OROSCOPO
* QUATTRO ELEMENTI

by Redazione DATE*HUB

Quattro Elementi. Dodici segni zodiacali. Un oroscopo di fine Giugno.


I suoni hanno bisogno dell’aria per propagarsi. Il discorso varrebbe anche per l’acqua, se fossimo dei cetacei. Ma quant’è bello il silenzio, vi viene da rispondere. Fatevene una ragione. Per rinfrescare la camera ardente del vostro cuore parlare sarà una panacea. Avrà l’effetto di una compressa di Imodium durante la vendetta di Montezuma.


Non trovate per niente divertente lo scherzo dello zodiaco che vi riempie e svuota il granaio secondo regole un po’ volatili, almeno per i vostri standard scolpiti nel granito. Abbandonatevi a questi tempi liquidi con fiducia. Vento e flutti scolpiscono gli scogli su cui tanto vi piace accoccolarvi e lavorano senza sosta per voi.


Il giro del mondo in ottanta giorni. Volate, che bello. Esplorate il mondo sulla casetta di Up! tenuta sospesa da palloncini colorati. La vostra mongolfiera ha le forme aerodinamiche più disparate. Casa, città, famiglia vi tengono un po’ zavorrati a terra ma è la sensazione più dei fatti a infastidirvi. In mezzo alle correnti d’aria vi riscoprite romantici.


Le acque sono nervose ma mai agitate. Comunque fluttuare a tempo indefinito alla lunga stanca. State diventando artisti dell’arte del galleggiamento, tempo sei mesi e comincerete a praticare la bicicletta, il sistema per galleggiare elegantemente, in verticale, anche in presenza di onda spumosa. Il prossimo passo è il nuoto sincronizzato!


Ah gli amici che delizia e che tormento! Gli amici sono il vostro stato gassoso, si muovono in continuazione e sono poco controllabili. Ma gli amici vi possono portare più in alto di quanto immaginate. Il sole brucia maestoso, ma chi saprebbe che esiste se non ci fossero i bagnanti a guardarlo con gli occhialoni e le creme sugli zigomi?


Fuocherello cari Vergine, la foschia si sta diradando di fronte ai vostri obbiettivi personali. Ma non sono tutte stelle quelle che brillano nella notte, la luce gioca con i riflessi e produce bagliori. La brace che vi interessa, quella per mettere insieme un barbeque degno di questo nome, la trovate facendo i segnali di fumo in cielo.



Finché la barca va, non mollare il timone. Vento in poppa e navigazione sublime a vela. Gli spostamenti d’aria sopra le teste sono eccezionali, nuvole in gran movimento cambiano lo scenario del cielo. Sono i tempi della traversata in acque sconosciute. Riconoscere i tratti del grande disegno vi riconcilia con la misura e la sobrietà.


È parecchio che state sotto terra, vicino alle falde acquifere. Gli ambienti melmosi vi sono sempre piaciuti ma questo è il tempo delle scorribande a cielo aperto. Animale di riferimento: la Talpa Albina, una talpa esperta che sta bene anche alla luce. Era l’ora, perché qualcuno stava cominciando a sospettare della vostra audacia.


Non c’è fuoco senza ossigeno. Periodicamente i pianeti si mettono d’accordo per ricordarvi che la vita non è fatta solo di Maradona e tricchetracche. Avete bisogno d’aria, della leggerezza impalpabile di ciò che è fuori dai vostri polmoni. I fuochi d’artificio si fanno in cielo, quindi massaggiate le cervicali e abituatevi a guardare più in alto.


Dopo questi ultimi due anni siete tra i più esperti di teoria del contrappeso. Certo, sognate un viaggio con Virgin Galactic in ambiente a gravità zero ma la terra alla fine è il vostro posto. E siete risoluti a starci con tutti e due i piedi. A volte, non dico volare, ma saltellare può essere divertente. Quindi ok a comprare il trampolone elastico outdoor.


Vi vediamo a metà tra l’etereo e l’aeronautico: ruote per aria, capitomboli, tuffi, cascate. Di solito vi piace giocare con le parole, o cominciare dalle parole. Cambiate prospettiva e partite dal fondo. Siete giocatori fantastici. Magari non esagerate con la sperimentazione, tipo parlare al contrario satanico.


Vi chiamate pesci e siete un segno d’acqua. Però al momento siete stazionari nella troposfera. È un ambiente rarefatto dove non vi trovate molto a vostro agio ma a guardare bene ci scovate qualche angolino familiare. Cirri, con ricci e filamenti e finanche cumulonembi gravidi d’acqua. Tempi di esercizio nell’arte della sfocatura.

L’oroscopo è a cura di Eva Macali • TWITTER
Le foto della serie Whispers che illustrano i dodici segni sono di Tomaso Spiga, che si racconta a DATE*HUB:
Sono nato nel 1984 a Cagliari. Conseguita la maturità artistica e interrompendo un’attività teatrale iniziata quasi dieci anni prima, nel 2003 mi son spostato a Roma dove ho studiato Architettura. Nel 2008, l’acquisto di un apparecchio fotografico digitale è stato il pretesto per rimettere in discussione un ordine di cose accantonato ai tempi degli studi liceali. Non ho avuto modo di seguire una formazione accademica ma, con l’aiuto di libri, web e “i sani consigli di chi ne sa più di te” ho iniziato a muovere i primi passi. Più che in quelli fotografici, mi riconosco nei codici comunicativi tipici del Teatro: in quest’ottica, coinvolgendo le persone in quei momenti che precedono gli scatti, cerco di instaurare con loro un rapporto quasi da regista a attore e, allo stesso modo, i risultati finali sono come dei momenti infinitesimi del palcoscenico.
WEB * cargocollective.com/tomasospiga • www.flickr.com/photos/canyouhearmephotos/