DESIGN
* LIVE GREEN!

by Polkadot

Tre curiosi esempi di green design con cui riavvicinarsi all’ordine della natura.

Dopo secoli di manipolazione dell’ambiente da parte dell’uomo, attraverso il progressivo controllo della natura e della sua espansione, sembra che quest’ultima si stia rimpossessando dello spazio abitato. L’ecosostenibilità non è più solo un concetto à la page che riguarda progetti urbanistici e architettonici, ma investe l’intero stile di vita della società attuale, la quale esprime un maggiore bisogno di riappacificamento con il sistema naturale e con gli elementi che lo compongono. Microambienti vegetativi vengono artificiosamente ricreati per le abitazioni moderne, dove la natura irrompe prepotentemente diventando parte inscindibile di oggetti ed edifici.

JUVET LANDSCAPE HOTEL


Come non amare i norvegesi, se sono capaci di ideare cellule abitative completamente immerse nella foresta – quella del Gudbrandsjuvet – tra pioppi, betulle, pini e massi scolpiti dal fiume? Ci hanno pensato gli architetti Jensen&Skodvin. Per il loro Juvet Landscape Hotel hanno realizzato una serie di palafitte in legno e vetro indipendenti completamente immerse nel paesaggio naturale. Quest’ultimo, infatti, è il vero protagonista dell’intervento architettonico. Le grandi vetrate connettono l’interno all’esterno attraverso la semplicità dei materiali e ogni appartamento si differenzia grazie ad una panoramica diversa del contesto. Lo stesso susseguirsi delle stagioni modifica la visuale rendendo questi rifugi sempre nuovi.
www.juvet.com

picNYC TABLE


Cosa c’è di più bello del sentire l’erba fresca sotto i piedi e, perché no, sotto le proprie mani? E perché cercare angoli verdi in città quando si possono avere nel proprio appartamento? picNYC table risponde a queste domande. Progettato dall’olandese Haiko Cornelissen e pensato come un pezzo di giardino al coperto, questo tavolo in alluminio e prato ha bisogno di essere coltivato con acqua e terra e periodicamente tagliato. Certo, il pollice verde è consigliato, ma l’esperienza del picnic non sarà rovinata da un’inaspettata pioggia estiva. Inoltre, si tratta di un tavolo altamente personalizzabile se pensate alla quantità di fiori, piante ed erbe che potrebbero prendere vita sul vostro tavolo da pranzo.
www.haikocornelissen.com

BABYLONE

Luce, aria fresca e vegetazione. Tutto in una lampada. Il designer Alexis Tricoire ha realizzato per la svedese Greenworks una salutare bolla in plexiglas che, pendendo dal soffitto, illumina gli ambienti domestici attraverso il suo microclima interno. Qui, il calore del lume, insieme alle microsfere di pomice depositate sul fondo della sfera nutrono e favoriscono la crescita delle piante all’interno di Babylone, concepito per accogliere e proteggere la crescita di diversi tipi di erbe. Non c’è più bisogno di chiedere ai vicini di annaffiare le piante in nostra assenza!
www.tricoiredesign.com

a cura di Federica Sfregola