° Rambuteau