VIDEOINTERVISTA
* PARKOUR IN ROME

by Redazione DATE*HUB

Come muoversi in città al tempo di “easy”!

A volte in città capita di fare incontri che proprio non ti aspetti, specialmente se vivi a Roma. Può capitare, durante un pigro sabato pomeriggio, mentre giri in motorino alla ricerca famelica di un pezzo di pizza da mettere sotto i denti di passare in pieno centro e imbatterti in un gruppo di ragazzi e ragazze che ti dimostrano come la banale panchina dove ti sei seduto un secondo fa con il tuo pezzo di pizza può diventare il trampolino per un salto da capogiro… Si chiama Parkour. A quel punto inizi ad ammirare sotto ipnosi acrobazie che sfidano la forza di gravità alla ricerca di nuovi baricentri.
Da lì il passo è breve: conosci Davide Marrone, un ragazzo di 35 anni che ha fatto della sua passione una ragione di vita e creato Monkey Move, un movimento e una scuola che insegna ad allievi di ogni età a fare un webster, un side flip e un palm spin senza farsi male.

Davide l’abbiamo intervistato per DATE*HUB, insieme ad Arianna, Nelson e Riccardo (tre suoi allievi) e con loro abbiamo trascorso una giornata a Tor Bella Monaca, una zona periferica di Roma e centro nevralgico del parkour romano, ad ammirare le loro evoluzioni. E sono proprio occasioni come queste che ti ricordano di come nelle periferie, il cuore di una città batte forte e non perde mai un colpo.
In questa intervista vedrete la città da vicino, quasi all’altezza dell’asfalto, e vi muoverete al tempo dei suoi suoni che all’inizio sembrano solo frastuono, ma che diventano musica urbana se sai come seguire il suo ritmo, e soprattutto conoscerete quattro persone che senza difficoltà potrebbero rimanere in equilibrio a piedi nudi anche sul filo spinato.


WEB*  www.monkeymove.it
(S.F.V.)