DATE*HUB TRIPPIN’
* BUDAPEST

by Modalità Demodè

Dabubio, limonate e Rock’n’Roll!

*IT’S SUMMER TIME! DATE*HUB PRENDE UNA PAUSA PER RICARICARE LE BATTERIE, MA NON VI LASCIA SOLI! ABBIAMO CHIESTO AI MAGNIFICI BLOGGER CHE COMPONGONO LA NOSTRA REDAZIONE DI PREPARARE PER VOI DELLE GUIDE NON CONVENZIONALI ALLE LORO METE “VACANZIERE” PREDILETTE! PER UNA SETTIMANA, UNA CITTÀ AL GIORNO, DATE*HUB VI ACCOMPAGNA IN UN GIRO D’EUROPA IN… SEI DESTINAZIONI SUPERCOOL!

Lo Sziget, uno dei maggiori festival musicali europei, può essere un’ottima scusa per visitare una delle più affascinanti capitali europee: Budapest. Oggi anno infatti ad Agosto accorrono nella città più di 400mila persone per partecipare all’evento, comprese noi di Modalità Demodè che abbiamo scelto Budapest e lo Sziget come meta delle nostre passate vacanze estive. Ecco alcuni tips per visitare la città e godersi il festival. Partiamo dall’alloggio. Noi abbiamo optato per affittare un appartamento in centro per vivere di più la città (molto economici ma al tempo stesso signorili a questo indirizzo); i più coraggiosi potranno invece decidere di campeggiare sull’isola di Obuda, dove si tiene il festival! Per prenotare biglietti e campeggio italiano visita szigetfestival. Ma preparatevi a non dormire!

Cose da fare
Affittare una bici. Budapest è perfetta da visitare in bicicletta. La città è percorsa da piste ciclabili quasi ovunque. Ci sono moltissimi Rent Bike che faranno al caso vostro. In alternativa i trasporti pubblici sono efficienti ed i taxi economici. Oppure potete scegliere mezzi più fantasiosi come quello in foto!

Un giorno alle terme

Sicuramente le Terme sono l’attrazione più importante della città. Prendetevi un’intera giornata da dedicare al relax in uno dei centri termali: Bagni Lucàcs, Bagni Széchenyi, Bagni Rudas, Bagni Gellèrt, i 4 più famosi. Costruzioni risalenti all’occupazione turca o di stile Art Noveau in cui rigenerarsi prima di affrontare 6 ore di concerti.

Bere una limonata
Vi sembrerà sciocco ma in alcuni caffè della capitale ungherese abbiamo bevuto le limonate più buone della nostra vita!

Salire a piedi sulla Collina Gellèrt
Se volete ammirare un meraviglioso panorama della città attraversata dal Danubio, dalla collina alta più di 200 mt si gode una vista che toglie il fiato. In alternativa si può salire con la funicolare sulla Collina di Castello dove prendere un aperitivo al tramonto in uno dei pittoreschi bar che affacciano sulle mura della cittadella medievale.

Camminare a zonzo per la città per scoprire le meraviglie architettoniche. Non dimenticate di guardare in alto. Molti palazzi Liberty nascosti tra costruzioni di diverse epoche offrono visuali sorprendenti.

Un pomeriggio sull’Isola Margherita, una delle isole sul Danubio. Lo ammetto non ci siamo state ma ci hanno detto che è un’isola rigogliosa dove sentirsi subito in vacanza!

Passare le serate bevendo birra nei Pub in rovina.
A Budapest è possibile prendere in gestione uno degli interi condomini dell’800 e trasformarlo in un gigantesco locale decadente, usufruendo dei bellissimi cortili interni e delle stanze ai vari piani, collegati da scale e porte come in un labirinto. Certamente unici nel loro genere, i pub in rovina di Budapest sono dei luoghi dove si concentra la creatività. Tutti gli spazi sono allestiti in modo estroso e divertente, a volte un po’ assurdo. (capita anche di vedere persone che consumano i loro drink dentro vasche da bagno!). Il fascino del rètro chic è assicurato! Il migliore è lo storico Szimpla Kert, nel  quartiere ebraico. Qui potrete vedere un vecchio film, ascoltare musica dal vivo, conoscere ragazzi da tutto il mondo, o semplicemente perdervi tra le stanze del palazzo alla scoperta di pezzi di design anni Cinquanta e murales.

