INTERVISTA
* SASHA GLYBINA

by NSSmagazine

«Kiev futura capitale internazionale della moda? Ci sto lavorando…»

Nuove frontiere stilistiche avanzano attraverso il lavoro di giovani creativi e di talenti da scoprire che grazie alla rivoluzione digitale riescono subito ad affermarsi superando i confini cittadini. Oggi è la volta dell’est Europa che con i nuovi mercati russi e soprattutto con la Mercedes Fashion week di Kiev ha iniziato ad affermare il proprio credo stilistico a livello internazionale. Infatti abbiamo il piacere di parlare con Sasha Glybina, giovane designer ucraina, che ha catturato l’attenzione dei media per il suo percorso creativo che trae ispirazione dal grunge londinese ma conserva i fasti dell’antica cultura russa. Sasha si racconta per noi tra passato e progetti futuri, ponendo soprattutto l’accento sul rapporto stilistico con la sua città.

Kiev città in continua evoluzione, mostra molte differenze rispetto all’Europa Occidentale, cosa significa essere un designer a Kiev?
Prima di tutto, bisogna metterci sempre tanto entusiasmo in quello che si fa ogni giorno. Poi bisogna essere abbastanza coraggiosi per poter fronteggiare tutte le sfide che potrebbero sopraggiungere durante il percorso creativo. Questo perché non è solo una questione di incomprensioni di tipo morale ma anche di difficoltà di tipo tecnico. Ad ogni modo, io sono molto orgogliosa di essere stata accettata qui a Kiev nonostante il mio stile sia molto differente e guardi soprattutto oltre i confini della mia città. Forse questa è stata proprio la mia arma vincente.

Oltre alle difficoltà di cui ci hai parlato, potresti descriverci il sistema moda in Ucraina?
L’Ucraina è un paese relativamente giovane, come me, e la moda si sta facendo spazio proprio in questi anni. Ecco perché è una grande opportunità diventare una trend setter in un contesto così di nicchia del mondo dell’industria della moda.

Quanto la tua città ti influenza nel  lavoro di tutti i giorni?
Penso che sentirsi legati soltanto ad un posto sia stupido. Io mi ritengo una persona internazionale, tutto quello che mi circonda mi ispira. Ad esempio per la mia collezione Autunno/Inverno 2013 mi sono ispirata a una tribù africana.

Come già sappiamo, hai studiato a Londra. Quali sono le differenze tra Londra e Kiev?
Quando sono tornata a casa dopo aver studiato e lavorato a Londra ho mi costruita il mio punto di vista in fatto di moda. Sono diventata una persona diversa. Ho imparato attraverso i paragoni. Tutte le competenze teoriche che ho maturato a Kiev ho avuto modo di metterle in pratica a Londra.

Secondo te, Kiev in un prossimo futuro, potrebbe diventare una capitale internazionale della moda?
Ci sto lavorando…

Riguardo al tuo lavoro, potresti descrivere il tuo processo creativo?
Perdonatemi, è un segreto (ride ..)

Abbiamo parlato del rapporto con Kiev, ma quali sono le tue fonti di ispirazione?
In realtà anche se vedo dei visi felici per strada, non importa dove sono o cosa faccio, mi sento ispirata e motivata a fare.

La settimana della moda di Kiev sta crescendo stagione dopo stagione, come potrebbe essere migliorata?
Onestamente, non ne ho idea, ma posso dedurre che le critiche degli ospiti stranieri ci rendono migliori ogni anno. La critica è sempre produttiva.

Vuoi rimanere a Kiev o vuoi andare a fare moda in altri posti?
Certamente potrebbe essere interessante e piacevole andare da qualche parte, non voglio fermarmi su quello che ho fatto finora, voglio sempre andare avanti.

Tre posti cool che descrivono la tua città?
Sono indecisa, sicuramente NSC Olimpiyskiy, Mystetskyy Arsenal e Passage sono da vedere, non vi dico cosa sono ma vi invito a venire qui a vivere la mia città e la sua nightlife.

Dove pensi che sarai nei prossimi 5 anni?
In una miniera d’oro, non sto scherzando!

Hai prossimi progetti?
È il mio segreto, non mi piace anticipare nulla. Ma potrete seguire il mio lavoro e vedere con i vostri occhi cosa succede. Kiev non aspetta altro…

WEB* www.sasha-glybina.com