Prendere un cafè al Kiado Kosma (Jókai tér 3)
Ci è rimasto nel cuore perché è stato il primo locale dove siamo approdate e l’ultimo dove ci siamo salutate! Il ”pub in affitto” è molto accogliente e frequentato dai ragazzi locali. Free wifi e buon caffè sono un buon punto di partenza per organizzare una giornata di visita!

Mangiare Vegano
Non è proprio tipico come mangiare il Gulash, ma se siete provati dai pasti frugali e calorici dello Sziget, è l’ideale! Noi abbiamo mangiato benissimo da Govinda e da Edeni Vegan.

Se avete voglia di una buona zuppa Gulash invece vi consigliamo Menza Etterem. Si chiama così perché nasce sulle ceneri della vecchia mensa socialista del quartiere ed offre piatti gustosi in un ambiente molto raffinato.

Cose da NON fare
Andare ai Bagni Széchenyi il giorno prima dell’inizio dello Sziget o l’ultimo. Le terme sono gratuite  per i ragazzi che hanno l’abbonamento del festival, quindi il vostro relax sarà minato e le piscine utilizzate come vasca da bagno post-campeggio! Inoltre sono terme comunali belle ma poco curate. Spendete un po’ di più e andate ai Bagni Gellert!
Uscire tardi per cena. Le cucine dei ristoranti chiudono presto. Non ordinare vino italiano, i vini ungheresi sono buonissimi. Budapest è una città all’altezza delle grandi capitali europee che appaga la vista con spazi ampi e maestosi, sta vivendo una grande rinascita culturale tangibile anche agli occhi di un turista.

Non sperate di visitare bene la città nella stessa settimana del Festival. Non riuscirete a godervi bene né l’uno né l’altro. Programmate qualche giorno in più extra Sziget perché Budapest offre sicuramente molto di più della nostra veloce review ma noi avevamo un fitto programma di concerti da seguire!

Veniamo quindi allo Sziget. Dimenticate le piscine termali e i dehor e immaginate più di 40.000 persone riunite su un’isola (Obuda) in mezzo al Danubio, per un festival che vanta una delle Line up più fitte e variegate del mondo! Vi consigliamo di raggiungere l’isola in battello. Ogni mezz’ora partono dei barconi animati da musica e grigliate da dove ammirare entrambe le sponde del fiume. Al ritorno invece prendere il battello prevede lunghe code!

Se non alloggiate sull’isola cercate comunque di essere li nel primo pomeriggio. Le ore pomeridiane sono le migliori per esplorare, fare amicizie, o semplicemente bere una birra sul prato in attesa dei concerti, soprattutto sono le occasioni migliori per scoprire i gruppi emergenti. Per chi è apassionato di foto è un ottimo momento per uno scouting di personaggi interessanti.

Tutto il giorno tra uno stage e l’altro, tra rock, pop, elettronica, folk, indie…. la line up dello scorso anno era pazzesca! Tra quelli che abbiamo amato di più: Prince, Skunk Anansie, Chemical Brothers, La Roux, Gogol Bordello, Kasabian, Pulp, The National, Verdena, Prodigy, e in chiusura White Lies.

E a seguire dj set con i più famosi dj del momento. Ma lo Sziget non è solo musica. Sull’isola è possibile fare bunjee jumping, yoga, giochi di ruolo, imparare ad intrecciare i capelli, farsi tatuaggi, shopping tra le bancarelle, assistere a performance, imparare lingue e molto altro ancora! Un’atmosfera unica in cui la musica unisce tutti in una festa lunga una settimana.